Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

15 giorni

VIAGGIO INEDITO 

PARTENZA DI GRUPPO
DAL 12 AL 26 AGOSTO 2020

3 PASSEGGERI PER AUTO FUORISTRADA 

ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA
DA 8 PARTECIPANTI 

un viaggio per…
Un viaggio unico e speciale al di fuori di qualsiasi circuito turistico, per grandi viaggiatori, che circoscrive la punta sud del Madagascar per poi risalire lungo tutta la costa ovest affacciata sul Canale di Mozambico e ricongiungersi, attraverso gli altopiani centrali, alla capitale. Questa grande traversata lungo le strade meno frequentate del Madagascar nasce da un nuovo sopralluogo dello staff Tucano che ha percorso le piste sabbiose tra la costa e l'entroterra, tra strane foreste spinose con baobab millenari, mare smeraldo e villaggi di pescatori completamente isolati.


 

I vostri alberghi

Antanarivo: Relais des Plateaux 4*
(selezionato per la sua posizione ideale rispetto all'aeroporto)

Fort Dauphin: Hotel Talinjoo 4*

Berenty: Berenty Lodge

Lavanono: Lavanono Lodge

Anakao: Anakao Ocean Lodge

Andravona: Mikea Lodge

Morombe: Chez Laurette

Belo sur Mer: Ecolodge du Menabelo

Morondava: Palissandre Cȏte Ouest Resort

Antsirabe: Couleur Café 3 *

Le strutture alberghiere previste sono selezionate tra le migliori esistenti in ciascuna località. Occorre tuttavia tenere presente che la classificazione locale, anche fra gli hotel della migliore categoria, non sempre corrisponde agli standard internazionali.

Gli alberghi indicati sono quelli da noi solitamente utilizzati. Potrebbe tuttavia rendersi necessaria la sostituzione di un albergo con altro di livello equivalente.


 Mezzi di trasporto

Vetture fuoristrada (3 passeggeri per auto più l’autista) durante il circuito.


 

 da sapere

Questo viaggio si spinge in una regione ancora intatta dal punto di vista ambientale ed umano e percorsa da rari viaggiatori. Vi attendono giornate di pista che vi porteranno letteralmente su un “altro pianeta”. Prendere le piste del sud significa infatti perdersi in un'altra dimensione del tempo e dello spazio. La visita alla baia di Lokaro si effettua utilizzando imbarcazioni locali, le uniche presenti, adattate per il trasporto di passeggeri. A Lavanono l'unica struttura recettiva esistente è costituita da bungalow spartani con servizi esterni comuni, ma l'ambiente marino circostante, tra dune e mare è quanto mai affascinante. L'itinerario che vi proponiamo è indicato alle persone che sanno rapportarsi al viaggio con spirito di scoperta e capacità di adattamento ai ritmi e alle realtà locali.


 

quando partire...
La stagione più indicata per questo circuito va da giugno a ottobre (inverno australe). Luglio e agosto sono i mesi più freschi dell'anno, specie sugli altopiani centrali (tratto da Morondava ad Antananarivo) e la sera può anche far freddo.


 

 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Mercoledì, 12 Agosto 2020
  • MADAGASCAR - LE PISTE DEL SUD E DELL'OVEST

    Quote a partire da € 5.740 - 15 giorni

    •  Giorno per giorno...

      1° giorno
      Italia - Antananarivo
      Partenza con volo di linea per Antananarivo, via Istanbul, con arrivo il giorno successivo.

      2° giorno
      Antananarivo
      Arrivo nel pomeriggio nella capitale del Madagascar che si estende sull'altopiano dell'Imerina tra i 1200 e i 1500 metri di altezza conformandosi alla morfologia ondulata delle alture circostanti. Trasferimento e sistemazione in hotel, tempo a disposizione. Pernottamento.

      3° giorno
      Antananarivo - Fort Dauphin (Tolagnaro)
      Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo diretto a Fort Dauphin. Questa città della costa sud orientale del Madagascar, che si adagia tra le montagne e le immense distese blu dell'Oceano Indiano, accarezzata da brezze che portano intenso il profumo del mare, offre panoramiche grandiose. Atterrando, la prima sensazione è quella di aver raggiunto una località in capo al mondo. Il suo nome locale è Tolagnaro, ovvero “il luogo dei sogni”. In effetti la sua geografia è straordinaria: adagiata tra le montagne e l'Oceano, si articola in diverse penisole e baie. Questa sua posizione le ha conferito un passato ricco di storia, anche come importante tappa lungo la celebre Via delle Indie. Arrivo e sistemazione in hotel. Visita della città e del pittoresco mercato.
      Mezza pensione che include la cena.

      4° giorno
      Fort Dauphin - Escursione in barca sino alla Baia di Lokaro
      Partenza al mattino presto. Navigazione nelle acque del lago di Lanirano con la rigogliosa vegetazione acquatica di pandanus, ravenala, orecchie d’elefante, fino al piccolo e al grande lago di Ambavarano e al villaggio di pescatori di Evatra, che sorge su una punta di terra nel punto di incontro tra le acque del lago e l'oceano. Con una breve camminata raggiungiamo la baia di Lokaro. Lo spettacolo è emozionante: solo una lingua di sabbia bianca divide i colori del mare e del lago. Qui lo sguardo spazia tra il verde lussureggiante della vegetazione tropicale e l’oceano increspato da onde tumultuose, strisce di sabbia bianca e piscine naturali screziate di turchese. Tempo a disposizione per godere della bellezza del luogo, per un bagno e il pranzo. Nel pomeriggio rientro a Fort Dauphin. Pensione completa con pranzo picnic. 

      5° giorno
      Fort Dauphin - Riserva di Nahampoana e riserva di Berenty
      (90 km - 3 ore circa di pista)
      Partenza al mattino presto per la riserva privata di Nahampoana, che dista 7 chilometri dalla città. Quest'area di foresta tropicale umida è l'habitat di molte specie di uccelli, vari esemplari di lemuri, tartarughe raggiate, camaleonti e coccodrilli, flora e fauna endemiche. Attraversando immense piantagioni di sisal e l'ambiente singolare della foresta spinosa, raggiungiamo la riserva di Berenty. Lungo il percorso potremo osservare esemplari di Ravenala Madagascariensis, anche conosciuto come l'albero del viaggiatore, una palma endemica del Madagascar dalle foglie elegantemente disposte a ventaglio. Escursioni diurne e notturne nella riserva: l'area è famosa per la facilità con cui possono essere avvistati i lemuri Catta, con la bellissima coda ad anelli, il Sifaka di Verreaux, dall'andatura saltellante, e il minuscolo Microcebus murinus, un lemure notturno dai grandi occhi che pesa in media sui 60 grammi ed è uno dei più piccoli primati viventi. Berenty ospita un'ottantina di specie di uccelli, camaleonti, testuggini e numerose specie di mammiferi, una flora costituita da piante carnivore e spinose. Sistemazione in lodge. Pensione completa.

      6° giorno
      Riserva di Berenty - Lavanono
      (195 km - 6 ore circa su pista di sabbia)
      Oggi ci inoltreremo in una regione poco conosciuta, percorrendo piste attraversate da tartarughe e altre specie di animali selvatici o interrotta da lingue di sabbia. Il percorso si snoda in direzione sud-ovest, alcuni tratti sono impegnativi e faticosi ma sono il tributo da pagare per entrare in territori di selvaggia bellezza. Arrivo al villaggio di pescatori di Lavanono e sistemazione nell'unica struttura ricettiva esistente, un lodge semplice e spartano. Pensione completa con pranzo al sacco in corso di viaggio.

      7° giorno
      Lavanono - Ambola - Anakao
      (318 km - intera giornata di percorso su pista di sabbia)
      Prosegue il nostro viaggio tra l'oceano che disegna baie di sabbia chiara, piste di terra rossa, piante grasse e arbusti spinosi, villaggi dimenticati. La flora endemica del sud del Madagascar è davvero interessante ed insolita, con un'enorme varietà di piante spinose. Lungo il percorso avremo occasione di incontrare delle tombe Mahafaly, che sono vere e proprie espressioni di arte locale. Avvicinandoci ad Anakao entriamo nel territorio dei Vezo, pescatori nomadi per tradizione che si spostano lungo la costa e vivono spesso in capanne provvisorie costruite con rami e canne. Per la pesca utilizzano piroghe in legno a bilanciere, spesso dipinte con bellissimi colori, che montano una grande vela quadrata. Arrivo in tarda serata nella magnifica baia di Anakao e sistemazione in lodge. Pensione completa con pranzo tipo picnic in corso di viaggio.

      8° giorno
      Anakao: una baia blu a mezzaluna, isole deserte e reef di corallo
      Giornata a disposizione nella cornice di una grande baia blu dalla perfetta forma di mezzaluna, orlata da una lunga spiaggia e delimitata da un grande reef corallino, solcata da piroghe a bilanciere che scivolano silenziose su acque trasparenti color turchese. Un luogo sospeso nel tempo, solare, sereno, rispettato, che non conosce le rotazioni del turismo di massa proprio delle mete marine più famose del Nord Madagascar. Qui le spiagge sono di sabbia finissima e chiara, i fondali ricchi di pesci. Possibilità di escursioni con imbarcazioni a motore o a vela raggiungendo le piccole e selvagge isole di Nosy Ve e Nosy Satrana, dedicarsi a varie attività e sport marini o effettuare percorsi in quad-bike lungo le dune che corrono sul bordo del mare. Sistemazione presso l'Anakao Ocean Lodge. Mezza pensione che include la cena.

      9° giorno
      Anakao - Tulear - Andravona
      (130 km - 3 ore e mezza circa di strada asfaltata e pista sabbiosa)
      Lasciamo la baia di Anakao e con una navigazione di 45 minuti circa raggiungiamo Tulear, una cittadina che vive i suoi ritmi in simbiosi col mare. Proseguimento in direzione nord lungo la costa occidentale dell'isola, qui si estende la grande barriera corallina del Madagascar, seconda per lunghezza solo a quella australiana. Arrivo nella località di Andravona per il pranzo e sistemazione in un lodge affacciato ad una lunga distesa di sabbia candida lambita da acque turchesi. Pensione completa.

      10° giorno
      Andravona - Morombe e le terre sul canale di Mozambico
      (120 km - 5 ore circa di pista sabbiosa e sterrato)
      In questa giornata attraverseremo una magnifica regione affacciata sul Canale di Mozambico e caratterizzata da una selvaggia savana abitata dalle tribù Mahafaly e Mikea. Seguiamo una pista sabbiosa che si snoda nell'ecosistema unico della foresta spinosa del Madagascar con baobab dalle forme singolari e curiose, didieracee e vari tipi di euforbie, verdi mangrovie interrompono qua e là la linea della costa. Anche in questa parte del Madagascar vi sono tratti di costa poco frequentati e pittoreschi villaggi di pescatori dove la vita scorre tranquilla. Sistemazione in un hotel spartano, l'unico presente nella zona. Pensione completa con pranzo al sacco. 

      11° giorno
      Morombe - Belo sur mer  
      (290 km - 10/12 ore di percorso su pista impegnativa)
      Ci attende un’intera giornata di spostamento lungo piste impegnative con traversata del fiume Mangoky su chiatta a motore. Il percorso corre in parte lungo la pista costiera e in parte nell'interno e attraversa una fitta boscaglia, dove svettano possenti baobab e altri alberi non comuni, abitata da timidi lemuri, gechi e camaleonti. Le regioni a ridosso delle coste sud-occidentali dell’isola sono caratterizzate da un clima secco, con foreste decidue, secche o spinose, con diverse specie di baobab dalle forme singolari e bizzarre (sei delle otto specie esistenti al mondo si trovano in Madagascar, una sola sul continente africano, due in Australia). Tutte le specie sono estremamente longeve - l'età di alcuni esemplari è stimata intorno al millennio - e alcune di esse si distinguono per il diametro eccezionale raggiunto dai tronchi. Come la fauna, anche la flora del Madagascar è caratterizzata da un alto grado di endemismo e differisce in modo notevole da quella continentale africana, come conseguenza dell'isolamento dell'isola, staccatasi dal supercontinente Gondwana 150 milioni circa di anni fa. Arrivo a Belo sur Mer e sistemazione in ecolodge spartano. Pensione completa.

      12° giorno
      Belo sur mer - Morondava e la strada dei baobab
      (105 km - 3/4 ore di percorso su pista sabbiosa e sterrato)
      Belo sur Mer è racchiusa nello scrigno di una splendida baia dalle acque turchese e smeraldo e in alcuni periodi dell’anno è raggiungibile solo via mare. Questo piccolo villaggio è abitato da popolazioni accoglienti ed ospitali, da pescatori e carpentieri specializzati nella costruzione delle tipiche imbarcazioni (boutre) adibite al trasporto di merci lungo la costa occidentale del Paese. Nel pomeriggio proseguiamo lungo la pista di terra rossa che corre verso nord attraverso il bush, intersecando corsi d'acqua che si attraversano guadando a bordo del fuoristrada. Nei pressi di Morondava raggiungiamo una sfilata ininterrotta di imponenti esemplari di Adansonia Grandidieri. Albero spettacolare, l'Adansonia Grandidieri è una delle sei specie endemiche di baobab dell'isola. Il suo tronco, liscio e slanciato, raggiunge i 35 metri di altezza con ramificazioni in prossimità della cima che gli conferiscono un aspetto fantomatico, specie nella luce del crepuscolo. Morondava è una tranquilla cittadina costiera affacciata al Canale di Mozambico, tra spiagge e foreste di mangrovie. Questo era il centro delle genti Sakalava, grandi guerrieri, una delle più importanti tribù del Madagascar e con una grandissima tradizione funeraria che si esprimeva nella cura delle tombe, alcune delle quali sono ancora oggi visibili. Sistemazione in hotel. Pensione completa con pranzo al sacco.

      13° giorno
      Morondava - Antsirabe
      (530 km - 7/8 ore circa di strada asfaltata)
      Lasciamo le piste di sabbia e di terra rossa, la vegetazione arida del sud-ovest e i grandi baobab per imboccare la strada che corre attraverso l'altopiano centrale in direzione est raggiungendo i centri di Miandrivazo e infine Antsirabe, frequentata località termale dal tempo dei francesi, capitale dei “pousse-pousses”, mezzo di trasporto urbano a braccia allegramente decorato. Arrivo e sistemazione in hotel. Pensione completa. 

      14° giorno
      Antsirabe – Antananarivo - Italia
      (170 km - 3 ore circa di strada asfaltata)
      Partenza per Antananarivo, attraversando i piccoli villaggi tradizionali dell'etnia Merina con le casette in mattoni rossi. Arrivo nella capitale e sosta al tipico mercato della Digue, che espone una grande varietà di prodotti artigianali provenienti da ogni parte dell’isola. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia, via Istanbul. Prima colazione.

      15° giorno
      Italia
      Arrivo a Istanbul al mattino presto e proseguimento con il volo per l'Italia.

       

      Partenze di gruppo

      Quote individuali base minimo 8 partecipanti con accompagnatore dall'Italia:

       PARTENZE 2020

      In doppia

      Supplemento
        singola

       Dal 12 al 26 Agosto

      € 5740,00

      € 710,00


      Quota garantita fino al 10/6/2020.

      PRENOTANDO ENTRO QUESTA DATA, SI AVRÀ LA GARANZIA CHE LA QUOTA NON SUBIRÀ VARIAZIONI A SEGUITO DELL’AUMENTO DELLE TARIFFE AEREE. PER ULTERIORI INFORMAZIONI, VI INVITIAMO A LEGGERE LE PAGINE “PRENOTARE IN ANTICIPO CONVIENE...”  CLICCANDO QUI 

      Quote dei servizi a terra valide fino al 26/08/20

      La quota comprende

      ● I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines da/per Milano (classe di prenotazione speciale gruppi: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 kg di franchigia bagaglio ● Volo interne Antananarivo / Fort Dauphin con Tsaradia (classe di prenotazione Y - 20 kg di franchigia bagaglio ● Tutti i trasferimenti con vetture fuoristrada occupate da 3 passeggeri più l’autista ● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour ● I pasti dettagliati nel programma ● Visite ed escursioni come da programma ● Ingressi durante le visite guidate ● Assistenza di personale locale qualificato e di autisti locali parlanti francese, di rangers locali parlanti francese per le visite nelle riserve e nei parchi ● Assistenza di autisti locali parlante francese, di guida locale parlante italiano e di accompagnatore dall'Italia per i gruppi a partire da 8 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura).

      La quota non comprende

      ● Visto di ingresso in Madagascar (Euro 35 da pagarsi in loco) ● Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 500 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco ● Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote ● Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.


      Partenze per individuali

      Quote su richiesta. Per informazioni contattare direttamente il nostro ufficio booking.





    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio & C. s.a.s. - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 5158105 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop