Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

14 giorni

PARTENZA DI GRUPPO CON ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA: 
DAL 15 AL 28 MARZO 2019


UN VIAGGIO PER...

Un viaggio per viaggiatori curiosi di assistere ad un evento insolito e straordinario, che ci riporta indietro nel tempo. Il viaggio è adatto a tutti, ma occorre tenere presente che Dharamsala si trova a 1800 metri di altezza (per essere precisi dai 1250 metri del Bazaar ai 1800 di Mc Leod Ganj).


UN VIAGGIO CON...


Nello Del Gatto, laureato in filosofia con specializzazione in Storia del Cristianesimo e religioni e filosofie dell’India e dell’Estremo Oriente, vanta una profonda conoscenza dell’India e della Cina. Per undici anni è stato corrispondente Ansa, dapprima in India - con responsabilità anche su Pakistan, Sri Lanka, Bhutan, Nepal e Maldive - quindi in Cina. Collabora con la rivista dell’Istituto per gli Affari Internazionali e Radio 3 RAI. Ha partecipato in qualità di consulente nell’organizzazione di numerosi e importanti eventi internazionali politici e sportivi. In qualità di esperto culturale e accompagnatore professionista dal 1995, collabora con Il Tucano trasmettendo ai viaggiatori la propria le proprie conoscenze sui Paesi dell'Asia e dell’Estremo Oriente.

Vedere il Nota bene


 

I vOSTRi alberghi

Delhi: Holiday Inn Aerocity 5*
Haridwar: Haveli Hari Gangga 3* Sup. (Heritage)
Chandigarh: The Lalit 5*
Anandpur Sahib: Aagman Camp
Palampur: RS Sarovar Portico 4*
Dharamsala: Pride Surya 3*
Amritsar: Taj Swarna 5*



Mezzi di trasporto

Vetture, minibus o pullman privati dotati di aria condizionata, a seconda del numero di partecipanti. 


DA SAPERE 

L’Holla Mohalla coincide con il periodo in cui si festeggia anche l’Holi, la “festa dei colori” ad Amritsar: attenti dunque a eventuali spruzzi di acqua colorata o a lanci di polveri multicolori! Il viaggio non presenta particolari difficoltà, pur prevedendo alcuni trasferimenti piuttosto lunghi e intense giornate di visita. Come sempre in tutti i luoghi sacri si entra senza scarpe. L’hotel di Dharamsala, di categoria 3 stelle, è il migliore in città.


QUANDO PARTIRE... 

Incentrato su un evento speciale, questo viaggio viene effettuato in primavera, in corrispondenza della festa di Holla Mohalla che si celebra a marzo. Il clima in questo periodo è molto gradevole: caldo secco di giorno, più fresco la sera. Le temperature massime registrate ad Amritsar si attestano sui 27°C, le minime sugli 11°C. Haridwar e Rishikesh sono a circa 400 metri di altezza però risentono dei venti dell’Himalaya, per cui farà decisamente più fresco e farà freddo a Dharamsala. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “L’India e il suo clima”.


In questo viaggio il patrimonio UNESCO

- L’opera architettonica di Le Corbusier a Chandigarh


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Venerdì, 15 Marzo 2019
  • INDIA - HOLLA MOHALLA: IL GRANDE RADUNO DEI SIKH E LA VIA DELLO SPIRITO

    Quote a partire da € 3.250 - 14 giorni
    ITINERARIO PER GRANDI VIAGGIATORI

    • Nello Del Gatto con il Dalai Lama

      Un viaggio con:

      Nello Del Gatto
    • Il Punjab, nel nord dell'India, ai confini con il Pakistan è uno stato poco visitato dai turisti stranieri ma bellissimo. Il nome letteralmente significa “cinque acque”, poiché si trova alla confluenza dei fiumi Satluj, Bias, Ravi, Chenab e Jehlam, che scendono dall'Himalaya e rendono questa zona tra le più fertili del mondo. Il Punjab è la culla della religione Sikh, fondata da Guru Nanak nel XV secolo. Nanak, induista di nascita, ebbe come migliore amico un musulmano e si rese conto ben presto che le due fedi avevano molti punti in comune. Iniziò subito a predicare il messaggio di unità, riscuotendo un grande successo. Riunì i fedeli e fondò la nuova confessione Sikh, strettamente monoteista che si oppone al sistema delle caste. Una volta all'anno, i Sikh si riuniscono per la spettacolare festa di Holla Mohalla, durante la quale si susseguono le preghiere e le cerimonie sacre, mentre ad ogni angolo si vedono i duelli rituali tra i Nihang. È un turbinare di spade, levarsi di scudi, corse di cavalli, esibizioni di tiro con l'arco. Soprattutto una testimonianza fantastica di tradizioni ancora vive e vissute che fanno del Punjab una delle regioni più affascinanti dell'India. Una festa così particolare e suggestiva che vale un viaggio in India. Ma con questo viaggio vogliamo portarvi anche in alcuni dei luoghi più sacri dell’Induismo e del Buddhismo: un sognante itinerario in luoghi remoti quanto straordinari per storia, bellezza paesaggistica, cultura, partendo da Nuova Delhi per raggiungere la città santa di Haridwar, poi la mitica Rishikesh, e di qui ancora a Dharamsala, sui contrafforti dell’Himalaya, sede del Dalai Lama in esilio.

      Giorno per giorno

       

      1° GIORNO
      ITALIA - DELHI
      Partenza per Delhi, via Istanbul, con arrivo il giorno successivo.

       

      2° GIORNO
      DELHI – HARIDWAR
      (220 km: 6 ore circa)
      Arrivo a Delhi al mattino molto presto, trasferimento in hotel e tempo per riposo. Nel pomeriggio partenza per Haridwar. Arrivo e sistemazione in hotel.
      Pensione completa.

       

      3° GIORNO
      HARIDWAR
      Intera giornata dedicata alla visita della città. Haridwar è particolarmente importante perché qui il Gange, che sorge 157 chilometri più a monte, sui bordi del ghiacciaio di Gangotri, lascia la zona himalayana e le sue acque impetuose rallentano il corso mentre procedono verso le pianure. Haridwar, il cui nome letteralmente significa “cancello degli dei”, ospita ogni 12 anni il Kumbh Mela così come Allahabad, Nasik e Ujjain. Si vedranno ashram dalle diverse architetture e l’Har-ki-Pauri, cioè il punto preciso dove il Gange lascia le montagne ed entra in pianura. Proprio qui, ogni sera, si assiste al Gangga Aarti, la venerazione del fiume, uno spettacolo toccante e magico all’imbrunire (i non hindu possono vedere l’aarti solo dal ponte adiacente al ghat).
      Pensione completa.

       

      4° GIORNO
      HARIDWAR – ESCURSIONE A RISHIKESH
      (25 km per tratta: 45 minuti circa)
      Dopo la colazione visita della non lontana Rishikesh, che si trova dove il monte Garhwal si innalza improvviso dalla pianura circostante. Circondata da colline da tre lati, la cittadina si affaccia sulle rive del Gange e ospita, come Haridwar, molti ashram e centri di meditazione. Sui ghat lungo il fiume sostano molti sadhu in meditazione. Vedremo il Laxman Jhulla, il ponte sospeso costruito in sostituzione del vecchio ponte di corde esistente per raggiungere il tempio di Lakhsman situato sulla riva occidentale; il Ram Jhulla; il Shivananda Ashram; il Bharat Mandir,il tempio più vecchio della città e il Triveni ghat. Al termine delle visite rientro a Haridwar.
      Pensione completa.

       

      5° GIORNO
      HARIDWAR – CHANDIGARH
      (200 km: 5 ore e mezza circa)
      Dopo la colazione partenza per Chandigarh. Nel pomeriggio visita della città costruita secondo il progetto dell’architetto francese Le Corbusier, che si trova ai margini delle colline Siwalik, l’ultimo avamposto dell’Himalaya ed è divisa in 47 quartieri separati da larghi viali. Il celebre maestro dell’architettura razionalista progettò inoltre molti dei suoi edifici principali. Considerati capolavori assoluti del Movimento Moderno, gli edifici che costituiscono il complesso del Campidoglio sono stati iscritti nell’elenco del Patrimoni dell’Umanità dell’Unesco. A Chandigarh, una delle città meglio pianificate al mondo, si trova anche la gigantesca scultura intitolata “La mano aperta”, intesa da Le Corbusier come simbolo di pace e riconciliazione universali. Visita del museo dedicato a Le Corbusier ed al Rock Garden, progettato da Nek Chand utilizzando materiale di scarto di fabbriche, detriti e vari materiali deteriorati, per dimostrare che si può trovare la bellezza anche nell’inaspettato.
      Pensione completa.

       

      6° GIORNO
      CHANDIGARH – ANANDPUR SAHIB
      (100 km: 2 ore circa)
      Dopo la colazione, partenza per Anandpur Sahib, dove si terranno i festeggiamenti dell’Holla Mohalla. Anandpur Sahib è una piccola città situata sulle basse pendici dell'Himalaya, uno dei più importanti luoghi sacri dei Sikh. Qui, sulla riva sinistra del fiume Satluj, vicino alle rovine di un antico palazzo, il Makhowal, il nono guru Sikh fondò nel 1664 un grande tempio-fortezza dove soggiornò il decimo ed ultimo guru, Gobind Singh. Ed è proprio a lui che si deve l'organizzazione militare di una parte dei Sikh e l'introduzione del battesimo della spada. Gobind Singh, davanti alle ripetute persecuzioni, invitò i Sikh a difendere la fede con le armi. Essi dovevano prendere il cognome Singh, che significa “leone”, e portare il turbante. Oggi in questo luogo si trova un grande tempio di marmo bianco, il Takht Keshgarh Sahib, costruito nel 1936. All'interno sono custodite le sei spade utilizzate nelle prime cerimonie.
      Pensione completa.

       

      7° GIORNO
      ANANDPUR SAHIB
      Intera giornata dedicata alla festa di Holla Mohalla. Fu Gobind Singh a volere che la festa di Holi, generalmente celebrata con spargimento di acqua e di polveri colorate, divenisse occasione per una dimostrazione dello spirito marziale della sua gente e a ribattezzarla col nome di Holla Mohalla, dove il termine Mohalla deriva da Mahalia, che significa “colonna di soldati”. Qui convergono da tutto il paese le congregazioni dei Nihang, i membri dell'esercito del guru con gli abiti blu oltremare dalle vivaci decorazioni color zafferano, gli straordinari turbanti decorati con anelli d'argento, le lunghe barbe bianche ed i baffi maestosi. Uno spettacolo nello spettacolo. All'interno del tempio e sotto le tende improvvisate si susseguono le preghiere e le cerimonie sacre, mentre ad ogni angolo si vedono i duelli rituali tra i Nihang. È un turbinare di spade, levarsi di scudi, corse di cavalli, esibizioni di tiro con l'arco.
      Pensione completa. 

       

      8° GIORNO
      ANANDPUR SAHIB – PALAMPUR
      (180 km: 5 ore circa)
      Dopo la colazione partenza per Palampur visitando, lungo il percorso, il forte di Kangra. All’arrivo a Palampur, sistemazione in hotel. Palampur è una bella cittadina situata a 1219 metri di altezza, circondata dalle vette innevate del Dhalaudhar Range, fiancheggiata da risaie terrazzate e pittoresche piantagioni di tè. Nel pomeriggio, visita al villaggio dei ceramisti di Andretta e ad una piantagione di tè.
      Pensione completa.

       

      9° GIORNO
      PALAMPUR – DHARAMSALA
      (40 km: un’ora e mezza circa)
      Dopo la colazione partenza per Dharamsala. Cuore della cultura tibetana in India, Dharamsala si trova in una splendida posizione nella valle del Kangra, nella Dhalaudhar Range, nella regione himalayana. La cittadina è molto visitata per la vicinanza con Mc Leod Ganj, dove si trova la sede del Dalai Lama e del Governo tibetano in esilio. Lungo la strada visita al Norbulingka, Istituto di tibetologia così chiamato dal nome del palazzo d’estate del Dalai Lama a Lhasa, che ospita diverse sezioni tra cui il centro delle arti, l’accademia di cultura tibetana ed il centro culturale di ricerca letteraria. Proseguimento per Mc Leod Ganj e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita del tempio di Tsuglagkhang, di fronte alla residenza del Dalai Lama.
      Pensione completa.

       

      10° GIORNO
      DHARAMSALA
      Giornata dedicata alla visita di Dharamsala e dei dintorni. Si vedranno il monastero di Gyuto ed il monastero delle monache di Dolmaling. Il Monastero di Gyuto è uno dei maggiori centri di studi tantrici della tradizione Gelukpa. Fondato nel 1474 in Tibet da un discepolo del primo Dalai Lama, è stato spostato in India nel 1959: ora ospita più di 500 monaci ed è la residenza temporanea del Karmapa. Lo spazioso e gradevole campus e la magnificenza del tempio risollevano immediatamente il visitatore appena arrivato, mentre le molte statue di divinità tantriche ispirano riverenza per le profonde tradizioni che continuano da più di 500 anni. Il Monastero delle Monache di Dolmaling, situato dietro il Norbulingka, è il primo che offre alle monache un insegnamento buddhista completo: gli insegnamenti del monastero, fondato dal Tibetan Nun’s Project nel 1990, vanno infatti dal dibattito alla filosofia e comprendono corsi di inglese e tibetano. Nel pomeriggio visita del Museo del Tibet e il Tempio di Bhagsu.
      Pensione completa.

       

      11° GIORNO
      DHARAMSALA – AMRITSAR
      (200 km: 5 ore circa)
      Dopo la colazione partenza per Amritsar. All’arrivo, sistemazione in hotel. Nel pomeriggio prima visita del Tempio d’oro, chiamato anche Sri Harmandar Sahib. A differenza di molte città indiane, Amritsar non è molto antica, poiché fu fondata solo 430 anni fa dal Guru Ram Das, il quarto dei dieci guru Sikh. Suo figlio Arjun fece erigere, al centro dello stagno sacro, un tempio al cui interno collocò la sacra scrittura Sikh, il Granth Sahib. La città prende il nome proprio da questo stagno, Amrit (nettare) e sar (stagno). Nel 1803 il governatore Sikh Maharaja Ranjit Singh fece ricostruire il tempio impiegando marmo e oro (per rivestirne le cupole furono necessari più di 400 chili di oro laminato) e da allora l’edificio prese il nome di Tempio d’oro. I Sikh lo chiamano Hari Mandir (Tempio di Dio) o Darbar Sahib (la corte del Signore). Per entrare nel Santuario occorre levarsi le scarpe ed avere il capo coperto. Al suo interno, oltre ad ammirare le strutture architettoniche, si possono vedere pellegrini assorti in preghiera ed ascoltare gli inni sacri, che iniziano al mattino presto e terminano a notte inoltrata. In tarda serata assisteremo alla cerimonia chiamata “Palki Sahib”, durante la quale i libri sacri “vengono messi a dormire”. Per tutto il giorno i lettori si alternano per salmodiare il libro sacro del Granth Sahib circondati dai pellegrini che ne cantano i versetti al suono di strumenti a corde. Ogni sera, con questa suggestiva cerimonia, la copia originale del Granth Sahib viene ricondotta all’interno dell’Akal Takhat, il parlamento Sikh.
      Pensione completa.

       

      12° GIORNO
      AMRITSAR
      La mattina è dedicata ad un’ulteriore visita al Tempio d’oro, il cui complesso comprende anche altri edifici sacri di grande valore storico, tra cui l’Akal Takht, di fronte al Tempio principale, contenente le armi, gli abiti e le insegne dei guru guerrieri e la Baba Atal, torre di nove piani. La mattina prosegue con la visita al Jalian Wala Bagh, un giardino nei cui pressi, il 13 aprile del 1919, il Generale Dyer fece sparare sulla folla inerme. Il triste evento è commemorato da un monumento divenuto meta di pellegrinaggio. Nel pomeriggio, se tutto tranquillo, si assisterà alla cerimonia del cambio della guardia alla frontiera di Wagah che conduce in Pakistan, a soli 30 chilometri da Amritsar. In serata chi lo desidera può effettuare un’ulteriore visita al Tempio d’oro.
      Pensione completa.

       

      13° GIORNO
      AMRITSAR – DELHI
      Mattina a disposizione per acquisti e visite individuali. Nel pomeriggio, trasferimento all’aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo per Delhi. All’arrivo, trasferimento in hotel e pernottamento.
      Pensione completa.

       

      14° GIORNO
      DELHI – ITALIA
      Nelle prime ore del mattino trasferimento in aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul volo di rientro in Italia via Istanbul. Arrivo in Italia nel pomeriggio.


      PARTENZE DI GRUPPO

      Quote individuali base 10/15 partecipanti con accompagnatore dall’Italia:

       PARTENZE 2019

      In doppia

      Supplemento
      singola

      Dal 15 al 28 Marzo 
      con accompagnatore Nello Del Gatto

      € 3250,00

      €   930,00

      Quota garantita fino all’11/1/19.

      PRENOTANDO ENTRO QUESTA DATA, SI AVRÀ LA GARANZIA CHE LA QUOTA NON SUBIRÀ VARIAZIONI A SEGUITO DELL’AUMENTO DELLE TARIFFE AEREE. PER ULTERIORI INFORMAZIONI, VI INVITIAMO A LEGGERE LE PAGINE “PRENOTARE IN ANTICIPO CONVIENE...”  CLICCANDO QUI 

      Quotazioni negoziate in Euro

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedere le coperture assicurative   

       

      LA QUOTA COMPRENDE 

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines (classe di prenotazione speciale gruppi), 20 Kg di franchigia bagaglio • I passaggi aerei nazionali con voli di linea Jet Airways, 20 Kg di franchigia bagaglio in stiva • Tutti i trasferimenti • Sistemazione negli hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti inglese • Assistenza di accompagnatore dall'Italia a partire da 10 partecipanti.

       

      LA QUOTA NON COMPRENDE 

      • Visto di ingresso in India (Euro 85) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 340 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuali supplementi di alta stagione per i servizi a terra di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

       

      Nota bene:
      Se per motivi non imputabili alla sua volontà, l’accompagnatore specialista non potesse condurre il viaggio – a titolo esemplificativo per motivi di malattia o altro legittimo ed improcrastinabile impedimento – provvederemo ad assegnare un altro accompagnatore con analoga specializzazione. Qualora non fosse disponibile, assegneremo uno dei nostri migliori accompagnatori professionisti.

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop