Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

12 giorni

Giardini di spezie e meraviglie dell'architettura dravidica

PARTENZA DI GRUPPO: 

DAL 26 DICEMBRE AL 6 GENNAIO 2018


STATI VISITATI: 
TAMIL NADU • KARNATAKA

 


UN VIAGGIO PER...

Un viaggio per chi desidera regalarsi un’esperienza emozionante e vivere momenti di autentica serenità e al contempo di approfondimento culturale, immergendosi in paesaggi che invitano all’armonia, cornice di templi spettacolari. 


 

 I VOSTRI ALBERGHI

Chennai: Green Park Hotel 4*
Mahabalipuram: Grande Bay Resort 4*
Kumbakonam: Paradise Resort 
Trichy: Sangam Hotel 4*
Madurai: GRT Regency Madurai 4*
Mysore: Radisson Blu Plaza Hotel 5*
Hassan: Hoysala Village Resort



MEZZI DI TRASPORTO

Bus o minibus dotati di aria condizionata, a seconda del numero di partecipanti.


DA SAPERE

Il viaggio è adatto a tutti e non richiede particolare spirito di adattamento ma, come sempre nei percorsi in India, è opportuno essere dotati di sensibilità e tolleranza nei confronti di una realtà molto lontana dalle nostre consuetudini, sospesa tra modernità e passato. Il tour offre un panorama completo degli Stati del sud, con visite ai massimi capolavori dell’architettura religiosa. 


QUANDO PARTIRE

Il viaggio è effettuato a dicembre. Il periodo climaticamente più favorevole va dai primi di ottobre a metà aprile, con caldo moderato e precipitazioni contenute rispetto al resto dell’anno. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “L’India e il suo clima”.


In questo viaggio il patrimonio UNESCO:

- I templi di Mahabalipuram
- Il tempio di Shiva a Darasurama
- Il tempio chola di Brihadisvara


Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Mercoledì, 26 Dicembre 2018
  • INDIA DEL SUD - LA DANZA DI SHIVA A CAPODANNO

    Quote a partire da € 3.550 - 12 giorni
    ESCLUSIVA TUCANO

    • Accompagnatore Tucano

      Un viaggio con:

      Accompagnatore Tucano
    • Più che un Paese, l’India è un continente intero, una sorta di universo in scala ridotta popolato da decine di etnie diverse che parlano altrettanti idiomi e praticano differenti religioni. Una nazione così estesa e abitata da rendere insufficienti i consueti metri di paragone: per tentare di visualizzare cosa sia una popolazione di oltre un miliardo di persone, è al contempo utile e sconcertante pensare che l’India annovera 23 metropoli che superano il milione di abitanti. È dunque piuttosto evidente come l’India sia un Paese che non può lasciare indifferenti: con la sua storia ultramillenaria, lo splendore dei suoi monumenti e delle sue città, il fascino dei suoi molteplici modi di vita e delle sue antiche filosofie, i suoi paesaggi e i climi sempre differenti, il suo clamore e la sua complessità, offre infinite possibilità di lettura. Opulenza e fame, tecnologia elettronica e vacche sacre, passato remoto e futuro prossimo: in India – e dall’India – ci si può attendere solo l’inaspettato. Sia che si vogliano scandagliare le intricate cosmologie di questa terra, o si preferisca respirarne le atmosfere sovraccariche di sensualità, o più semplicemente ammirarne i panorami, per tentare di capire l’India la cosa essenziale è lasciare da parte i pregiudizi culturali e farsi coinvolgere fino in fondo, senza temere l’assurdo. 

       

      Giorno per giorno

       

      1° GIORNO
      ITALIA - CHENNAI
      Partenza dall'Italia al mattino presto con volo di linea per Chennai, via Abu Dhabi, dove l’arrivo è previsto nelle prime ore del giorno successivo.

       

      2° GIORNO
      CHENNAI - MAHABALIPURAM
      Arrivo a Chennai, trasferimento e sistemazione in hotel. Dopo la prima colazione iniziamo la visita di Chennai, la popolosa capitale dello Stato del Tamil Nandu che sorge su un lungo tratto della costa del golfo del Bengala, chiamata Coromandel; fino al 1996 la popolosa metropoli era nota con il nome di Madras, che oggi è rimasto a designare solo lo storico quartiere centrale. Il tentacolare sviluppo dell’area urbana ha inglobato cittadine un tempo autonome, come Triplicane e Mylapore, ormai divenute estesi quartieri cittadini; proprio in quest’ultimo facciamo sosta per ammirare il variopinto tempio tamil di Kapaleeswarar, considerato un capolavoro dell’architettura dravidica con la sua alta torre centrale letteralmente ricoperta da centinaia di statue vivacemente policrome. Fondato attorno al VII secolo (anche se deve il suo aspetto attuale alla metà del Cinquecento), vi si venera il dio Shiva; particolarmente interessanti e rare sono le 63 statue bronzee raffiguranti altrettanti Nayanmar (sorta di santi indù), che ornano il cortile esterno del tempio. Visitiamo poi il Forte Saint George, costruito a partire dal 1640 dalla Compagnia delle Indie Orientali, che fu il primo grande insediamento stabile fondato dagli inglesi in India. Il complesso, oggi sede del governo del Tamil Nandu, comprende anche la chiesa di Saint Mary, la Biblioteca Nazionale, la Galleria d’Arte e il Museo del Forte, che raccoglie interessanti cimeli risalenti al periodo coloniale. Al termine delle visite partiamo alla volta di Mahabalipuram, situata a una sessantina di chilometri di distanza sulle sponde del Golfo del Bengala. Arrivo e sistemazione in albergo. 
      Mezza pensione che include la cena.

       

      3° GIORNO
      MAHABALIPURAM – ESCURSIONE A KANCHIPURAM
      In mattinata partiamo alla volta di Kanchipuram (distante 70 chilometri, percorribili in due ore circa), una delle sette città sacre dell'India antica, un tempo capitale del regno Pallava. Nota anche come la “Città d’oro dai mille templi”, è una delle culle dell'architettura dravidica, che qui produsse sul finire del VII secolo alcuni dei suoi massimi capolavori. Ne visitiamo gli splendidi templi, dalle decorazioni a rilievo estremamente elaborate: i loro caratteristici gopuram, sorta di alte torri poste all’ingresso, sono visibili a grande distanza come cime di un'enorme foresta sacra. Il Kailasanathar, fondato nel 685 e dedicato a Shiva, è il più antico tempio induista al mondo. Di poco più tardo, l’imponente Ekambareswarar è invece il maggiore tempio della città, con un gopuram che sfiora i 60 metri di altezza. Dopo le visite – che comprendono anche il Kamakshi Amman, consacrato alla dea Parvati, e il contiguo Sakkiswarar – facciamo ritorno a Mahabalipuram. Nel pomeriggio visitiamo i principali monumenti dravidici di questo villaggio, che fu il principale scalo portuale della dinastia dei Pallava. Lo spettacolare rilievo raffigurante la “Discesa del Gange”, scavato in un enorme masso di diorite, narra la mitica discesa del principale fiume indiano sulla terra; la roccia è fessurata nel mezzo e una cisterna situata sulla sommità dello sperone permetteva a un fiotto d’acqua di colare fino a terra. Fra i tanti monumenti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO e disseminati attorno al rilievo spiccano i mandapa (piccoli santuari rupestri adorni di bassorilievi) e il gruppo dei ratha, cinque tempietti monolitici concepiti come carri processionali, simili a quelli che ancora oggi portano le immagini degli dèi indù in processione. Scolpiti nel VII secolo in alcuni massi di diorite, sembrano modelli in scala e si ipotizza che costituiscano le prove di una scuola locale di architettura e scultura. Infine, il celebre “Tempio della riva”, eretto all’inizio dell’VIII secolo, si erge solitario sulla spiaggia, dedicato a Shiva e Vishnu. È articolato in due costruzioni a pianta quadrata, entrambe sovrastate dal vimana, l’elaborata torre piramidale posta a protezione della cella. 
      Mezza pensione che include la cena.

       

      4° GIORNO
      MAHABALIPURAM - CHIDAMBARAM - DARASURAMA – KUMBAKONAM
      (250 km: 5 ore e mezza circa)
      Dopo la prima colazione ci rimettiamo in viaggio, diretti a Kumbakonam. Durante il percorso facciamo sosta a Chidambaram, città nella quale si trova uno dei più antichi e più celebri templi induisti di tutta l’India. Il complesso sacro, esteso su un’area di oltre 160.000 metri quadrati, sorge nel cuore della metropoli ed è consacrato a Shiva Nataraja, raffigurato nella tipica posa della danza cosmica. Nella forma attuale il superbo edificio sacro risale al X secolo e spicca sul panorama urbano con il suo immenso gopuram principale, volto a nord e irto di una miriade di statue e altorilievi vivacemente policromi, che si specchiano nelle placide acque della grande piscina rituale (detta Shiva Ganga). Il tempio costituisce una delle cinque mete di pellegrinaggio dello Shivaismo, corrente dell’Induismo che riconosce Shiva come dio supremo. Nelle vicinanze di Kumbakonam ci fermiamo a Darasurama, là dove sorge un altro spettacolare tempio induista anch’esso consacrato a Shiva, proclamato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Costruito nel XII secolo durante la dinastia Chola, l’Airavatesvara è un autentico catalogo di straordinari elementi architettonici e decorativi: lunghi porticati (mandapa) retti da una miriade di pilastri, bassorilievi dagli squisiti dettagli, un elaborato vimana alto 24 metri, un padiglione che riproduce nelle sue forme un gigantesco carro trainato da cavalli, oltre a un’infinità di santuari e cappelle di minori dimensioni. Un tempio gemello dell’Airavatesvara, nel quale risiede la sacra effigie della sposa di Shiva, la dea Sati, sorge poco distante in direzione nord. Arrivo a Kumbakonam e sistemazione in hotel.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      5° GIORNO
      KUMBAKONAM – TANJORE - TIRUCHIRAPPALLI
      (100 km: 2 ore e mezza circa)
      Partenza per Tanjore, anche nota con il nome di Thanjavur, che fu la capitale della dinastia dei Chola. Oggi è nota come la “Città dei Templi” poiché nel suo tessuto urbano ne sorgono ben 74, alcuni dei quali sono considerati tra i più importanti esempi dell’architettura dravidica; forse il più rilevante è il Brihadisvara, un grande santuario consacrato a Shiva attorno all’anno Mille. Iscritto nella lista dei monumenti dell’Umanità dell’UNESCO, si fa ammirare per la sua gigantesca torre piramidale (vimana) costruita sopra la cella principale; al suo interno è conservato un gigantesco lingam, simbolo maschile di Shiva. Il Brihadisvara è anche giustamente celebre per la squisita fattura delle sue complesse decorazioni scultoree. A Tanjore visitiamo anche il sontuoso Palazzo del Mahraja, fondato nel XV secolo e caratteristico per i suoi interminabili corridoi, le grandi sale, i molti cortili ombrosi e le torri di osservazione; oggi il Palazzo è adibito a Museo reale, con ricche collezioni di suppellettili e altri preziosi manufatti. Proseguimento per Tiruchirappalli, il cui nome è spesso abbrevviato in Trichy. Arrivo e sistemazione in hotel.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      6° GIORNO
      TIRUCHIRAPPALLI – SRIRANGAM – MADURAI
      (135 km: 3 ore circa)
      Partenza per la vicina Srirangam, oggi divenuta un quartiere insulare di Tiruchirappalli, nel mezzo del fiume Kaveri: qui sorge un celebre tempio, meta dei pellegrini che professano il Vishnuismo, ossia la corrente devozionale dell’Induismo che considera Vishnu quale dio supremo. L’immenso Sri Ranganathaswamy, considerato il più grande complesso sacro indiano nonché uno dei maggiori santuari al mondo e il più vasto tempio induista in uso sul pianeta, fu costruito nell’elaborato stile Tamil sul finire del XIV secolo. Esteso su un’area di ben 63 ettari, il tempio è circondato da sette cerchie murarie e comprende 50 santuari, 21 torri (gopuram), 39 padiglioni, 9 vaste piscine rituali e la Ayiram kaal mandapam, o Sala dei Mille Pilastri. Autentica città nella città, impreziosito da elaboratissimi bassorilievi, il tempio era un centro spirituale e al contempo un’istituzione caritatevole che includeva scuole, un ospedale e una grande cucina per il sostentamento degli indigenti. Al termine della visita partenza per Madurai. Arrivo e sistemazione in hotel. In serata assisteremo a una cerimonia religiosa (puja) celebrata dai brahamini, con la processione al tempio della dea Meenakshi.
      Mezza pensione che include il cenone di Capodanno in hotel.

       

      7° GIORNO
      MADURAI – CHENNAI
      Visita di Madurai, la più antica delle città Tamil e ancora oggi importante luogo di pellegrinaggio per gli indù. Dapprima raggiungiamo il Palazzo di Nayak Tirumalai, costruito nel 1636 dal sovrano dal quale prende il nome: l’edificio è un pregevole esempio di commistione tra lo stile dravidico induista e quello moghul islamico ed è considerato il capostipite dello stile indo-moresco; al suo interno colpisce soprattutto la vastità della sala delle Udienze (Svarga Vilasam), le cui arcate raggiungono i 12 metri di altezza. Più tardi visitiamo il Museo Gandhi, che conserva una notevole collezione di antichi dipinti, sculture e altri pregevoli manufatti. Entriamo infine nel grandioso complesso templare consacrato al dio Shiva Sundareswarar (“Dal bell’aspetto”) e alla sua consorte, la dea Parvati Meenakshi, duplice tempio costruito tra il 1663 e il 1660, uno i più ammirati di tutta l’India. L’enorme complesso di circa sei ettari, che sorge al centro di Madurai, funge da centro di preghiera e nel contempo da polo della vita sociale per l’intera popolazione. Nel labirinto di corridoi e sale, alla luce delle lampade votive, tra corone di fiori che ornano gli altari, si avvicendano i pellegrini al ritmo di gesti e preghiere millenari, mentre il rullo dei tamburi sacri si perde tra il profumo dell'incenso e della canfora offerti alle divinità. All’interno del recinto sacro è allestito anche un interessante museo d’Arte, che custodisce preziose statue in pietra e bronzo. In serata trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Chennai. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      8° GIORNO
      CHENNAI – BANGALORE - SRIRANGAPATNAM – MYSORE
      (Da Bangalore a Mysore 140 km, 3 ore circa)
      Dopo colazione trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Bangalore, capitale dello Stato del Karnataka nonché terza più popolosa metropoli del Paese. Arrivo e, prima di raggiungere Mysore, sosta per la visita di Srirangapatnam, cittadina sviluppatasi su un’isola del fiume Kaveri. Qui sorge l’imponente Forte, vasta cittadella fondata nel 1454 e più volte ampliata, circondata da una duplice cerchia muraria e da un fossato; l’accesso avviene attraversando un ponte e una monumentale porta. Sugli spalti della fortezza, nel maggio 1799, morì il leggendario sultano Tipu in un estremo tentativo di difesa contro le truppe inglesi. All’interno delle mura sorgono anche una moschea (la Jumma Masjid, dove il sultano era solito raccogliersi in preghiera) e un tempio induista risalente al X secolo, consacrato al dio Ranganatha, una delle manifestazioni di Vishnu. L’edificio, che comprende un alto gopuram molto ornato, è una delle cinque mete di pellegrinaggio degli adepti del Vishnuismo. Poco lontano dal Forte si trova il Palazzo d’Estate (Daria Daulat Bagh), fatto erigere nel 1784 dal sultano Tipu e circondato da un magnifico giardino verdeggiante. Il sontuoso edificio, costruito in gran parte in legno di tek in una curiosa commistione di stili architettonici, quello dravidico e quello moresco, è tra l’altro ornato da affreschi che illustrano le battaglie combattute dall’impavido sovrano. Anche qui è stato allestito un piccolo museo che custodisce cimeli appartenuti al sultano. Visitiamo infine il mausoleo in stile persiano (Sultan Gumbaz) nel quale riposano le spoglie di Tipu Sultan e dei suoi genitori. Arrivo a Mysore e sistemazione in hotel.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      9° GIORNO
      MYSORE - ESCURSIONE A SOMNATHPUR
      Giornata dedicata all'escursione al piccolo villaggio di Somnathpur, placidamente disteso sulle sponde del fiume Kaveri: qui sorge uno dei tesori architettonici dell’India meridionale, ossia il tempio di Chennakeshava. Consacrato nel 1268, costituisce uno dei vertici di un particolare stile architettonico, chiamato Hoysala dal nome della dinastia che governò un regno in questa regione tra il X e il XIV secolo. L’edificio sacro, formato da tre santuari consacrati ad altrettante forme del dio Vishnu, sorge al centro di una spianata circondata di un porticato retto da una miriade di pilastri ed è molto ben conservato. Notevoli sono i programmi decorativi a rilievo, che ornano gran parte del complesso monumentale; il tempio include 64 cappelle contenenti immagini di divinità. Il luogo, di arcana bellezza, sembra sospeso nel tempo e lascia un ricordo indelebile nel visitatore. Una volta fatto ritorno alla città di Mysore, famosa per la produzione di tessuti in seta e di incensi, ne visitiamo i monumenti più interessanti. Su tutti spicca l’Ambavilas Palace (o Mysore Palace) antica reggia che ospitò i sovrani del regno di Mysore fino al 1947, anno di costituzione della Repubblica Indiana. Costruito sul finire dell’Ottocento sopra fondazioni più antiche, è un edificio eclettico che fonde assieme suggestioni architettoniche indù, moghul, rajput e neogotiche; gli opulenti interni profusamente decorati raggiungono il loro apice nell’enorme Sala delle Udienze, retta da una miriade di colonne. Più tardi, salendo la scalinata che si inerpica sulla collina di Chamundi, sostiamo per ammirare un’enorme statua monolitica del toro Nandi, quindi proseguiamo fino all’apice, là dove sorge il tempio di Chamudeshwari, fondato nel XII secolo e sovrastato dall’immancabile gopuram profusamente ornato. Avremo poi ancora tempo per visitare la chiesa di Santa Filomena, costruita negli Anni Trenta sul modello del Duomo di Colonia, e il vivacissimo Devaraj Market, uno dei più celebri mercati indiani, le cui bancarelle sono un tripudio di merci e colori.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      10° GIORNO
      MYSORE – HASSAN – ESCURSIONE A BELUR E HALEBID
      (130 km: 3 ore circa)
      Partenza in direzione di Hassan, arrivo e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio escursione a Belur e Halebid. Belur oggi è poco più che un grosso villaggio ma un tempo fu la ricca città degli Hoysala, che regnarono nell’India meridionale tra l’XI e il XIV secolo. La località è celebre perché vi sorge il tempio di Chennakeshava, uno dei più perfetti esempi dell’architettura hoysala; fondato nel 1117 sulle sponde del fiume Yagachi e consacrato al dio Vishnu, è ancora oggi una delle maggiori mete di pellegrinaggio per i fedeli del Vishnuismo. Il grande complesso sacro si fa ammirare per le perfette proporzioni e per lo spettacolare programma decorativo a rilievo, di notevole finezza esecutiva. Il suggestivo interno, profusamente decorato e sorretto da 49 pilastri, lascia senza fiato per la sua atmosfera di intensa spiritualità; notevole, su un pilastro, è la sensuale figurazione di Mohini, avatar femminile di Vishnu. All’interno del complesso visitiamo anche il più piccolo tempio di Viranarayana e altre cappelle di minori dimensioni, ma di eguale pregio artistico. Più tardi sostiamo a Halebid, il cui nome che significa “Antica capitale” ricorda che questo fu il cuore pulsante del regno Hoysala nel XII secolo. Testimonianza di quell’epoca d’oro è il magnifico tempio duplice di Hoysaleshwara, dedicato a due differenti forme di Shiva e letteralmente rivestito da un profluvio di minutissime figurazioni a rilievo, tanto dettagliate da lasciare sbalorditi: infinite teorie di dèi e dee, fanciulle danzanti, animali e uccelli impreziosiscono ogni superficie, aprendo una finestra sulla società indiana di un’epoca lontana. Poco distante sorge il non meno spettacolare tempio di Kedareshwara, di poco più tardo e anch’esso consacrato a Shiva; anche qui il livello qualitativo delle decorazioni è impressionante. Al termine delle visite rientro ad Hassan.
      Mezza pensione che include la cena.

       

      11° GIORNO
      HASSAN - SHRAVANABELAGOLA - BANGALORE - ITALIA
      (195 km: 4 ore circa)
      Prima colazione. Oggi si fa ritorno a Bangalore. Lungo il percorso sostiamo a Shravanabelagola, antico centro jainista, dove una lunghissima scalinata conduce alla spettacolare statua monolitica di Gomateshwara, alta 18 metri. L’immensa scultura monolitica fu eretta da un sovrano locale per onorare l’eroe e monaco jainista Bahubali attorno al 983; la sua altezza rispecchia quella che secondo i jainisti doveva essere la statura originaria degli esseri umani. La statua, tutt’oggi una delle più alte al mondo, è una delle principali mete di pellegrinaggio per i fedeli del jainismo e ogni 12 anni viene celebrato un fastoso festival in suo onore. Dopo la sosta proseguiamo fino alla nostra destinazione. Arrivo a Bangalore e sistemazione in hotel, dove alcune camere saranno a disposizione per riposarsi in attesa del trasferimento in aeroporto per il volo di rientro in Italia, via Abu Dhabi.

       

      12° GIORNO
      ITALIA
      Arrivo in Italia.


      PARTENZA DI GRUPPO

      Con assistenza di accompagnatore dall'Italia:

       PARTENZA 2018

      In doppia 

      Supplemento
      singola

       Dal 26 Dicembre al 6 Gennaio 
      base 10/15 partecipanti

      € 3550,00

      € 690,00

       

      Le quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/12/18

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedere le coperture assicurative

      LA QUOTA COMPRENDE

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Ethiad per la partenza del 26 Dicembre 2018 (classe di prenotazione speciale gruppi), i passaggi aerei internazionali con voli di linea Lufthansa da/per Milano per il resto delle partenze (classe di prenotazione W: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 Kg di franchigia bagaglio • I voli interni a tariffa speciale riconfermabile solo all’atto della prenotazione/emissione dei biglietti, 15 Kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti • Sistemazione negli hotel indicati in apertura al tour) • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti inglese,parlanti italiano ove disponibili • Assistenza di accompagnatore dall'Italia a partire da 10 o 12 partecipanti, a seconda della partenza.

      LA QUOTA NON COMPRENDE

      • Visto di ingresso in India (Euro 85) • Le tasse aeroportualie di sicurezza (Euro 440 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuali supplementi di alta stagione per i servizi a terra e i cenoni di Natale / Capodanno per le partenze individuali • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

      Cambio applicato: 1 INR = 0,01351 EUR

       

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop