Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

10 giorni

PARTENZE DI GRUPPO


UN VIAGGIO PER... 

Un viaggio per chi desidera scoprire una regione poco nota e ancor meno frequentata dell’Islanda, che secondo gli estimatori è in realtà la parte più bella dell’isola. L’itinerario, pensato per gli spiriti avventurosi ed effettuato su mezzi fuoristrada, si addentra in luoghi di primordiale bellezza, tra fiordi frastagliati, montagne dai profili aguzzi, vallate verdeggianti e minuscoli villaggi di pescatori. Un’esperienza unica e irripetibile, un autentico viaggio nelle terre estreme.


un viaggio con....

LO SPECIALISTA GEOLOGO MARCO VINCI ACCOMPAGNA LA PARTENZA DALL'1 AL 10 SETTEMBRE 2019 

Marco Vinci, geologo, esercita la libera professione come consulente tecnico per importanti aziende operanti nel settore delle energie rinnovabili, della geotermia e della geomorfologia ambientale. Collabora con alcune riviste ed è coautore della guida paesaggistica “Parco Naturale Regionale dei Monti Simbuini”. Dal 2006 coordina un progetto di geoturismo che disegna itinerari geonaturalistici in varie parti del mondo: una grande esperienza che gli ha consentito di conoscere le realtà di moltissimi Paesi, tra i quali Perù, Ecuador, Galapagos, Messico, Cile, Bolivia, Algeria, Namibia, Libia, Marocco, Egitto, Giordania, Israele, Madagascar, Scandinavia, Islanda. Marco Vinci mette a disposizione del Tucano la propria esperienza per guidare i viaggiatori alla scoperta della natura con occhi diversi, attenti al significato delle forme del paesaggio, testimoni della lenta evoluzione del nostro pianeta.


I vostri alberghi

Sistemazione in albergo 3 stelle a Reykjavik. Hotel o guest-house lungo il circuito, nelle località previste o nel loro distretto di appartenenza, in base alla disponibilità (vedere il NOTA BENE
"Sistemazioni alberghiere").

MEZZI DI TRASPORTO

Auto fuoristrada 4X4

 


DA SAPERE

questo è un tour che richiede buone qualità di adattamento. Le strade sono per lo più piste sterrate, i villaggi sono minuscoli, la presenza umana è ridotta al minimo. Il clima può essere imprevedibile, sebbene i primi di settembre siano in genere alquanto favorevoli a questa esperienza irripetibile in una regione di aspra, grandiosa bellezza.

 


Quando partire...

A settembre. È bene sapere che il clima islandese, anche in piena estate, è quanto mai variabile e imprevedibile, con frequenti precipitazioni. Ad agosto, le medie lungo la costa meridionale variano tra i 10 e i 13 °C, con punte anche di 24 °C durante le giornate più assolate. L’area dei Fiordi Occidentali, dove si svolge gran parte del tour, spesso è battuta da forti venti; inoltre, qui le condizioni climatiche sono assai mutevoli e imprevedibili.


IN QUESTO VIAGGIO IL PATRIMONIO UNESCO

- Parco Nazionale di Thingvellir


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Martedì, 01 Settembre 2020
  • ISLANDA OCCIDENTALE - VIAGGIO NELLE TERRE ESTREME

    Quote a partire da € 3.300 - 10 giorni
    ITINERARIO PER GRANDI VIAGGIATORI

    • Frammento di Luna apparso come per magia sul nostro pianeta, l’Islanda è una terra ascrivibile in una categoria a sé stante, un unicum geologico che non ha eguali. È un universo fatto di scenari incommensurabili, nel quale storia e mito si confondono tra ghiacciai e vulcani, solfatare e geyser, tundre sconfinate e scogliere dirupate. Un’isola plasmata in forme straordinarie da una natura perennemente in lotta tra creazione e distruzione, ora violenta, ora benevola. I paesaggi, così contrastanti tra loro, ostentano una straordinaria gamma di colori e sfumature, gli orizzonti sono infiniti, i ghiacciai immensi, le cascate tanto potenti da far tremare il suolo. Le innumerevoli aree geotermiche sono un ribollire di fanghi e un continuo sbuffare di soffioni, mentre l’altopiano interno è uno sconfinato deserto immerso in un silenzio sacrale, appena rotto dal sibilo del vento. Chi vede tutto ciò, non ne perderà mai la memoria.
      La regione dei Fiordi Occidentali, sottovalutata per non dire ignorata dal grande turismo, offre scorci e paesaggi più intimi seppure grandiosi, meno pubblicizzati ma non per questo meno spettacolari. Qui la presenza umana si fa ancora più esigua che nel resto dell’isola, le strade sono spesso semplici sterrati e i villaggi sono in realtà pugni di casette multicolori sparsi sulle rive di fiordi dalle coste frastagliatissime.  Nelle piccole baie protette dai venti un tempo la gente del luogo praticava la pesca del merluzzo e delle aringhe, ma oggi molte aree sono ormai quasi del tutto spopolate: solo nei numerosi musei del folklore le antiche tradizioni di una cultura popolare forte e resistente si animano e riprendono vita. Ma sono proprio questo isolamento, questa sensazione di grandiosa solitudine che rendono così ammaliante e così struggente la terra dei Westfjords.

       

      Giorno per giorno

      1° Giorno
      ITALIA - REYKJAVÍK
      Partenza con il volo per l’aeroporto internazionale di Keflavík, a una cinquantina di chilometri dalla capitale Reykjavík. Arrivo, ritiro dell'auto a noleggio 4x4 e trasferimento nella capitale. Sistemazione in hotel. Pernottamento.

      2° Giorno
      REYKJAVÍK - THINGVELLIR - BORGARNESS
      In mattinata partiamo per il parco nazionale di Thingvellir, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Qui, sulle sponde del lago Thingvallavatn, nell’anno 930 si riunì l’Althing, considerato uno dei primi parlamenti al mondo, se non il primo. Sebbene l’aspetto idilliaco non lo faccia supporre, Thingvellir è una zona di intensa attività tettonica: questa vasta pianura lavica è in effetti uno dei punti in cui le due metà dell’isola si stanno separando. Lo attestano le numerose, profonde fratture che segnano il terreno, in una delle quali precipita la bella cascata di Öxarárfoss. Dopo la visita, ci dirigiamo alla volta della regione di Borgarfjördur, conosciuta, oltre che per le sue verdissime vallate, anche per i torrenti che abbondano di salmoni. Durante il percorso potremo ammirare le suggestive cascate di Hraunfossar e Barnafoss. Facciamo inoltre sosta a Reykholt, dove visse Snorri Sturluson – illustre scrittore di saghe del XIII secolo – e presso la potentissima sorgente di acqua calda di Deildartunguhver, la maggiore in Europa. Arrivo a Borgarness e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 220 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      3° Giorno
      BORGARNESS - PENISOLA DI SNÆFELLSNES - STYKKISHÓLMUR
      Oggi ci dirigiamo verso una delle regioni più belle e meno note d’Islanda: la penisola di Snæfellsnes, caratterizzata da aspre montagne che si innalzano fino ai 1446 metri di altezza del vulcano inattivo che dà il nome alla regione. Lungo il tragitto facciamo sosta alla lunga spiaggia di Búdir e più tardi ad Arnarstapi, minuscolo porto di pesca situato tra nerissime colonne basaltiche, grotte e archi naturali. Il gioiello della penisola di Snæfellsnes è il ghiacciaio di Snæfellsjökull, che nasconde la caldera di un vulcano addormentato, immortalato da Jules Verne nel celebre romanzo “Viaggio al centro della Terra”; è considerato uno dei grandi “centri di energia” mondiali e ha acquisito particolare importanza nell’ambito della New Age. Dopo aver percorso la strada costiera che attraversa lo Snaæfellsjökull National Park, proseguiamo per la cittadina di Stykkishólmur. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 240 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      4° Giorno
      STYKKISHÓLMUR - LÁTRABJARG - PATREKSFJÖRDUR
      In mattinata ci imbarchiamo sul ferry che attraversa il Breidafjördur, braccio di mare disseminato di innumerevoli isole e isolotti. Una volta sbarcati nella regione dei Westfjords, proseguiamo per Raudasandur, magnifica spiaggia rosa battuta dalle onde e delimitata da un’ampia laguna. Arriviamo quindi a Látrabjarg, il punto più occidentale dell’Islanda. In questo tratto di costa si trovano ampie scogliere dirupate e promontori che si innalzano per più di 440 metri, dominio di milioni di uccelli marini: qui nidificano infatti pulcinella di mare, urie, cormorani e fulmari. Dopo una doverosa sosta per poter ammirare questo grandioso scenario naturale, continuiamo il viaggio fino a raggiungere la cittadina di Patreksfjördur. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 200 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      5° Giorno
      PATREKSFJÖRDUR - ISAFJÖRDUR
      Lasciato il suggestivo paesaggio del Patreksfjördur, procediamo di fiordo in fiordo in un susseguirsi di splendide panoramiche sul braccio di mare dell’Arnarfjördur e su scoscese falesie, promontori, baie e dolci spiagge di sabbia bionda, dove talvolta riposano pigramente le foche. Facciamo visita alla possente cascata di Dynjandi (il cui nome significa “Tonante”), che precipita con un salto di 100 metri, e del sorprendente giardino botanico di Nupur, il più settentrionale d’Europa (Skrudur Botanical Garden). Più tardi, una deviazione di qualche chilometro ci porterà fino al caratteristico borgo di pescatori di Sudureyri, una manciata di case colorate che sembrano voler integrare la magnifica tavolozza di questi paesaggi selvaggi. In serata giungiamo finalmente a Isafjördur. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 240 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      6° Giorno
      ISAFJÖRDUR - HÓLMAVÍK
      In mattinata visitiamo l’interessante Westfjord History Museum, le cui raccolte illustrano le tradizioni marinare della comunità locale, che ha sempre fondato la propria economia sulla pesca. Quindi ci mettiamo in viaggio in direzione di Hólmavík, percorrendo una strada che offre splendide viste panoramiche sull’Ísafjardardjúp, il più grande dei fiordi occidentali, dove lo spettacolo della natura selvaggia appare semplicemente grandioso. Durante l’itinerario facciamo sosta a Sudavík presso l’Artic Fox Center, dedicato allo studio e alla preservazione della rara volpe artica. Una volta giunti nel villaggio di pescatori di Hólmavík, ne visitiamo il celebre Museo della Stregoneria (Iceland Sorcery and Witchcraft). Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 225 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      7° Giorno
      HÓLMAVÍK - ÁRNESREPPUR - LAUGARBAKKI
      Da Holmavik partiamo alla volta del remoto villaggio di Árneshreppur, lungo la Strada 643. Durante il percorso, facciamo tappa nel minuscolo villaggio di Djupavik, affacciato sulle acque dello stretto Reykjafjördur; oggi è formato da solo da sette abitazioni, un piccolo albergo e da un grande impianto per la lavorazione delle aringhe, oggi in abbandono ma trasformato in una sorta di museo e spazio multifunzionale (mostre temporanee, concerti, eventi culturali) nel quale hanno suonato anche i celebri Sigur Rós. Più avanti, superato il villaggio di Arnesreppur, si raggiunge la piscina all’aperto di Krossneslaugh per un indimenticabile bagno nelle acque termali, con vista sul Mare di Groenlandia. Nel pomeriggio, dopo esser tornati a Holmavik, proseguiamo poi fino a Laugarbakki dopo aver costeggiato entrambe le sponde dello Hrútafjördur, un braccio di mare che viene scelto dai cigni selvatici per nidificare. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 365 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      8° Giorno
      STADUR - HVERAVELLIR - GULLFOSS - GEYSIR
      Lasciatoci alle spalle il mondo dei fiordi, da Laugarbakki seguiamo per una quarantina di chilometri verso nord la Strada Statale 1 (o Ring Road, in quanto compie il periplo dell’isola), quindi imbocchiamo la leggendaria pista di Kjölur, che attraversa le verdi “highlands” islandesi e la vallata tra i ghiacciai Langjökull e Hofsjökull fino all’area geotermica di Hveravellir. Questo luogo arcano è caratterizzato dalle tipiche manifestazioni del vulcanesimo secondario: solfatare, pozze di fango bollente, fumarole, sorgenti di acqua calda. In alcune delle vasche naturali è possibile fare il bagno in un contesto davvero singolare, poiché a breve distanza biancheggiano le lingue terminali dei due ghiacciai perenni. Si prosegue fino a lambire le cerulee acque dello Hvitarvatn, un grande lago glaciale la cui estremità settentrionale è formata da una lingua terminale del ghiacciaio Langjökull. Il colpo d’occhio è formidabile, lo scenario primordiale. Una quarantina di chilometri oltre giungiamo finalmente al cospetto di Gullfoss, la celebre Cascata d’Oro, dove le acque tumultuose del fiume Hvitá precipitano da alcune balconate di basalto per 37 metri, all’interno di una profonda gola che squarcia l’altopiano. A poca distanza raggiungiamo infine la meta odierna, ossia l’area geotermica di Geysir, celebre perché ha dato il proprio nome a tutti gli zampilli d’acqua calda del mondo. Oggi il Gran Geysir è stanco ed erutta di rado, ma poco distante Strokkur erompe ogni 5-10 minuti in una colonna d’acqua bollente e vapori alta una ventina di metri. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 260 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento.

      9° Giorno
      PENISOLA DI REYKJANES - REYKJAVÍK
      Dedichiamo l’intera giornata all’esplorazione della penisola di Reykjanes: un’area in genere ignorata dai tradizionali circuiti turistici, ma assai interessante per le sue notevoli attrattive paesaggistiche e geologiche. La strada si inoltra tra vaste distese laviche e curiose formazioni rocciose; dopo esserci fermati per ammirare lo scenografico lago di Kleifarvatn, proseguiamo per l’area geotermica di Krisuvík, ribollente di pozze sulfuree, sorgenti calde e fumarole. Da qui raggiungiamo il villaggio di Grindavík e la celebre Bláa Lónid, o Laguna Blu, una delle maggiori attrazioni d’Islanda; l’area geotermale, situata in mezzo a vasti campi di lava, è celebre per la sua spa e il laghetto di acque termali, ricche di proprietà benefiche. Ritornati a Grindavík, ci spingiamo poi fino all’area geotermica di Gunnuhver, tra le più attive di tutta l’Islanda: un luogo dall’aspetto dantesco, impregnato da un forte sentore di zolfo e che offre un singolare contrasto con il contiguo laghetto dalle gelide acque celesti opalescenti, dovute alle particelle di silice in sospensione. Ci dirigiamo infine a Reykjavík, dove arriveremo non prima di aver incontrato una lunga frattura che separa la zolla continentale europea da quella americana; qui è possibile attraversare a piedi il “Ponte tra due continenti”. Arrivo e sistemazione in hotel. Il percorso odierno è di 250 chilometri circa. Prima colazione e pernottamento

      10° Giorno
      REYKJAVÍK - ITALIA
      Trasferimento all’aeroporto di Keflavik, consegna dell'auto a noleggio e partenza con il volo per l’Italia.


       Partenze di gruppo

      Quote individuali base 7/11 partecipanti:

       PARTENZE 2019

      In doppia

      Supplemento
      singola
       Dall'1 al 10 Settembre
       con specialista geologo Marco Vinci

      € 3300,00

      € 1010,00
       PARTENZE 2020

      In doppia

      Supplemento
      singola
       Dal 1 al 10 Settembre (*)

      € 3300,00

      € 1010,00

      Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 30/09/19

      (*) QUOTE E DATE SONO SOGGETTE A RICONFERMA. RIVOLGERSI AI NOSTRI UFFICI


      La quota comprende

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Icelandair via Europa (classe di prenotazione H: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 Kg di franchigia bagaglio • Noleggio auto fuoristrada con chilometraggio illimitato (3/4 passeggeri per auto compreso passeggero che guida) • Assicurazione per i danni all’auto o ai terzi (CWD) e assicurazione antifurto (TP) • Sistemazione in hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Assistenza di specialista geologo a partire da 7 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

      La quota non comprende

      • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 200 circa) • Visite ed escursioni non menzionate nel programma • Ingresso nella Laguna Blu • Assicurazioni aggiuntive per auto a noleggio, spese di carburante, supplemento per il secondo guidatore • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato. 

      Nota bene

      • Sistemazioni alberghiere
      Fuori dalle città di Reykjavik ed Akureyri, esistono piccoli alberghi e guest-house, differenti tipologie di sistemazioni concentrate in determinate aree a volte distanti fra loro.  Queste strutture si trovano in piccoli villaggi immersi nella natura dove si giunge la sera al termine delle visite in tempo per la cena e il pernottamento.  Quando si effettua un viaggio in Islanda, si deve tenere conto che l’indicazione delle varie località previste nel programma, si riferisce “nell’area di / nella regione di”: ad esempio, un hotel a VIK può trovarsi anche a 2 ore dal villaggio stesso. Lo standard qualitativo delle strutture fuori dalla capitale può variare molto indipendentemente dalla classificazione ufficiale. Nelle zone più isolate, sono piuttosto semplici e si richiede pertanto un buon spirito di adattamento. La scelta delle sistemazioni e l’ordine delle visite dipendono dalla disponibilità alberghiera.

      • Se per motivi non imputabili alla sua volontà, l’accompagnatore specialista non potesse condurre il viaggio – a titolo esemplificativo per motivi di malattia o altro legittimo ed improcrastinabile impedimento – provvederemo ad assegnare un altro accompagnatore con analoga specializzazione. Qualora non fosse disponibile, assegneremo uno dei nostri migliori accompagnatori professionisti.

       Lo specialista al seguito dei gruppi è lo studioso, il ricercatore, il docente universitario che garantisce l'assistenza scientifica e un importante supporto culturale offrendo ai viaggiatori le chiavi per cogliere le forme di un paesaggio o decifrare siti e rovine archeologiche, per avvicinare e interpretare le peculiarità culturali, storiche e linguistiche di un Paese.

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop