Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

13 giorni

PARTENZE DI GRUPPO:

DAL 5 AL 17 FEBBRAIO 2019
DAL 27 OTTOBRE ALL’8 NOVEMBRE 2019


LE TIGRI DI NAGARHOLE, IL PIU’ GRANDE PARCO DEL KARNATAKA, I FESTIVAL DELLE COLORATISSIME DANZE SACRE, I FESTIVAL DEGLI ELEFANTI 

UN VIAGGIO RICCO DI EMOZIONI


UN VIAGGIO PER...

Chi desidera vivere le atmosfere evocate nei grandi racconti esotici, provare l’emozione del safari nella natura selvaggia, immergersi nella folla colorata di una grande festa popolare, navigare sulle acque interne del Kerala. Un viaggio lontano dal frastuono delle grandi città, nella cornice di luoghi e paesaggi che invitano alla serenità e al relax, in un’India insolita e di grande fascino dove cultura, natura e folclore offrono spunti illimitati per gli amanti della fotografia.


I vOSTRi alberghi

Bangalore: Goldfinch Retreat 4* (Superior room)
Mysore: Radisson Blu 5* (Superior room)
Nagarhole: Red Earth Lodge 3* Sup. eco-resort (Earth Cottage)
Kannur: Chera Rock Beach House 3* (Standard room)
Cheruthuruthy: River Retreat Resort 3* Sup. (Retreat chamber) per la partenza di febbraio
Thrissur: Joys Palace 4* Sup. (Executive room) per la partenza di ottobre
Cochin: Crowne Plaza, 5* (Deluxe room)
Backwaters: Deluxe Houseboat (Deluxe cabin)
Bangalore: Goldfinch Retreat 4* (Superior room)



Mezzi di trasporto

Vetture o minibus dotati di aria condizionata durante i trasferimenti; jeep nel corso dei safari nel parco.


DA SAPERE 

Dopo l’incontro con la natura selvaggia del Parco di Nagarhole, raggiungeremo la zona di Cheruthuruthy, nel distretto di Thrissur, per il festival durante il quale si svolge la processione degli elefanti, riccamente bardati. I grandi e brillanti ombrelli cerimoniali si muovono con precisione ritmica, mentre la folla applaude in sintonia con l’orchestra. Questa scenografia piena di colore coinvolge tutta la popolazione e prosegue fino al calar del sole.


QUANDO PARTIRE... 

Il viaggio si svolge ad ottobre e a febbraio. Il clima delle regioni ove si svolge il viaggio in questo periodo è di tipo tropicale, caldo e tendenzialmente asciutto. Nello Stato del Kerala le temperature, generalmente costanti nel corso dell’anno e con punte più elevate da marzo a maggio, presentano temperature comprese fra i 31 e i 24°C ad ottobre, fra i 33 e i 24°C a febbraio. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “L’India e il suo clima”.


In questo viaggio il patrimonio UNESCO

- I forti del Rajasthan (Amber e Jaisalmer)
- Il Jantar Mantar di Jaipur


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Martedì, 05 Febbraio 2019
  • Domenica, 27 Ottobre 2019
  • INDIA - KERALA, LE TIGRI E GLI ELEFANTI IN OCCASIONE DEI GRANDI FESTIVAL

    Quote a partire da € 2.690 - 13 giorni
    ESCLUSIVA TUCANO

    • Molto tempo fa un demone di nome Darikan accettò di sottoporsi ad una dura penitenza per ottenere l’invulnerabilità. Brahma, Signore della Creazione, prese atto della sua dedizione e gli accordò ciò che desiderava. Darikan approfittò però del suo potere per seminare il terrore nel mondo e gli altri dei, minacciati, si recarono al cospetto di Shiva implorandolo di salvare l’universo. Poiché Shiva sapeva che Darikan aveva rifiutato il potere di resistere alle donne che Brahma gli aveva offerto, fece appello a tutta l’energia di cui disponeva e dal suo terzo occhio creò una dea guerriera di nome Bhadrakali. Questa ingaggiò una terribile battaglia con il demone, che venne sconfitto e pagò con la vita la sua arroganza. Quando Bhadrakali tornò davanti a Shiva, questi le chiese di scegliere un luogo della terra dove vivere come protettrice del genere umano. Senza esitazione Bhadrakali si stabilì in Kerala, terra di paradossi e contrasti nell’angolo sud-occidentale della Penisola indiana. Il Kerala ha dato un notevole contributo al teatro e alla danza, soprattutto con la spettacolare danza Kathakali, che trae origine dal teatro popolare, ma è anche una forma di espressione di chiara matrice religosa. Questo si vede in particolare in occasione dei Theyyam, durante i quali gli dei–attori danzano nei loro costumi sgargianti, posseduti dalla forza e dallo spirito delle antiche divinità dravidiche. Le processioni di elefanti rendono particolarmente suggestive alcune celebrazioni durante le quali vengono radunati fino a 40 elefanti bardati con gualdrappe e ombrelli colorati. Ma il Kerala non è solo questo: oltre alle incantevoli spiagge e all’antica città di Cochi, durante il viaggio si navigherà sulla rete di canali dell’entroterra (le famose backwaters) e si visiterà il Parco Nazionale di Nagarhole, uno dei più vecchi dell’India, che ospita numerosi animali di grandi dimensioni, estinti altrove. Nagarhole è l’habitat di una popolazione relativamente numerosa di elefanti, che si riuniscono durante la stagione secca, soprattutto in prossimità degli specchi d'acqua di maggiori dimensioni. Tra i grandi predatori figurano tigri, leopardi, orsi labiati e cuon. Un viaggio imperdibile con due festival e le tigri di Nagarhole.

      Giorno per giorno

       

      1° GIORNO
      ITALIA – BANGALORE
      Partenza in mattinata con volo di linea per Bangalore, via Amsterdam. Arrivo in tarda serata, trasferimento e sistemazione in hotel.
      Pernottamento.

       

      2° GIORNO
      BANGALORE – SRIRANGAPATNAM – MYSORE
      (190 km: 4 ore circa)
      Dopo un po’ di riposo, breve visita di Bangalore, capitale della tecnologia indiana, che nel suo tessuto urbano conserva alcuni edifici di rilievo come il Vidhan Soudha, o Palazzo del Segretariato di Stato, costruito nel 1954 in un singolare connubio tra l’antico stile dravidico e quello moderno di gusto occidentale. Anche il Bangalore Palace, oggi sede di un rinomato college, è alquanto singolare con le sue proporzioni ispirate all’architettura in stile Tudor cinquecentesco, evidente retaggio del colonialismo britannico: al primo sguardo sembra il gemello del castello di Windsor! Risale invece alla metà del XVI secolo la costruzione del Forte di Bangalore, al cui interno sorge anche il sontuoso Palazzo d’Estate di Tipu Sultan (detto la “Tigre di Mysore”), costruito sul finire del Settecento tutto il legno di tek; il lussureggiante Giardino Botanico (Lal Bagh), che ospita oltre mille specie di piante tropicali (la più grande collezione in India) ed è famoso per il grande padiglione vetrato risalente all’Ottocento. Partenza per Mysore, lungo una strada che attraversa una natura verdissima dove le piantagioni di canna da zucchero si alternano alle foreste; durante il percorso avremo modo di osservare la vita rurale del sud. Poco prima di giungere a destinazione sostiamo a Srirangapatnam, cittadina sviluppatasi su un’isola del fiume Kaveri. Qui sorge l’imponente forte, vasta cittadella fondata nel 1454 e più volte ampliata, circondata da una duplice cerchia muraria e da un fossato; l’accesso avviene attraversando un ponte e una monumentale porta. Sugli spalti della fortezza, nel maggio 1799, morì il leggendario sultano Tipu in un estremo tentativo di difesa contro le truppe inglesi. All’interno delle mura sorgono anche una moschea (la Jumma Masjid, dove il sultano era solito raccogliersi in preghiera) e un tempio induista risalente al X secolo, consacrato al dio Ranganatha, una delle manifestazioni di Vishnu. L’edificio, che comprende un alto gopuram molto ornato, è una delle cinque mete di pellegrinaggio degli adepti del Vishnuismo. Poco lontano dal forte si trova il Palazzo d’Estate (Daria Daulat Bagh), fatto erigere nel 1784 dal sultano Tipu e circondato da un magnifico giardino verdeggiante. Il sontuoso edificio, costruito in gran parte in legno di tek in una curiosa commistione di stili architettonici, quello dravidico e quello moresco, è tra l’altro ornato da affreschi che illustrano le battaglie combattute dall’impavido sovrano. Anche qui è stato allestito un piccolo museo che custodisce cimeli appartenuti al sultano. Proseguiamo poi il viaggio fino a raggiungere la vicina Mysore. Arrivo e sistemazione in hotel.
      Pensione completa.

       

      3° GIORNO
      MYSORE
      Mysore è famosa per la produzione di tessuti in seta e di incensi, e in mattinata ne visitiamo i monumenti più interessanti. Su tutti spicca l’Ambavilas Palace (o Mysore Palace), antica reggia che ospitò i sovrani del regno di Mysore fino al 1947, anno di costituzione della Repubblica Indiana. Costruito sul finire dell’Ottocento sopra fondazioni più antiche, è un edificio eclettico che fonde assieme suggestioni architettoniche hindu, moghul, rajput e neogotiche; gli opulenti interni profusamente decorati raggiungono il loro apice nell’enorme Sala delle Udienze, retta da una miriade di colonne. Più tardi, salendo la scalinata che si inerpica sulla collina di Chamundi, sostiamo per ammirare un’enorme statua monolitica del toro Nandi, quindi proseguiamo fino alla cima, là dove sorge il tempio di Chamudeshwari, fondato nel XII secolo e sovrastato dall’immancabile gopuram profusamente ornato. Nel pomeriggio un viaggio di circa 45 chilometri ci porta in mattinata nel piccolo villaggio di Somnathpur, placidamente disteso sulle sponde del fiume Kaveri: qui sorge uno dei tesori architettonici dell’India meridionale, il tempio di Chennakeshava. Consacrato nel 1268 durante il regno di Narasimha III, costituisce uno dei vertici dello stile architettonico hoysala. L’edificio sacro, formato da tre santuari consacrati ad altrettante forme del dio Vishnu, sorge al centro di una spianata circondata da un porticato retto da una miriade di pilastri ed è molto ben conservato. Notevoli sono le decorazioni a rilievo, che ornano gran parte del complesso monumentale; il tempio include 64 cappelle contenenti immagini di divinità. Il luogo, di arcana bellezza, sembra sospeso nel tempo e lascia un ricordo indelebile nel visitatore. Una volta fatto ritorno alla città di Mysore visita al vivacissimo Rangaraja Market, uno dei più celebri mercati indiani, le cui bancarelle sono un tripudio di merci e colori.
      Pensione completa.

       

      4° GIORNO
      MYSORE - PARCO NAZIONALE DI NAGARHOLE
      (90 Km: 3 ore circa)
      Partenza per il Parco Nazionale di Nagarhole, sul confine tra il Karnataka e il Kerala. Il parco, situato dove i Ghat Occidentali si inseriscono nel Plateau del Deccan, è adiacente al Parco Nazionale di Bandipur a Sud-est ed alla riserva di Wayanad a Sud-ovest, insieme ai quali forma il più grande complesso di aree protette dell'India meridionale. La vegetazione è costituita principalmente da foreste tropicali, boscaglia e pascoli. Le zone nord-occidentali della riserva sono più umide rispetto a quelle meridionali, confinanti con il Parco Nazionale di Bandipur. Nel pomeriggio primo fotosafari nella riserva per ammirarne la flora e alla ricerca dell’abbondante fauna presente.
      Pensione completa.

       

      5° GIORNO
      PARCO NAZIONALE DI NAGARHOLE
      Giornata dedicata ai fotosafari nel parco. La riserva offre rifugio a numerosi animali di grandi dimensioni, estinti altrove. Nagarhole ospita una popolazione relativamente numerosa di elefanti, che si riuniscono durante la stagione secca, soprattutto in prossimità degli specchi d'acqua di maggiori dimensioni. Tra i grandi predatori figurano tigri, leopardi, orsi labiati e cuon (cani selvatici). Gli ungulati sono rappresentati da gaur (bisonti), antilopi, sambar, cervi pomellati, muntjac, traguli indiani e cinghiali. Sono presenti anche macachi dal berretto indiani, entelli e sileni. Sulle montagne della parte interna del parco vivono il tahr del Nilgiri e il langur del Nilgiri. 
      Pensione completa.

       

      6° GIORNO
      PARCO NAZIONALE DI NAGARHOLE – KANNUR
      (150 km: 4 ore circa)
      Partenza per Kannur, un tempo chiamata Cannanore, cittadina sul mare nel nord del Kerala. È conosciuta come “la terra dei telai e degli dei” per l’importanza dell’industria tessile e perché è la sede del maggior numero di festival di Theyyam. Nel pomeriggio ci recheremo a osservare le danze del Theyyam, una sorta di racconto di poemi epici tipica del Nord del Kerala. Si tratta di danze accompagnate da una vasta letteratura di canzoni popolari. Il nome Theyyam è una corruzione della parola Deyam che significa “dio” e Aattam che significa “danza”, quindi è la danza degli dei. La famosa danza degli dei è generalmente eseguita da un ballerino che impersonifica un dio che viene chiamato “Kolam”, che significa “figura” o “forma”. Lo spettacolo può durare tutta la notte.
      Pensione completa.

       

      7° GIORNO
      KANNUR
      Il mattino è dedicato al riposo per la nottata di danze e festa. Nel pomeriggio si vedranno altre rappresentazioni di danze e in serata si assiste alla rappresentazione davanti al tempio locale.
      Pensione completa.

       

      8° GIORNO
      KANNUR – CHERUTHURUTHY o THISSUR
      (220 km: 6 ore circa)
      Partenza per Cheruthuruthy, con sosta per il pranzo lungo il percorso. Proseguiremo poi per il luogo della Parata degli Elefanti, al Tempio di Kanipayyur Annamkulangara (partenza di febbraio) oppure a Thissur (partenza di ottobre). Il colorato mosaico di festival del Kerala è diverso come la sua terra e fa parte dell’espressione popolare tipica di questo stato. Davanti al tempio suonatori di tamburi ci accoglieranno e potremo assistere alla parata degli elefanti. Da tempo immemorabile gli elefanti rappresentano la cultura del Kerala, simbolo di forza, maestà e prestigio, forieri di buona fortuna. Assisteremo alla grande festa, autentica esplosione di colori, luci, ritmi musicali incalzanti e… andirivieni di elefanti. Sin dal mattino fervono i preparativi: gli elefanti, i grandi protagonisti della festa, vengono lavati, lustrati, dipinti e sfarzosamente bardati: momenti e soggetti imperdibili per i fotografi. Sul dorso di ognuno di essi siedono il portatore del parasole e quello del ventaglio di piume di pavone, oltre allo sventolatore della frusta di pelo di yak, tanto che paiono usciti da una vecchia stampa dell’epoca vittoriana; finalmente si muovono, procedendo in fila. Al termine, sistemazione in hotel a Cheruthuruthy o Thrissur.
      Pensione completa.

       

      9° GIORNO
      CHERUTHURUTHY o THRISSUR – KALAMANDALAM – KOCHI
      (120 km: 3 ore circa)
      Dopo la colazione visita della scuola di danza di Kalamandalam, fondata nel 1930 dal famoso poeta Padmabhooshan Vallathol Narayana Menon lungo le rive del fiume Nila, una visita che non può mancare a chi veramente vuole conoscere la cultura locale. Kalamandalam è un centro di insegnamento i cui insegnanti espertissimi e i promettenti allievi costituiscono un patrimonio culturale molto importante per l’India. Qui si insegnano le più raffinate forme di danza indiana e potremo assistere all’insegnamento nelle classi dell’istituto. Nel pomeriggio proseguimento per Kochi (Cochin) e sistemazione in hotel. Al tramonto ci recheremo al porto per fotografare le famose reti da pesca.
      Pensione completa.

       

      10° GIORNO
      KOCHI
      Visita di Cochin (il cui nome attuale è Kochi), già nota ai mercanti dell’antica Roma e oggi importante base navale e porto fra i più attivi dell'India. Cochin è il più antico insediamento europeo in India e conserva un suo alone di fascino nella parte vecchia, che si distende lungo una penisola disegnata da viuzze tortuose lungo le quali sono allineate le case dei mercanti e i mercati delle spezie, mentre la città moderna e industriale sorge sulla terraferma. Edifici coloniali e antichi palazzi, insieme alla sinagoga e alla più antica chiesa dell’India, contribuiscono a creare un’atmosfera d’altri tempi dove si riconoscono palazzi lusitani e olandesi, edifici che parlano di un passato complesso e romantico. Visita della sinagoga ebraica (chiusa il venerdì e il sabato), del Palazzo Olandese e della chiesa di San Francesco, fondata nel 1503; in questa zona il navigatore Vasco de Gama stabilì la prima stazione commerciale portoghese in India, ricca di botteghe di antiquariato. Passeggiando lungo la spiaggia sarà possibile osservare l’affascinante sistema di pesca con le reti cinesi. Rientro in hotel e in serata spettacolo di danze Kathakali in un teatro della città.
      Pensione completa.

       

      11° GIORNO
      KOCHI – BACKWATERS
      (65 km: 2 ore circa)
      Dopo la colazione raggiungiamo il porto fluviale di Aleppey, dove ci imbarchiamo su un accogliente battello, vera e propria casa galleggiante dotata di ogni comodità (aria condizionata compresa), che ci porterà a esplorare la regione circostante da una prospettiva inusitata. Queste particolari imbarcazioni, costituite da uno scafo in legno e da sovrastrutture costruite con stuoie di bambù e fibra di cocco, sono tipiche della regione, dove formano autentici villaggi galleggianti. I curiosi natanti sono chiamati kettuvallom nella lingua locale, nome che letteralmente significa “barca fatta di nodi”: l’intera struttura è infatti tenuta assieme da corde di fibra di cocco, senza l’impiego di alcun chiodo. I kettuvallom erano usati in passato per il trasporto di merci come riso, spezie e fibra di cocco dai villaggi isolati dell'interno fino alle città; un kettuvallom, che misura da 20 a 25 metri di lunghezza e da 4 a 4,5 metri di larghezza, può portare fino a 30 tonnellate di carico. In origine, due uomini posti a ciascuna estremità di queste grandi chiatte le spostavano per mezzo di lunghi pali di bambù; oggi vengono usati moderni motori fuoribordo e i kettuvallom allestiti a scopo turistico sono autentici alberghi galleggianti. La navigazione avviene lungo un sistema di canali e vie fluviali interconnesse, noto con il nome di “backwaters”; attraverseremo villaggi di pescatori, aree coltivate e zone boschive, mentre il cuoco di bordo preparerà per noi prelibatezze cucinate con prodotti locali. Durante il tragitto non è raro scorgere qualche agile lontra o uccelli dalla livrea variopinta.
      Pensione completa.

       

      12° GIORNO
      PROSECUZIONE DELLA NAVIGAZIONE – KOCHI - BANGALORE
      (65 km: 2 ore circa)
      Durante la mattinata, dopo una gustosa prima colazione, la navigazione prosegue ancora lungo il dedalo di canali. Le acque interne del Kerala presentano un ecosistema unico, poiché l'acqua dolce proveniente dai fiumi incontra l'acqua salmastra del Mar Arabico, creando il perfetto habitat per molte specie come granchi, pesci saltafango, sterne, martin pescatori, cormorani, lontre e tartarughe. Palme, piante di pandano, mangrovie e alberi frondosi crescono lungo le sponde dei canali, donando variegate tonalità di verde al paesaggio circostante. Le acque interne sono la fonte di sostentamento della popolazione locale: il pesce pescato nei canali e nelle labirintiche lagune, il riso e la noce di cocco, il legname e il bambù raccolti lungo le sponde, sono parte integrante del loro modo di vivere tradizionale. In mattinata sbarco e rientro a Kochi in tempo utile per l’imbarco sul volo per Bangalore. Arrivo e sistemazione in hotel in attesa del trasferimento in aeroporto.
      Pensione completa.

       

      13° GIORNO
      ITALIA
      Nelle primissime ore del mattino partenza con il volo di rientro in Italia, dove si arriva nel primo pomeriggio.


      PARTENZE DI GRUPPO

      Dal 5 al 17 Febbraio 2019 (in occasione delle danze del Theyyam e della parata di 40 elefanti a Cheruthuruthy al Tempio di Kanipayyur Annamkulangara)

      Dal 27 Ottobre all’8 Novembre 2019 (in occasione delle danze del Theyyam e della parata di 15 elefanti a Thrissur)

       

      Quote individuali:

      PARTECIPANTI

      In doppia

      Supplemento
      singola

       

      Dal 5 al 17 Febbraio 2019

      Dal 27 Ottobre all’8 Novembre 2019

      Dal 5 al 17 Febbraio 2019

      Dal 27 Ottobre all’8 Novembre 2019

      Base 10/15 partecipanti
      con accompagnatore dall’Italia

      € 2960,00

      € 3290,00

      € 780,00

      € 830,00

      Base 6/9 partecipanti
      con guide locali parlanti inglese/ italiano

      € 2690,00

      € 2980,00

      € 780,00

      € 830,00

      Base 3/5 partecipanti
      con guide locali parlanti inglese/ italiano

      € 3160,00

      € 3450,00

      € 780,00

      € 830,00

      Base 2 partecipanti
      con guide locali parlanti inglese/ italiano

      € 3690,00

      € 3970,00

      € 780,00

      € 830,00

      Quote delle tariffe aeree e dei servizi a terra valide sino al 20/12/19

      Quotazioni negoziate in Euro

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedere le coperture assicurative 

       

      La quota comprende

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Jet Airways (classe di prenotazione K: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 Kg di franchigia bagaglio • I voli interni a tariffa speciale riconfermabile solo all’atto della prenotazione/emissione dei biglietti, 15 Kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti a bordo di vetture o minibus dotati di aria condizionata • Sistemazione negli hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti inglese, parlanti italiano ove disponibili • Assistenza di accompagnatore dall'Italia a partire da 10 partecipanti.

       

      La quota non comprende

      • Visto di ingresso in India (Euro 85) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 290 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

       

      Nota bene

      in alcuni templi del Kerala e del Karnataka è vietato l’ingresso ai non hindu. In occasione delle feste alcune volte il divieto viene revocato ma non siamo in grado di garantire le visite.

       

       

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop