Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

9 giorni

PARTENZE DI GRUPPO CON ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA:
DAL 19 AL 27 APRILE 2019
DAL 14 AL 22 SETTEMBRE 2019


PARTENZE INDIVIDUALI A DATE LIBERE

MINIMO 2 PARTECIPANTI 


UN VIAGGIO PER...

Per chi desidera sperimentare itinerari poco battuti, grandi orizzonti e luoghi ricchi di fascino, storia e bellezza. Un viaggio adatto a tutti, assolutamente da non perdere. 


i vostri alberghi 

Tbilisi: Shota@Rustaveli Boutique Hotel 4*
Akhaltsikhe: Gino Wellness Rabath Hotel and Spa 4*
Kutaisi: Best Western Hotel 4*
Gudauri: Marco Polo Hotel 4*

 

Mezzi di trasporto

Vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti. 


da sapere

L’itinerario, piuttosto intenso, prevede la salita e un pernottamento a quote superiori ai 2000 metri. Negli alberghi il livello dei servizi è in genere buono, ma non sempre equiparabile ai nostri standard; il vitto, solitamente molto apprezzato, differisce comunque dalle nostre abitudini alimentari. La Georgia è un Paese cristiano dove fortunatamente non esistono imposizioni alimentari o di abbigliamento; entrando nei luoghi sacri si richiede comunque rispetto.


quando partire ... 

La tarda primavera e l'autunno sono le stagioni migliori. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “Vicino Oriente, Asia Centrale, Cina, il clima”.


In questo viaggio il Patrimonio Unesco

- I monumenti storici di Mtskheta
- Il monastero di Gelati a Kutaisi


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Sabato, 14 Settembre 2019
  • GEORGIA - LE CITTÀ STORICHE E IL FASCINO DI TBILISI

    Quote a partire da € 1.910 - 9 giorni - Partenze a date libere su richiesta

    • Strategicamente sospesa tra Asia ed Europa, la Georgia è stata contesa, invasa, dominata nei secoli dai più potenti imperi dei due continenti. Persiani, romani, ottomani, greci, russi e mongoli si sono interessati a questo florido corridoio di passaggio che consente l'accesso al Mar Caspio, al Mar Morto, ma soprattutto il controllo dell'area caucasica. Un territorio da millenni crocevia dei traffici tra Oriente e Occidente e confine naturale tra le aree abitate dalle popolazioni nordiche e le meridionali aree di influenza araba, terra di frontiera tra islam e cristianesimo. È un Paese ricco di storia, che riserva al visitatore un'accoglienza gentile. L'atmosfera è rilassata e sicura, i paesaggi magnifici ed estremamente diversi. Si va dalle antiche città rupestri agli imponenti monasteri che dominano vallate e fiumi; dalle spiagge fino alle cime innevate del Grande Caucaso – che svettano anche sopra i 5000 metri – alle cui pendici, tra fortezze e villaggi remoti, il tempo pare essersi fermato. E ancora: dai vigneti dell'antica Colchide – regno tra storia e mitologia, dove sono ambientate le vicende di Medea, Giasone e del Vello d'Oro - fino alla vivace e contemporanea Tbilisi, capitale multietnica dove vive un terzo della popolazione. Una nazione abitata da un popolo fiero e genuino che perpetua tradizioni antichissime in un contesto paesaggistico dalla struggente bellezza. La leggenda racconta che “mentre Dio stava distribuendo le terre ai popoli del mondo, i georgiani erano seduti a una lunga tavola imbandita di pietanze e vino, impegnati in una grande festa. Si era al momento più importante nella tradizione celebrativa in Georgia, quello del brindisi, che non poteva essere interrotto. Così il popolo georgiano arrivò in ritardo al cospetto di Dio per la spartizione delle terre. Dio disse loro che ormai le terre erano state distribuite e loro prontamente risposero che erano in ritardo perché avevano brindato in onore di Dio Onnipotente. Dio fu così felice che decise di regalare a quel simpatico popolo la parte di Terra che aveva riservato per sé”. Mito e Storia si fondono in questa terra fortunatamente ancora al di fuori del turismo di massa, e per questo ancor più affascinante.

       

      Giorno per giorno

       

      1° Giorno
      ITALIA - TBILISI
      Partenza con volo di linea per Tbilisi, via Istanbul, con arrivo a destinazione il mattino successivo.

       

      2° Giorno
      TBILISI
      Arrivo a Tbilisi al mattino molto presto, trasferimento e sistemazione in hotel. L’intera giornata è dedicata alla scoperta della capitale georgiana, oggi importante polo industriale e delle comunicazioni, situata in una bella posizione sulle sponde del fiume Mtkvari. Fondata nel V secolo, ancora oggi Tbilisi è un crocevia tra Europa e Asia, oltre che un luogo ricco di storia e tradizioni. Il centro storico, sulla riva sinistra del fiume, è un labirinto di vicoli e vie acciottolate le cui architetture ci parlano di diverse epoche storiche, in un affastellarsi di case, chiese, sinagoghe e moschee, in mezzo alle quali spiccano le abitazioni dai bei balconi in legno dipinti a tinte pastello e persino un tempio zoroastriano. La fortezza di Narikala domina la parte vecchia della città; sorge incontrastata su uno sperone roccioso che dà sul fiume e da cui si può godere una bella vista panoramica. Da qui, dopo aver visto le Terme Sulfuree dalle volte a cupola, proseguiamo le visite con la chiesa di Metekhi, con l’imponente statua del fondatore di Tblisi, costruita su uno sperone roccioso a picco sulle acque del fiume e dalla quale si gode di un bel colpo d’occhio sull’intera città. Ai piedi della montagna si sviluppa il quartiere centrale della capitale, il viale Rustaveli, costruito nel XIX secolo, che prende il nome dal grande poeta del XII secolo, Shota Rustaveli. Durante la passeggiata potremo ammirare il Teatro dell’Opera di stile moresco, il Palazzo del Viceré russo e l’edificio del Parlamento, la chiesa di Kashveti di San Giorgio, la Pinacoteca, il Teatro Accademico di Rustaveli. Visitiamo il Museo Nazionale, le cui ricche collezioni storiche e archeologiche narrano la storia lunga e complessa del Paese.
      Pensione completa.

       

      3° Giorno
      TBILISI- MTSKHETA - AKHALTSIKHE
      Dopo la prima colazione partiamo alla volta di Mtskheta, fondata nel secondo millennio a.C., alla confluenza dei fiumi Mtkvari e Aragvi, antica capitale e massimo centro religioso della Georgia, le cui chiese sono eccezionali esempi dell'architettura religiosa del Medioevo nella regione caucasica e testimoniano l'alto livello artistico e culturale raggiunto da questo antico regno. Qui visitiamo il monastero di Jvari e la cattedrale di Svetitskhoveli, entrambi Patrimonio dell'Umanità dell’Unesco. Il monastero, detto anche della Croce, fu costruito tra il 586 e il 605 in vetta a uno sperone montuoso e nel basso Medioevo venne fortificato con l’aggiunta di una cinta muraria, oggi in rovina; la sua particolare architettura funse da modello per altri complessi religiosi della Georgia e delle regioni vicine. La cattedrale di Svetitskhoveli, conosciuta come il luogo in cui sarebbe stata sepolta la tunica di Gesù, è stata per lungo tempo il principale luogo di culto del Paese e ne rimane uno dei luoghi più venerati. L’attuale monumento risale all’XI secolo ed è protetto da una possente cinta di mura merlate; le pareti esterne e interne sono profusamente decorate. Concluse le visite riprendiamo il viaggio fino a raggiungere la cittadina di Akhaltsikhe, nella regione di Messkheti e Javajheti. Arrivo e sistemazione in hotel. Visitiamo quindi il bel centro storico formato da variopinte case in stile georgiano, chiamato Rabati e sovrastato dalla gran mole di un castello fondato nel IX secolo. La fortificazione, che comprende più cerchie di mura e diverse torri, è stata restaurata in anni recenti e oggi è una nota attrazione turistica della regione.
      Pensione completa.

       

      4° Giorno
      AKHALTSIKHE - VARDZIA - SAPARA - AKHALTSIKHE
      La prima tappa odierna è la città rupestre di Vardzia, scavata nei fianchi del monte Erusheli dalle popolazioni locali per difendersi dalle scorrerie dei cavalieri mongoli. Nucleo di questo sorprendente sistema di ipogei è un monastero fondato nel 1185: consiste di centinaia di stanze distribuite su 13 piani, una chiesa e un complesso quanto efficace sistema di approvvigionamento idrico. Un terremoto nel 1238 distrusse parte del complesso sotterraneo, esponendo alla vista un gran numero di ambienti. Oggi la città sotterranea, in cui vivono ancora alcuni monaci, conserva un dedalo di stanze un tempo adibite a svariate funzioni, parti dell’acquedotto ancora funzionanti e la Chiesa della Dormizione, con i suoi importanti affreschi. Per il pranzo saremo ospiti di una famiglia del luogo e potremo così gustare la più autentica cucina georgiana. Nel pomeriggio raggiungiamo il monastero di Sapara, fondato probabilmente nel IX secolo, per essere poi più volte ampliato. Durante la sua lunga storia ospitò numerose importanti figure della storia ecclesiastica georgiana; la più grande delle dodici chiese del complesso monastico è intitolata a San Saba, che visse proprio qui nel XIII secolo. L’edificio è una delle più pregevoli e influenti realizzazioni architettoniche dell’intera regione. Il nome del monastero significa “Nascosto” e, in effetti, è avvolto da una fitta vegetazione sul fondo di una stretta vallata. Rientriamo poi ad Akhaltsikhe.
      Pensione completa.

       

      5° Giorno
      AKHALTSIKHE - KUTAISI - ESCURSIONE A TSKALTUBO
      Puntando verso nord entriamo nella regione dell’Imerezia, situata lungo il corso del fiume Ironi; su questo territorio montagnoso e in gran parte coperto da estese foreste si sviluppò, dalla tarda antichità fino al medioevo, il regno cristiano di Egrisi. Giungiamo infine a Kutaisi, la seconda città georgiana per numero di abitanti e capoluogo della regione occidentale dell’Imerezia. Nell’antichità classica la città fu capitale del regno della Colchide, ben noto per le leggendarie vicende di Giasone e degli Argonauti, che qui si sarebbero impossessati del mitico Vello d’Oro, dal magico potere di guarire qualsiasi ferita. La Colchide era anche la terra dove il personaggio mitologico Prometeo fu punito per avere rivelato all'umanità il segreto del fuoco. La visita della città, oltre al vivace bazar, comprende la bella cattedrale di Bagrati, eretta nell’XI secolo e considerata a buon diritto un capolavoro dell’architettura medievale georgiana; situato in cima a una collina, il grande edificio di pietra bianca è stato ampiamente restaurato da pochi anni ed è diventato il simbolo della città. Nei pressi della località termale di Tskaltubo, situata una quindicina di chilometri da Kutaisi, visitiamo poi la spettacolare “Grotta di Prometeo”, nella quale si possono ammirare complesse formazioni di stalattiti e stalagmiti. Al termine delle visite facciamo rientro a Kutaisi.
      Pensione completa.

       

      6° Giorno
      KUTAISI - GORI - UPLISTSIKHE - GUDAURI
      In mattinata, pochi chilometri di strada ci portano al venerato monastero di Gelati, fondato nel 1106 e divenuto uno dei maggiori centri culturali della Georgia in epoca medievale. Il complesso comprendeva infatti un’accademia di teologia e filosofia, tanto celebre da essere nota come “la nuova Grecia”. Il complesso, che comprende la grande chiesa della Natività della Vergine e quelle, più piccole, di San Nicola e di San Giorgio, è stato incluso nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dall’Unesco. Percorrendo un tratto della leggendaria Via della Seta, che nell’antichità collegava l’impero cinese a quello romano, ci dirigiamo verso la città di Gori, capoluogo della regione di Shida Kartli. Nelle sue vicinanze visitiamo la misteriosa città rupestre di Uplistsikhe, scavata all’interno di uno sperone roccioso sulla riva sinistra del fiume Mtkvari. Il complesso ipogeo comprende un gran numero di ambienti che datano dalla prima Età del Ferro fino al tardo medioevo ed è peculiare per la coesistenza di architetture pagane e cristiane. Assurta a grande importanza strategica ed economica nella regione, Uplitslikhe vide eclissarsi le sue glorie in seguito alle incursioni mongole del XIV secolo e fu abbandonata. Estesa su un’area di circa 8 ettari e suddivisa in tre aree principali, la città sotterranea è formata da una miriade di ambienti, pozzi, cunicoli di collegamento che un tempo dovettero accogliere qualche migliaio di abitanti. Sulla sommità della collina si erge ancora una basilica cristiana, fondata nel IX o X secolo. Al termine della visita raggiungiamo la vicina Gori, dove visitiamo il singolare museo dedicato a Josif Stalin, nato proprio in questa città; all’esterno del museo sono conservate la casa natale del dittatore sovietico e il lussuoso vagone ferroviario con cui si recò alla conferenza di Teheran (1943) e a quella di Yalta (1945). Più tardi, seguendo una parte della storica Strada Militare Georgiana che si snoda lungo la parte centrale della catena montuosa che separa le Georgia dalla Russia, raggiungiamo la nota località di villeggiatura di Gudauri, annidata tra le montagne del Caucaso a 2200 metri di altitudine.  Arrivo e sistemazione in hotel.
      Pensione completa.

       

      7° Giorno
      GUDAURI - STEPANTSMINDA - TBILISI
      Una strada molto panoramica lungo il corso del fiume Tergi ci conduce fino a Stepantsminda (un tempo noto con il nome di Kazbegi), un ameno villaggio situato a oltre 1700 metri di altitudine sul fondo di una vallata verdeggiante e circondata dalle alte montagne del Caucaso. Dal paesino, un breve tragitto in 4 x 4 ci porta fino alla chiesa della Trinità di Gergeti, situata su un colle a 2170 metri di altitudine, in una posizione di rara bellezza. Il paesaggio che la circonda è incantevole e lo sguardo può spaziare verso la cima più alta del Caucaso, il monte Kazbegi, che domina la valle innalzandosi fino a 5047 metri d’altezza. Proseguiamo poi fino a raggiungere il suggestivo complesso fortificato di Ananuri, che si riflette sulle terse acque di un lago circondato da verdi foreste. La cinta muraria racchiude due castelli risalenti al XIII secolo e altrettante chiese costruite nel Seicento. Particolarmente bella è quella della Dormizione, dalla grande cupola, che si fa ammirare per le sue pregevoli decorazioni a bassorilievo. Nel tardo pomeriggio giungiamo infine a Tbilisi. Arrivo e sistemazione in hotel.
      Pensione completa.

       

      8° Giorno
      TBILISI - TSINANDALI - VARDISUBANI - KVARELI - SIGHNAGHI - TBILISI
      In mattinata partiamo in direzione della regione di Kakheti (o Cachezia), regione vitivinicola per eccellenza. La Georgia, in effetti, è considerata la culla della viticoltura mondiale, la terra dove vennero prodotti i primi vini migliaia di anni fa. Oggi il Paese conta una superficie coltivata a vite pari a 70.000 ettari e la regione di Kakheti, dove il clima temperato consente raccolti abbondanti, garantisce circa il 70% della produzione nazionale. Dapprima la strada attraversa la fertile regione pianeggiante dove sorge la capitale, quindi si inerpica fino al panoramico passo di Gombori, per poi scendere fino al complesso di Dzveli Shuamta, il cui nome significa “nascosto tra le montagne”, formato da tre piccole chiese contigue: una di esse, a tre navate, data al V secolo ed è una delle più antiche della Georgia. Le altre due furono erette circa due secoli più tardi. A Kvareli, un borgo poco distante, visitiamo l’azienda di una famiglia rurale specializzata nella produzione dei kvevri, i grandi contenitori di terracotta usati per la fermentazione, lo stoccaggio e il trasporto del vino. Facciamo poi sosta fotografica a Gremi, dove sorgono la fortezza e la chiesa degli Arcangeli, ciò che è rimasto di una città un tempo ricca e potente sulla Via della Seta, capitale del regno di Kakheti nei secoli XVI e XVII. Il complesso sacro, difeso da mura turrite, è situato su una collina ed è composto dalla chiesa degli Arcangeli Michele e Gabriele (costruita nel 1565), dal campanile e da un palazzo distribuito su tre piani. A pranzo saremo ospiti di una famiglia del posto e avremo dunque la possibilità di gustare i cibi e i vini più tipicamente locali (vedere il Nota bene). Raggiungiamo infine la pittoresca e ben conservata cittadina fortificata di Sighnaghi, sorta su una collina che domina la valle di Alazani; l’impressionante cinta muraria, scandita da ben 23 torri, fu costruita nel XVIII Secolo. Facciamo infine ritorno a Tbilisi.
      Pensione completa. 

      Nota bene per la partenza del 19 Aprile: in questo giorno gli ortodossi celebrano la Passione, la Crocifissione e la Deposizione di Cristo. In tutte le chiese georgiane si tengono funzioni speciali, mentre a pranzo vedremo anche come si preparano le uova colorate tipicamente pasquali e la preparazione dello squisito dolce “churchkhela”.

       

      9° Giorno
      TBILISI - ITALIA
      Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per l’Italia, via Istanbul. L’arrivo a destinazione è previsto nel pomeriggio.


       

      PARTENZE DI GRUPPO

      Quote individuali con assistenza di accompagnatore dall’Italia a partire da 10/15 partecipanti:

       PARTENZE 2019

      In doppia

      Supplemento 
      singola

       Dal 19 al 27 Aprile

      Quota garantita fino al 
      18/1/19 (^):

      € 2.420,00

      € 435,00

       Dal 14 al 22 Settembre

      € 2.460,00

      € 435,00

      QUOTA GARANTITA: PRENOTANDO ENTRO QUESTA DATA, SI AVRÀ LA GARANZIA CHE LA QUOTA NON SUBIRÀ VARIAZIONI A SEGUITO DELL’AUMENTO DELLE TARIFFE AEREE. PER ULTERIORI INFORMAZIONI, VI INVITIAMO A LEGGERE LE PAGINE “PRENOTARE IN ANTICIPO CONVIENE...”  CLICCANDO QUI  

       

      Cambio applicato: 1 USD = 0,8472 EUR 

       

      La quota comprende 

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines da/per  Milano (per la partenza del 19 Aprile classe di prenotazione speciale gruppi, per la partenza del 14 Settembre classe di prenotazione Q: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 kg di franchigia bagaglio • I trasferimenti con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti italiano • Assistenza di un accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 10 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura).

       

      La quota non comprende

      Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 210 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.


       

      PARTENZE INDIVIDUALI 

      Partenze a date libere tutti i giorni da aprile ad ottobre, su richiesta 

       

      Quote individuali con assistenza di guide locali parlanti italiano: 

      Partecipanti

      In doppia

      Supplemento singola

      Da 6 a 9 partecipanti

      € 1.910,00

      € 435,00

      Da 3 a 5 partecipanti

      € 2.170,00

      € 435,00

      Base 2 partecipanti

      € 2.220,00

      € 435,00

      Validità quote 1° Aprile – 31 Ottobre 2019

      Cambio applicato: 1 USD = 0,8472 EUR 

       

      La quota comprende 

      • I trasferimenti con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti italiano • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura). 

       

      La quota non comprende

      • I passaggi aerei internazionali, le tasse aeroportuali e di sicurezza e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato. 

       

      NOTA BENE

      • Per le partenze individuali la tariffa aerea sarà comunicata all'atto della prenotazione.

       

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop