Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

12 giorni

PARTENZE DI GRUPPO

GUIDA LOCALE PARLANTE ITALIANO


UN VIAGGIO PER...

Il paese delle foreste e delle savane affacciato con un'ampia linea costiera sul Golfo di Guinea e popolato da una sessantina di gruppi tribali, è tornato ad essere una meta aperta ai viaggiatori appassionati di Africa, dotati di curiosità e spirito pionieristico.


I VOSTRI ALBERGHI

Abidjan Novotel 4* (prima notte) e hotel Onomo (day-use dell'11°giorno)
Bouake Hotel Mon Afrik 3*
Kong Auberge de Kong
Korhogo Hotel Olympe
Boundiali Hotel Le Paysan 4*
Odienné Hotel les Frontieres
Man Hotel Les Cascades 3*
Yamoussoukro Hotel Le President 3*

Gli alberghi, anche i migliori, non sempre rispondono agli standard europei. Disagi dovuti a carenze nella manutenzione possono verificarsi ovunque.


 

Mezzi di trasporto

Minibus con aria condizionata.


 

Da sapere
Questo viaggio non è particolarmente faticoso e non presenta trasferimenti lunghi o monotoni ma richiede pur sempre capacità di adattamento alle realtà e mentalità locali. Gli alberghi selezionati sono fra i migliori esistenti nelle varie località toccate durante il circuito. Al di là delle date di partenza di gruppo con accompagnatore del Tucano dall'Italia, gli interessati potranno contare su partenze consolidate in loco con partecipanti anche di diversa nazionalità e accompagnatore locale parlante italiano.
Possibilità di prolungare il viaggio con un soggiorno mare presso il Coucoue Lodge nella cornice tropicale di spiagge selvagge, palme e mangrovie, dove l'oceano incontra la laguna di Aby, ad un'ora di viaggio da Abidjan.


Quando partire...

Il periodo invernale da novembre a febbraio coincide con una stagione calda e tendenzialmente secca, con temperature più moderate rispetto al resto dell’anno nei mesi invernali centrali. A partire dal mese di marzo le temperature iniziano a salire nelle aree interne della Costa d’Avorio (massime sui 35 °C e minime sui 22 °C). Nel sud del Paese e lungo la linea costiera il clima è di tipo equatoriale con oscillazioni termiche modeste nel corso dell’intero anno e precipitazioni costanti, relativamente più scarse nel periodo da novembre a marzo.

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Sabato, 10 Febbraio 2018
  • Sabato, 17 Novembre 2018
  • COSTA D'AVORIO - TRA PONTI DI LIANE E MASCHERE IN FESTA

    Quote a partire da € 2.365 - 12 giorni, partenze di gruppo 2017 e 2018; partenze a date fisse 2018
    ITINERARI PER I GRANDI VIAGGIATORI

    • Giorno per giorno

       

      1° giorno
      Italia - Abidjan

      Partenza con volo di linea per Abidjan, via Parigi. Arrivo verso sera, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

       

      2° giorno
      Abidjan: grattacieli e lagune - Bouaké

      La capitale economica della Costa d'Avorio ha grattacieli e palazzi di vetro che si slanciano verso il cielo quasi come a New York e lagune come a Venezia. Il “plateau”, il centro commerciale finanziario, cresce vorticosamente verso l’alto, piuttosto che  in senso orizzontale come in ogni altro centro africano. La terra a disposizione è poca e contesa alle acque della laguna Ebrié. Piena di vita, Abidjan si compone di quartieri diversi tra loro. La visita comincia con una breve escursione in battello per offrire un sguardo sul “plateau” dalle acque della laguna. Dal vivacissimo mercato di Treichville passiamo alla tranquilla Cocody, elegante quartiere residenziale con la Presidenza e le bianche costruzioni coloniali. Ci spostiamo nel nuovo quartiere di Youpugon, non lontano dalla foresta di Bancò e dai Fanico, i famosi lavandai. Al termine delle visite proseguiamo per l’aeroporto per il volo diretto a Bouaké, nel centro del Paese. Arrivo e sistemazione in hotel.  Pensione completa con pranzo al sacco.

       

      3° giorno
      Bouaké - Kong: dalla stirpe Akan all’architettura sudanese

      In mattinata incontro con i Baoulé, una popolazione di stirpe Akan proveniente dal Ghana.

      I Baoulé hanno, in comune con gli Ashanti, una profonda gerarchia sociale. La società baoulé è una società di tipo aristocratico che ha dato vita a un'arte regale, elegante, che nasce dal confluire di grandi tradizioni culturali. A differenza dei loro fratelli Ashanti, possiedono una multiforme scultura in legno che si distingue generalmente per l'esecuzione minuziosa e raffinata. Statue e maschere rappresentano il mondo degli spiriti. Visiteremo villaggi ancora oggi dediti a questa ricca produzione di artigianato. Le opere d'arte del popolo baoulé sono tra le più richieste dal mercato occidentale insieme a quelle dei Senufo e la produzione dei "falsi" è molto fiorente. Assisteremo alla danza delle maschere Goli che viene eseguita come intrattenimento e durante il funerale di personalità di alto lignaggio. Molto stilizzata, la maschera in legno Goli ha la forma di disco lunare ed è sormontata da due corna. Nel pomeriggio proseguiremo verso nord, lasceremo la strada principale per imboccare una pista che ci condurrà all’antica città di Kong. Il paesaggio cambia per lasciare il posto all'ambiente tipico del Sahel, una savana punteggiata di grandi alberi e baobab. Kong sarebbe la terra di origine del gruppo etnico Mandè e importante luogo di passaggio delle carovane che trasportavano sale e merci provenienti dal Sahara per scambiarlo con i prodotti delle foreste del sud come le noci di cola, con oro e schiavi. La moschea di Kong è il miglior esempio di architettura tradizionale sudanese in Costa d’Avorio. Pensione completa.

       

      4° giorno
      Ferkessedougou - La metallurgia tradizionale - Korhogo

      Percorso verso Ferkessedougou, principale snodo verso il Mali e il Burkina Faso. Oggi la città è conosciuta per il commercio degli zebù e il suo mercato. Da qui ci dirigiamo verso uno sperduto villaggio per assistere all’unico esempio di metallurgia tradizionale ancora in uso in Africa, un vero salto indietro nel tempo all’Età del ferro. Il minerale, proveniente da pozzi profondi, viene macinato manualmente. Il forno tradizionale, realizzato con mattoni di fango, viene preparato sistemando strati di carbonella alternati a strati di minerale di ferro. A questo punto lasciamo il villaggio, dove ritorneremo il mattino successivo,  quando il materiale avrà raggiunto il punto di fusione. Le tecniche di fusione del ferro sono tenute segrete e vengono rivelate solo ai membri iniziati. Solo i nati all’interno di una famiglia di fabbri potrà conoscere i segreti di questa antica lavorazione e solo dopo un lungo apprendistato si diventa fabbri. Padroni del fuoco, capaci di dialogare con gli spiriti della terra, i fabbri usano i loro potenti martelli come misteriosi strumenti di percussione. Sono una casta potente e temuta e si ritiene possiedano poteri magici. Per questo motivo sono spesso obbligati a vivere fuori dal villaggio. Proseguimento sino a Korhogo e sistemazione in hotel, dove pernotteremo due notti. Pensione completa.

       

      5° giorno
      Korhogo - I villaggi Senufo e la danza della pantera

      In mattinata faremo ritorno al villaggio del giorno precedente per osservare il risultato della fusione. La base sigillata del forno verrà spaccata per estrarre il ferro contenuto nella roccia. Il fabbro macinerà parte del ferro e successivamente con l’aiuto di un mantice scalderà la polvere di metallo fino a fonderla all’interno di uno stampo. Il metallo verrà poi nuovamente riscaldato e martellato in una forgia per ottenere la forma richiesta. Al termine di questo processo avremo assistito alla creazione di un oggetto in ferro, dall’estrazione del metallo fino alla sua fusione e alla lavorazione finale. La metallurgia tradizionale è un raro esempio di tecnologia tribale che si riteneva scomparsa da oltre ottant’anni, fino a che non è stato scoperto questo villaggio. Korhogo è un luogo di passaggio obbligato per chi attraversa il Nord della Costa d'Avorio ed è il centro principale del popolo Senufo, un etnia conosciuta per l'abilità dei suoi scultori, tessitori, pittori e fabbri, che ha prodotto i maggiori capolavori dell’arte africana e che vive ancora nel rispetto delle antiche tradizioni culturali. Visiteremo i villaggi tradizionali Senoufo che mantengono ancora oggi i segreti della produzione artigianale e dove potremo ammirare i massicci granai in argilla e le case sacre con i bassorilievi colorati. I Senoufo sono celebri anche per i loro complessi riti iniziatici. L’iniziazione dei ragazzi è chiamata Poro, si protrae in un lungo arco di tempo e consiste nell’apprendimento dei segreti sociali e religiosi che contraddistinguono un vero Senoufo, il superamento di prove e l’esibizione in danze mascherate. Tra queste ultime la più spettacolare è la danza della pantera (Boloy), nella quale si cimentano i ragazzi al termine di un periodo di isolamento nella foresta sacra, e a cui potremo assistere la sera presso un villaggio. La stagione secca è anche il momento dei grandi funerali che rappresentano momenti di ritrovo famigliare e di celebrazione della morte e della vita. Sistemazione in hotel a Korhogo. Pensione completa.

       

      6° giorno
      Korhogo - Escursione ai villaggi Peul e Senufo e la danza delle giovani vergini

      Ancora una volta lasciamo la strada principale per andare alla scoperta di uno dei più caratteristici villaggi della Costa d'Avorio, il villaggio senufo di Niofoin dalla bella architettura in terra. Ammireremo i granai d’argilla con simboli in bassorilievo e la casa sacra dal particolare tetto a cono, dipinti ed oggetti sacri dedicati ai culti animistici, praticati  ancor oggi dai Senufo. Proseguiremo verso alcuni villaggi abitati da Peul o Fulani,  allevatori nomadi dai cappelli a cono che si spostano in un eterno peregrinare tra le savane dell'Africa sub-sahariana con un semplice bastone a tracolla, una borraccia intorno al collo e i sandali ai piedi. Questi nomadi dallo sguardo fiero non sembrano aver bisogno di null’altro nel loro vagare alla ricerca di acqua e pascoli per le loro mandrie. Chi è avezzo a viaggiare in Africa, nelle vaste distese dei Paesi del Sahel, li vede comparire dal nulla e disperdersi in altrettanti luoghi misteriosi. Nei loro villaggi le donne ci accoglieranno avvolte in bellissimi tessuti colorati, intrecciati nei capelli e a mo' di collane fili di ambre del Baltico, perle di Boemia, antiche murrine veneziane alternate talvolta a bottoni e chincaglierie di plastica dei tempi nostri, dove tuttavia l'elemento saliente è sempre la fantasia, il gusto del colore, la manualità. Monili con una storia e una provenienza diversa e lontana, proprio come le donne che li indossano, abituate ad una transumanza quasi continua. Visiteremo le loro capanne accolti dal sorriso delle donne e dalla vivacità e allegria dei bambini, tra vecchie foto di famiglia, calebasse decorate e regali che fanno parte della loro dote. Nel tardo pomeriggio assisteremo alla danza Ngoro o “delle giovani vergini” eseguita dai Senufo, che fa parte al rituale di iniziazione femminile. Sistemazione in hotel a Boundiali. Pensione completa.

       

      7° giorno
      Boundiali - Odienné - I villaggi Malinké e la danza dei guerrieri sacri
      Nei dintorni di Odienné vive il gruppo etnico dei Malinké, discendenti dell’antico impero del Mali. Tra i personaggi della storia di queste famiglie ricordiamola figura del guerriero Samory Touré, che proprio in queste regioni trovò un grande sostegno contro l’avanzata dei coloni. Tra le fila dei suoi guerrieri si fecero notare i “Dozo”, la società dei cacciatori, per il coraggio dimostrato in battaglia e per il potere mistico ancora oggi tramandato nel corso di una lunga iniziazione. Per questa ragione, e sebbene oggi non ci siano più battaglie da combattere, il rispetto riservato a questa casta è sempre vivo. I Dozo sono considerati come una sorta di polizia locale, “angeli custodi” che sorvegliano i villaggi da malintenzionati e che fungono da paciere in caso di litigi, oltre ad essere considerati grandi guaritori per le conoscenze esoteriche di piante ed animali. Incontreremo i responsabili di questa casta. Vestiti con gli abiti-feticcio in tessuto tradizionale bogolan e con il fucile coperto di amuleti, i cacciatori ci accompagneranno in un’escursione a piedi nella savana per iniziarci al potere delle piante. Con loro visiteremo un villaggio malinké dove, al ritmo sempre più incalzante dei tam-tam, vedremo danze e dimostrazioni di resistenza al fuoco e ai coltelli. Sistemazione in hotel a Odienné. Pensione completa.

       

      8° giorno
      Odienné - I villaggi Yakouba e le maschere acrobatiche - Man

      Giornata dedicata all’incontro con il popolo Dan, detto anche Yakouba, che abita la regione montuosa e la savana boschiva attorno a Man. Visiteremo alcuni villaggi costruiti sul pendio di colline, con grandi capanne rotonde dai tetti in paglia, alcune affrescate dalle donne nei periodi di cerimonia. Al limitare dei villaggi vi sono le piantagioni. Tra i rami profumati del caffé e ai piedi di un gigantesco iroko visiteremo una pozza sacra, dove i pesci gatto sono venerati come antenati tutelari mentre, non lontano, gli echi dei tam-tam e le grida degli iniziati avvertono le maschere che è il momento di uscire dalla foresta sacra. La loro comparsa sarà un momento di grande suggestione e di emozioni indimenticabili. Le maschere sono una parte importante nella cultura dan, rappresentano la memoria collettiva della comunità, ne dettano i valori, contribuiscono a mantenere le tradizioni e la coesione dei clan. Percorso in direzione sud raggiungendo la città di Man, capoluogo delle popolazioni We e Guéré, ai piedi di verdissime montagne. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

       

      9° giorno
      Man - La foresta delle scimmie sacre e i ponti di liane

      La foresta fra la costa d’Avorio e la Liberia è famosa per i suoi grandi ponti di liane. Per le popolazioni locali l’origine di questi ponti è avvolta nel mistero. Sarebbero costruiti da giovani iniziati, segretamente e nel corso di una sola notte! Attraversarli non presenta grandi difficoltà se si rispettano i tabù imposti dalla tradizione, a meno che non si trasportino pesanti bagagli sulla testa e un bebé legato alla schiena, come fanno le ragazze del posto! Nel pomeriggio breve escursione nella foresta delle scimmie sacre di Gbepleu, depositarie del significato  del nome di Man. In Costa d’Avorio dietro  ogni città, quartiere o villaggio si celano le foreste sacre. Luogo di passaggio tra il mondo umano ed un altrove magico, sono i luoghi in cui i giovani vengono iniziati ai segreti sociali e spirituali dagli anziani anche attraverso l’uso di maschere, conservate segretamente ai piedi degli altissimi alberi. In un piccolo villaggio a pochi chilometri di distanza, le maschere usciranno dalla foresta. Nella cosmogonia del popolo Guéré esiste un Dio creatore che comunica con gli esseri umani esclusivamente attraverso dei mediatori, le maschere appunto. Durante la danza, la distanza tra il mondo degli uomini ed il mondo degli spiriti viene azzerata. Si ristabilisce l’ordine cosmico, sociale e si compie un atto di riconoscenza agli dèi e agli antenati. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

       

      10° giorno
      Yamoussoukro, una cattedrale nella savana

      Continuiamo il nostro viaggio nel cuore del Paese tra immense piantagioni di alberi da gomma, caffè e cacao, punteggiate da minuscoli villaggi. L’olfatto sarà deliziato dalla fragranza delle fave del Teobroma cacao, la pianta del cacao, che aleggia nell'aria e di cui il Paese è il primo produttore mondiale. Ci concederemo una sosta per apprendere le tecniche di coltivazione, di raccolta ed essiccazione dei semi. Azioni semplici, fatte a mano ma di vitale importanza, tanto da lasciare un impronta indelebile nell’aroma finale del cioccolato nonostante l’intervento di macchinari tecnologici.Nel pomeriggio giungeremo a Yamoussoukro, il “villaggio natale” dell’ex presidente della Costa d’Avorio Houphouet-Boigny, trasformato con ingenti investimenti in una città con superstrade pressoché deserte. Dal 1983 Yamoussoukro è divenuta la capitale della Costa d’Avorio. Qui sorge, accanto ad una moschea e al lago dei coccodrilli sacri, la versione africana della basilica di San Pietro in Roma. Ma questa città, voluta dal sogno di un uomo, è legata anche al suo destino: con la scomparsa di Boigny è divenuta letargica ed obsoleta…Girovagando tra gli immensi boulevard del centro, tra buchi nell’asfalto e qualche gallina, saltano all’occhio gli eccessi: giganteschi palazzi del governo, altissimi hotel di 14 piani, enormi scuole e persino un laghetto artificiale con tanto di caimani. Ma quello che più rimane di questo luogo surreale non è altro che la sensazione di vuoto per il nulla che circonda questa illusione. Sistemazione in hotel.  Pensione completa.

       

      11° giorno
      Gran Bassam - Abidjan - Italia

      Proseguiamo ancora verso sud, raggiungiamo la Laguna Ebriè e l’Oceano Atlantico. Edificata su una linea di sabbia fra lagune ed oceano, Grand Bassam ha conservato gli edifici di un tempo, quando era la ricca capitale della colonia. La vicinanza ad Abidjan l'ha trasformata oggi in luogo di villeggiatura marina. La città offre un’atmosfera particolare, grazie ai grandi e calmi viali ombreggiati da alti alberi, enormi bouganvillee e fiancheggiati da  edifici coloniali. Il vecchio palazzo delle Poste è un gioiello dell’architettura francese coloniale. Visiteremo il Museo del Costume, nell’ex Palazzo del Governatore. La collezione di costumi tribali, maschere, ornamenti e fotografie d’epoca, ci regalerà uno sguardo interessante sulla storia e la cultura del Paese. Trasferimento ad Abidjan. Alcune camere a disposizione in hotel. In serata trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia, via Parigi. Mezza pensione che include il pranzo.

       

      12° giorno
      Italia

      Arrivo in Italia al mattino presto.


      PARTENZE DI GRUPPO

      Quota individuale base 10 partecipanti con assistenza di accompagnatore dall'Italia:

       PARTENZE 2018  In doppia Supplemento
        singola
       Dal 10 al 21 Febbraio
      € 3575,00 €  590,00
       Dal 17 al 28 Novembre (*) € 3575,00 €  590,00

      (*) QUOTE E DATE SONO SOGGETTE A RICONFERMA. RIVOLGERSI AI NOSTRI UFFICI

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedi coperture assicurative

      Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 28/02/18


      La quota comprende

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Air France da/per Milano (classe di prenotazione T: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), i voli interni, 20 kg di franchigia bagaglio • Volo Abidjan/Bouake • Tutti i trasferimenti • Sistemazione in hotel, strutture e campi indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti Italiano (soggetti a disponibilità) oppure francese o inglese • Assistenza di un accompagnatore dall'Italia a partire da 10 partecipanti.


      La quota non comprende

       • Visto d'ingresso in Costa D'Avorio (95 euro) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 350 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato.

       

       

      PARTENZE INDIVIDUALI A DATE FISSE

      PARTENZE 2017

      DALL'11 AL 22 NOVEMBRE
      DAL 30 DICEMBRE AL 10 GENNAIO

      Programma su richiesta

       

      PARTENZE 2018

      DAL 20 al 31 GENNAIO
      DAL 24 FEBBRAIO AL 7 MARZO
      DAL 24 MARZO AL 4 APRILE
      DAL 28 APRILE AL 9 MAGGIO
      DAL 10 AL 21 NOVEMBRE
      DAL 29 DICEMBRE AL 9 GENNAIO

       

      Quote individuali

      Con l'assistenza di accompagnatore locale parlante italiano:  

      PARTECIPANTI

      In doppia

      Supplemento
      singola

       Base 6 partecipanti

      € 2090,00

      € 540,00

       Base 4/5 partecipanti

      € 2700,00 € 540,00

      Supplementi:
       

       Partenza del 30 Dicembre 2018

      € 100,00

      Quote dei servizi a terra valide fino al 31/12/18

      Assicurazione: vedi coperture assicurative

      La quota comprende

      • Volo Abidjan/Bouake • Tutti i trasferimenti in formula SIB (vedi "nota bene" in calce) • Sistemazione in hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma (vedi “nota bene” in calce) • Visite ed escursioni come da programma in formula SIB (vedi "nota bene" in calce) • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di accompagnatore/guida locale parlante italiano.

      La quota non comprende

      • I passaggi aerei internazionali (vedi "nota bene" in calce) • Visto di ingresso in Costa D'Avorio (Euro 95) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

      Nota bene

      • Servizi in formula SIB
      La formula SIB (Seat in Bus) prevede che durante i trasferimenti, le visite ed escursioni i partecipanti vengano a far parte di gruppi costituitisi localmente e formati da persone che possono essere di diverse nazionalità. I componenti dei gruppi così costituiti potrebbero essere anche numerosi

      • I passaggi aerei internazionali
      I passaggi aerei saranno confermati alla migliore tariffa disponibile al momento della prenotazione.

      Pranzi al sacco
      Durante le escursioni o nel corso dei trasferimenti quando non esistano strutture di ristorazione adeguate, il pranzo è previsto al sacco (Lunch box).

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Please enable the PHP curl extension to use the Twitter widget
    Informazioni Legali  |  Privacy  |  Black List Vettori Aerei

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop