Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

13 giorni

LA GRANDE FESTA PER I 20 ANNI
DI REGNO DEL RE ASHANTI

I CASTELLI DELLA TRATTA,
ETNIE E VILLAGGI DEL NORD

PARTENZA UNICA
DAL 17 AL 29 APRILE 2019


UN VIAGGIO PER…

Chi desidera avvicinarsi al mondo intenso ed autentico dell’Africa, in particolare a chi ama i popoli e le loro tradizioni e non vuole perdere gli eventi più rari.


  I VOSTRI ALBERGHI

La sistemazione è prevista in hotel di categoria tre stelle ad Accra e Kumasi (di livello superiore, quando richiesto), in alberghi o resort selezionati tra i migliori esistenti nelle altre località ed equiparabili ad una categoria 2/3 stelle. Ricordiamo che le strutture alberghiere in generale non corrispondono agli standard europei.


 mezzi di trasporto

Minibus privati e/o vetture fuoristrada a seconda del numero di partecipanti.


 DA SAPERE

Il 21 aprile 2019 … in Ghana, il re degli Ashanti festeggia i suoi 20 anni di regno, anni che lo hanno visto impegnato a difendere e preservare l'immenso patrimonio culturale del suo popolo. Il suo popolo e la corte organizzeranno grandi celebrazioni a cui sono invitati i capi tribù e le delegazioni delle più importanti autorità africane. Questo evento rappresenta un'ottima occasione per visitare il paese cogliendone le particolarità sotto i profili paesaggistico, storico, etnografico ed architettonico. In assenza di strutture adeguate o per motivi logistici alcuni pranzi potrebbero essere al sacco. I percorsi si svolgono in prevalenza su strada asfaltata, alcune giornate presentano tratti su pista.


Quando partire... 

In Ghana il clima è tropicale caldo, con variazioni in relazione alla latitudine. Ad aprile le temperature si presentano più elevate nelle regioni settentrionali (tra i 25 e i 37°C) e sono più temperate man mano che si scende verso sud (tra i 22 e i 30°C le temperature registrate a Kumasi e Accra). La data di partenza rientra nel limite della stagione più asciutta - che va da ottobre/novembre ad aprile/maggio.


 

 

 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Mercoledì, 17 Aprile 2019
  • GHANA - DALLA COSTA DELL’ORO ALLE SAVANE DEL NORD E LA FESTA PER I 20 ANNI DI REGNO DEL RE DEGLI ASHANTI

    Quote a partire da € 3.250 - 13 giorni

    • Giorno per giorno

      1° giorno - 17 aprile
      Italia - Accra
      Partenza con volo di linea per Accra, via Lisbona. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

      2° giorno - 18 aprile
      Accra - Anomabu
      (120 km - 3 ore circa di strada asfaltata)
      Visita della capitale del Ghana, città a cavallo fra la tradizione africana e una rapida evoluzione, che ha saputo conservare una propria identità, riflessa sia nei vecchi quartieri dove si moltiplicano le attività tradizionali che in quelli più moderni. I verdeggianti quartieri amministrativi con le eleganti ville della prima metà del Novecento ci ricordano che questa fu la più prosperosa delle colonie britanniche d’Africa. Visita della città iniziando dal quartiere dei fabbricanti di sarcofagi dalle straordinarie forme “fantasy”, coloratissimi e a forma di frutti, pesci, aerei, animali, e dal Museo Nazionale, realizzato per comparare l’arte tradizionale del Ghana con quella dell’intero continente africano e per lo sviluppo della produzione artistica moderna. Proseguimento lungo la costa in direzione di Anomabu, arrivo e sistemazione in resort. Pensione completa.

      3° giorno - 19 aprile
      Anomabu - Escursione a Kakum Forest e castello di Elmina
      (170 km - 3 ore circa di strada asfaltata)
      Deviazione verso l’interno per un’escursione al Kakum National Park. Qui una passeggiata su un ponte sospeso costruito con funi assicurate da cavi in acciaio (canopy) ci consentirà di ammirare, da un’altezza di 30/40 metri, la gigantesca flora di una foresta primaria africana. Il parco è inoltre habitat di molte specie di uccelli e di farfalle. Al termine di questa suggestiva esperienza ritorneremo verso la costa raggiungendo Elmina, storica capitale della Costa d’Oro, nome legato alla storia dell’Africa, ma anche alla storia di tutta l’umanità, oggi tipico porto di pesca con centinaia di piroghe colorate che affrontano ogni giorno l’oceano. Nei vicoli del villaggio si respira un’atmosfera vivace e fuori dal tempo. Nel 1482 Cristoforo Colombo e Bartolomeo Diaz giunsero sin qui per costruire un castello sotto l’autorità portoghese. I luoghi scelti erano legati alla possibilità di sfruttamento dell’oro. Ecco l’inizio della storia di Elmina: un castello, un porto, un villaggio, da cinque secoli in contatto con le popolazioni europee. Il castello che si visita è il risultato dei lavori realizzati da portoghesi, olandesi, inglesi e dalle autorità locali. Nel corso della sua storia è stato utilizzato come magazzino per l’oro, l’avorio, i legni pregiati, ma potrebbe anche raccontare le vicende di quelle migliaia di schiavi ammassati tra queste mura per essere imbarcati in un viaggio senza ritorno. Oggi l’edificio è annoverato nell'elenco dei siti Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Una passeggiata nella città vecchia ci porterà a scoprire i “posuban”, santuari delle società Asafo, dove i guerrieri ancora oggi usano fare offerte alle grandi statue colorate. Rientro in resort ad Anomabu. Pensione completa.

      4° giorno - 20 aprile
      Anomabu - Kumasi e il rituale dei funerali ashanti
      (130 km - 2 ore circa di strada asfaltata)
      Partenza per Kumasi, la capitale degli Ashanti, città dalla spiccata vocazione commerciale che ha mantenuto le antiche tradizioni. Arrivo verso fine mattinata e sistemazione in hotel. Gli Ashanti, i signori dell’oro, rappresentano una monarchia ancora molto importante. L’Ashantehene, il sovrano, continua ad incarnare quei valori spirituali che sono le fondamenta dell’unità del suo popolo. Oggi Kumasi, con circa 1 milione di abitanti, è una spumeggiante città con uno stupefacente mercato centrale, uno dei più grandi d’Africa dove è esposto ogni tipo di prodotto artigianale (pelletteria, ceramiche, tessuti kente e adinkra), insieme a quasi tutti i tipi di frutta tropicale e verdura. Dopo aver visitato il mercato e il centro culturale degli Ashanti con la sua ricca collezione, parteciperemo alla celebrazione dei funerali che hanno luogo, in genere, ogni sabato. I partecipanti, vestiti con tenute nere e rosse, si danno appuntamento per ricordare il defunto a qualche anno dalla sua morte. Dopo i saluti rituali, espressi secondo la tradizione, tutti prendono posto per assistere alle danze. Intrattenuti dalla musica, i presenti offrono le loro condoglianze e i doni alla famiglia del defunto. I funerali terminano al tramonto in un clima disteso e festoso. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      Nota: I funerali ashanti, che hanno luogo il sabato, sono eventi spontanei. Pertanto la loro celebrazione non può essere garantita. 

      5° giorno - 21 aprile
      Kumasi: il giorno della grande festa per l'anniversario del re (Odwira festival) - Techiman
      (130 km - 5 ore circa di strada asfaltata)
      Gli Ashanti rappresentano uno dei più potenti regni africani fino al XIX secolo. Dal cuore della foresta dell'Africa occidentale questo popolo riuscì a dominare per oltre un secolo, fino all'arrivo degli inglesi nel 1873, un vasto territorio. La loro organizzazione sociale è ancor oggi incentrata sulla figura dell'Ashantehene, il re di tutti gli Ashanti. In passato gli Ashanti erano i signori del commercio e dell'oro, che divenne parte dell’ornamento e del costume: si specializzarono nell’arte orafa e crearono monili molto sfarzosi di cui fanno sfoggio ancor oggi in occasioni di feste e cerimonie. Durante questa giornata la popolazione e tutti i capi ashanti, ciascuno con i simboli tradizionali del potere, parasole, guardie armate di sciabole, trono e portaparole, si stringono intorno a Otumfour Osei Tutu II per celebrare con lui i venti anni di regno. Nipote del re precedente, succeduto al trono nel 1999, Osei Tutu II si è prodigato per la conservazione della gloriosa cultura ashanti. La festa si svolgerà nello stadio di Kumasi, l'unica struttura in città capace di accogliere una grande moltitudine di persone e invitati, e sarà preceduta dal lento sfilare delle delegazioni di capi, composte ciascuna da molti personaggi di corte, dai corpi diplomatici, capi di stato e ospiti d'onore. Ultimo, in un tripudio di rarissima intensità il re, seguito dal trono d’oro, simbolo di unità e potere. Tutti i rappresentanti della società si presenteranno a lui per gli auguri di rito, dal presidente della repubblica al più semplice dei cittadini tutti si uniranno in questo immenso corteo augurale. Gli astanti, dopo i saluti rituali espressi secondo le regole della tradizione, prenderanno posto per assistere alle danze ashanti ritmate dai tamburi. Per gli Ashanti la festa non è solo un'occasione per manifestare la propria, forte identità culturale, ma anche la propria potenza economica, evidente nello sfarzo dei costumi e nei massicci ornamenti d'oro. Nel tardo pomeriggio proseguiremo in direzione nord con arrivo a Techiman. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      6° giorno - 22 aprile
      Techiman - Wa: moschee di fango
      (330 km - 6 ore circa di strada asfaltata con tratti su pista)
      Da Techiman iniziamo il nostro circuito nelle regioni settentrionali del Ghana. Il paesaggio che attraversiamo lascia progressivamente i colori della foresta per rivestire quelli ocra della savana. La strada segue tracce che furono un tempo i percorsi di antichecarovane che collegavano i più importanti centri commerciali dei reami dell'impero sudanese, come Djennè e Timbuctu, alla regione di Kumasi, grande produttrice d’oro e di noce di cola. La presenza di moschee in stile sudanese testimonia gli antichi e fiorenti commerci che esistevano tra i popoli della savana e i popoli della foresta. Trasferimento verso Wa, città le cui origini risalgono al XVII secolo, posizionata all’incrocio di importanti vie di comunicazione. Il Palazzo Reale conserva elementi che richiamano l’architettura di stile sudanese, caratteristica del Sahel. Se disponibile, incontreremo il re di Wa. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      7° giorno- 23 aprile
      Wa e le case fortezza dei Lobi
      Nelle vicinanze di Wa vivono i Lobi. Vere sculture in terra cruda, le case lobi sono piccole fortezze in argilla protette da un alto muro cieco, includono un granaio di forma rettangolare attorno al quale si articolano le stanze e la stalla. Il capo famiglia è l’unica autorità. Responsabile dei familiari davanti al consiglio degli anziani, egli è incaricato del mantenimento degli altari sacrificali, funzione essenziale dell’importante culto degli antenati, e dell’organizzazione del lavoro nei campi. I Lobi sono abili artisti: le loro statuette, utilizzate come protezione spirituale, occupano una posizione di prestigio in numerose collezioni di arte africana e tra di loro si trovano bravi suonatori di balafon. Giornata dedicata alla visita degli insediamenti dei Lobi con percorsi su piste. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      8° giorno - 24 aprile
      Wa - Bolgatanga e le case affrescate dei Gurunsi
      (320 km - 6 ore circa di strada asfaltata e pista)
      In mattinata trasferimento per raggiungere la regione di Bolgatanga e i villaggi dei Gurunsi. Qui le donne realizzano veri e propri “affreschi” sulla facciata delle abitazioni, costruzioni d’argilla fortificate dalle armoniose forme tondeggianti. I disegni, dal significato religioso, prima ancora che estetico, si ricollegano ai culti praticati dagli anziani della casa. Equilibrio delle forme architetturali e degli spazi umani, perfetta armonia con l’ambiente circostante: queste popolazioni sembrano possedere il dono della “misura” e della “forma” unita ad un innato senso artistico. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      9° giorno - 25 aprile
      Da Bolgatanga a Yendi: la grotta dell'oracolo
      (230 km - 5 ore circa di strada asfaltata)
      Ci addentriamo ora nella regione di Bolgatanga e con una piacevole escursione a piedi raggiungiamo l’altopiano di Tongo, luogo spettacolare dove si innalzano enormi pinnacoli formati da pietre enormi, sovrapposte con incredibile regolarità, che le popolazioni locali considerano parti di antiche abitazioni degli dèi. Visita della grotta dell’oracolo, una profonda crepa che taglia la montagna, alla quale si può accedere solo se accompagnati dai sacerdoti Talensi che vi compiono riti e sacrifici. Alla sacralità del luogo si aggiunge qui una nota di atmosfera primordiale quando, in certe giornate, il soffio dell’harmattan produce a contatto con la roccia e le sue fessure sibili e suoni che alcuni definiscono sinistri. I Talensi si riuniscono in clan che possono contare sino a 60 persone che dividono in genere la stessa abitazione fortificata, costruita in argilla, una sorta di labirinto a cui si accede da un unico ingresso e al cui interno piccoli passaggi, scalette, corridoi coperti, stanze a forma di uovo, terrazze, formano un insieme armonico e suggestivo. Successiva tappa i villaggi Dagomba, con case rotonde dal tetto in paglia. Gli abitanti, dediti all’agricoltura, si sono stabiliti da tempo su questi territori, condividendoli con altri gruppi, come ad esempio con i Kokomba. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      10° giorno - 26 aprile
      Da Yendi a Nkwanta: il villaggio delle streghe
      (170 km - 4 ore circa di strada asfaltata con tratti di pista)
      Sosteremo presso un villaggio Kokomba, popolato nientemeno che da...streghe. In un quadro di architettura tradizionale saremo accolti cordialmente da donne sulle quali pesa l’accusa di stregoneria. Considerate responsabili di fatti gravi quali la morte di un giovane, una malattia improvvisa, un raccolto mal riuscito... queste donne vengono esiliate in appositi villaggi, dove la presenza di un feticcio speciale è in grado di “controllarle”. La loro accoglienza gentile e sorridente fa da contrasto alle storie gravi che dovrebbero giustificare il loro esilio. Un’architettura tradizionale semplice, riadattata alle esigenze di una comunità speciale fa da quadro ad un villaggio esteso e pulito. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      11° giorno - 27 aprile
      Da Nkwanta a Wli: dalle savane alla foresta tropicale
      (180 km - 4 ore circa di strada asfaltata)
      Ridiscendendo verso sud attraversiamo la regione del Volta e ritroviamo l'ambiente della foresta tropicale. Lungo il percorso visiteremo piantagioni di cacao e caffè e sosteremo presso piccoli villaggi, dove saremo accolti con grande cordialità da popolazioni sempre gentili e felici di incontrare i rari visitatori. Giungiamo in prossimità della frontiera con il Togo. Un sentiero pianeggiante di 45 minuti circa che si snoda nella foresta, dove sono state identificate 200 specie di uccelli e 400 di farfalle, ci conduce alle cascate di Wli, le più imponenti della regione, con un’altezza di 60-80 metri. Sistemazione in hotel. Pensione completa.

      12° giorno - 28 aprile
      Da Wli ad Accra: cerimonie vudù - Italia
      (250 km - 3 ore circa di strada asfaltata)
      Ci spostiamo verso Akossombo per assistere ad una cerimonia vudù. Il vudù è la religione tramandata dagli antenati ed è praticata con fervore. Quest’esperienza religiosa è molto più ricca e complessa dei cliché diffusi in Europa, secondo i quali il vudù non sarebbe altro che una bassa forma di magia nera. Si tratta invece di una religione che dà senso e ordine alla vita di milioni di persone, qui e altrove nel mondo. Durante la cerimonia può succedere che tra suoni di tamtam e canti tradizionali, lo spirito Vudù s’impossessi di alcuni adepti, dando luogo ad autentiche manifestazioni di trance. Nel pomeriggio raggiungeremo Accra. Camere a disposizione in hotel in attesa della partenza con il volo di rientro in Italia, via Lisbona. Mezza pensione che include il pranzo.

      13° giorno - 29 aprile
      Italia
      Arrivo in Italia in tarda mattinata.

       


      PARTENZA DI GRUPPO: 

      DAL 17 AL 29 APRILE 2019

      Quote individuali: 

      Partecipanti

      In camera doppia

      Supplemento singola

      Da 10 partecipanti
      con accompagnatore dall’Italia

      € 3490,00

      € 590,00

      Da 6 a 9 partecipanti
      con assistenza di guide locali

      € 3250,00

      € 590,00

      Da 4 a 5 partecipanti
      con assistenza di guide locali

      € 3750,00

      € 590,00

       

      LA QUOTA COMPRENDE
      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Air Portugal da/per Milano (classe di prenotazione speciale gruppi: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), i voli interni, 20 kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti • Sistemazione in hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma (vedi anche “nota bene” in calce) • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti Italiano • Assistenza di un accompagnatore dall'Italia a partire da 10 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

       

      LA QUOTA NON COMPRENDE
      • Visto d'ingresso in Ghana (90 euro) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 370 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato. 

       

      Nota bene
      • Durante le escursioni o nel corso dei trasferimenti, quando non esistano strutture di ristorazione adeguate il pranzo è previsto tipo picnic.



    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop