Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

10 giorni

 


UN VIAGGIO PER...

Un viaggio che offre l’opportunità di immergersi nella straordinaria natura islandese cogliendone i peculiari aspetti geologici. Un tour particolarmente indicato a chi desidera scoprire l’isola da nord a sud in piena autonomia e di effettuare le visite secondo i propri tempi, grazie alla formula con auto a noleggio.


I vostri alberghi

sistemazione in hotel di categoria 3 o 4 stelle a Reykjavík. Hotel o guest-house lungo il circuito, nelle località previste o nel loro distretto di appartenenza, in base alla disponibilità (vedere il NOTA BENE "Sistemazioni alberghiere").

Mezzi di trasporto

auto a noleggio secondo la categoria prescelta.


 

da sapere

L’itinerario proposto parte da Reykjavík, nel sud-ovest, per compiere un tour circolare dell’isola attraverso scenari sempre diversi: paesaggi lunari, grandiosi ghiacciai, cascate, aree geotermiche e geyser. Le giornate sono abbastanza intense ma non faticose, con  spostamenti da una località all’altra intervallati da soste nei punti più suggestivi e panoramici. Per chi lo desideri, sarà possibile effettuare diverse escursioni facoltative: percorsi a cavallo, visite museali o navigazioni in battello verso mete diverse come l’isola di Papey o le isole Westman. 


 

Quando partire

Da maggio a settembre. È bene sapere che il clima islandese, anche in piena estate, è quanto mai variabile e imprevedibile, con frequenti precipitazioni. Ad agosto, le medie lungo la costa meridionale variano tra i 10 e i 13 °C, con punte anche di 24 °C durante le giornate più assolate. Curiosamente, le medie climatiche della costa settentrionale (Akureyri) sono in genere più elevate di uno o due gradi. L’interno è piuttosto ventoso. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “Informazioni prima di partire”.


 

In questo viaggio il patrimonio UNESCO

- Parco nazionale di Thingvellir


 


Estensioni

Traccia di viaggio - 4 giorni
Traccia di viaggio - 5 giorni

ISLANDA - MERAVIGLIE D'ISLANDA, ITINERARIO B

Quote a partire da € 1.965 - 10 giorni - Partenze a date libere su richiesta

  • Frammento di Luna apparso come per magia sul nostro pianeta, l’Islanda è una terra ascrivibile in una categoria a sé stante, un unicum geologico che non ha eguali. È un universo fatto di scenari incommensurabili, nel quale storia e mito si confondono tra ghiacciai e vulcani, solfatare e geyser, tundre sconfinate e scogliere. Un’isola plasmata in forme straordinarie da una natura perennemente in lotta tra creazione e distruzione, ora violenta, ora benevola. I paesaggi, così contrastanti tra loro, ostentano una straordinaria gamma di colori e sfumature, gli orizzonti sono infiniti, i ghiacciai immensi, le cascate tanto potenti da far tremare il suolo. Le innumerevoli aree geotermiche sono un ribollire di fanghi e un continuo sbuffare di soffioni, mentre l’altopiano interno è uno sconfinato deserto immerso in un silenzio sacrale, appena rotto dal sibilo del vento. Chi vede tutto ciò, non ne perderà mai la memoria.

    Giorno per giorno

     

    1° Giorno
    ITALIA - REYKJAVÍK
    Partenza con volo di linea per l’aeroporto internazionale di Keflavík, a una cinquantina di chilometri dalla capitale Reykjavík. Arrivo e ritiro dell'auto a noleggio in aeroporto. La prima notte è prevista in hotel, nella zona aeroportuale. Nel caso di arrivo nel pomeriggio, partenza per il villaggio di Hveragerdi, un’area ricca di vaporose sorgenti calde utilizzate per il riscaldamento di abitazioni e serre nelle quali si coltivano anche piante tropicali. Consigliamo una visita alla vicina Bláa Lónid, o Laguna Blu, una delle maggiori attrazioni d’Islanda; l’area geotermale, situata in mezzo a vasti campi di lava, è celebre per la sua spa e il laghetto di calde acque termali, ricche di proprietà benefiche. Qui potrete vivere un inconsueto momento di relax godendovi un paesaggio surreale. 
    Pernottamento.

     

    2° Giorno
    REYKJAVÍK - THINGVELLIR - GEYSIR - CASCATA DI GULLFOSS - BORGARFJÖRDUR
    La giornata è dedicata alla visita delle tre più note attrattive dell’isola, tanto che questo itinerario si è quadagnato il suggestivo appellativo di “Anello d’oro”. Dapprima raggiungiamo il belvedere dal quale si ammira la cascata di Gulfoss: le acque tumultuose del fiume Hvitá precipitano da alcune balconate di basalto per 37 metri, all’interno di una profonda gola che squarcia l’altopiano. La tappa successiva è costituita dall’area geotermica di Geysir, celebre perché ha dato il proprio nome a tutti gli zampilli d’acqua calda del mondo. Oggi il Gran Geysir è stanco ed erutta di rado, ma il vicino Strokkur erompe ogni 5-10 minuti in una colonna d’acqua bollente e vapori alta una ventina di metri. Ci dirigiamo infine il Parco nazionale di Thingvellir, dichiarato uno dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO. Qui, sulle sponde del lago Thingvallavatn, nell’anno 930 si riunì l’Althing, considerato uno dei primi parlamenti al mondo, se non il primo. Thingvellir è una zona di intensa attività tettonica: questa vasta pianura lavica è in effetti uno dei punti in cui le due metà dell’isola si stanno separando. Lo attestano le numerose fratture che segnano il terreno, in una delle quali precipita la bella cascata di Öxarárfoss. Proseguiamo infine verso il villaggio di Borgarfjördur, sul fiordo omonimo. 
    Prima colazione e pernottamento. 

     

    3° Giorno
    BORGARFJÖRDUR - SKAGAFJÖRDUR - AKUREYRI
    Partenza verso la città di Akureyri, percorrendo la Hrinvegur, ossia la Strada 1 o Strada Anello, principale arteria di comunicazione dell’isola; dapprima costeggiamo la baia di Húnaflói, poi ci inoltriamo nella regione dello Skagafjördur, distretto famoso per i suoi allevamenti di cavalli islandesi, una particolare specie equina di dimensioni poco più grandi di quelle di un pony, ma particolarmente resistente e soprattutto dotata di un passo (lo skeidi, a metà tra trotto e galoppo) che la rende unica. Tempo permettendo, avrete la possibilità di effettuare un’escursione a cavallo o di praticare rafting in uno dei fiumi della zona, o di visitare l’interessante fattoria di Glaumbaer, abitata fino al 1930 e donata poi al governo che ne ha fatto nel 1952 un Museo della Cultura popolare. Arrivo ad Akureyri, bella città affacciata sull’Eyafjördur e principale centro abitato del nord; sistemazione in hotel. 
    Prima colazione e pernottamento.

     

    4° Giorno
    AKUREYRI - MÝVATN
    In mattinata ci dedichiamo alla scoperta di Akureyri, considerata la città più bella dell’isola nonché capitale dei fiordi del nord. Il suo particolare clima permette la crescita di diverse piante e i giardini botanici all’aperto ospitano specie provenienti da Nuova Zelanda, Spagna e alcuni paesi dell’Africa, che riescono qui a germogliare nonostante la vicinanza al Circolo Polare Artico. Il centro – dalle spaziose vie sulle quali si affacciano negozi e ristoranti – è dominato dalla peculiare sagoma della grande chiesa luterana, considerata uno dei capisaldi dell’architettura moderna islandese. Lasciata la città alle spalle, ritorniamo a percorrere la Strada 1 e raggiungiamo le sponde del lago Mývatn, dove sarà piacevole fare un bagno tonificante in una laguna di acqua calda sorgiva. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Prima colazione e pernottamento.


    5° Giorno
    LAGO MYVATN
    La giornata inizia esplorando le immediate vicinanze del lago Myvatn, là dove si può osservare, tra pennacchi di candido vapore, la faglia che divide la placca continentale europea da quella americana: la profonda fenditura da qui attraversa verso sud tutta l’isola, proseguendo poi sul fondo dell’Atlantico. Ci troviamo ora nelle surreali solfatare di Namaskard, il cui suolo offre una rutilante tavolozza di colori; nei pressi si estende anche la spettacolare area geotermica di Hverir, caratterizzata da vulcani di fango, pozze ribollenti e fumarole attive, una delle quali è famosa per l’assordante fischio che emette senza sosta. Poco oltre visitiamo l’area geotermica di Krafla, caratterizzata da immani distese di lava nera, bizzarre formazioni geologiche, fumarole e dal silente lago craterico di Viti (il cui nome significa Inferno). Ritornati sulle sponde del lago, tempo permettendo si potrà entrare nella suggestiva Grjótagjá, una grotta vulcanica nella quale sgorgano sorgenti termali che danno origine a un laghetto sotterraneo di acqua bollente, celebre perché vi è stato girato un episodio della serie televisiva Il trono di Spade. Altrimenti si potranno esplorare le rive occidentali del lago; qui si trova la strabiliante distesa di bizzarre strutture rocciose note come Dimmuborgir (i Castelli Neri), formatesi in seguito al contatto con l’acqua di antiche colate laviche, mentre poco oltre si ergono i curiosi pseudo-crateri di Skutustadagigar.
    Prima colazione e pernottamento. 

     

    6° Giorno
    LAGO MÝVATN - HÚSAVÍK - ASBYRGI - DETTIFOSS - EGILSSTADIR
    Partenza in direzione nord verso il porto di Húsavík, Húsavík, con le case multicolore e le cime innevate che fanno da cornice. Qui suggeriamo di effettuare un’escursione in battello per l’avvistamento delle balene, che nel periodo estivo vengono a nutrirsi nella baia di Skjalfandi. Ci inoltriamo poi nella penisola di Tjörnes, delimitata da alte scogliere dove in estate nidificano colonie di pulcinella di mare, e raggiungiamo la lussureggiante gola di Asbyrgi; la leggenda vuole che la strana forma a U del canyon abbia avuto origine da uno degli otto zoccoli del cavallo di Odino, Sleipnir. La vasta depressione si estende per tre chilometri e mezzo circa; le pareti raggiungono i cento metri di altezza e nella sua parte centrale corre un imponente affioramento roccioso chiamato Eyjan, l’“isola”. La tappa successiva riserva una grande emozione: la vista della possente cascata di Dettifoss è infatti di quelle che lasciano senza fiato. L’impressionante salto d’acqua, alto 44 metri e largo un centinaio, è considerato il più potente d’Europa, tanto che il suo boato si fa udire a oltre un chilometro di distanza. Nei suoi pressi, il suolo di duro basalto trema sensibilmente sotto i piedi. Infine, dopo aver attraversato le vaste distese desertiche di Mödrudhalur, dall’aspetto lunare, raggiungiamo la cittadina di Egilsstadir, maggiore centro abitato dell’Islanda settentrionale. Sistemazione in hotel. 
    Prima colazione e pernottamento.

     

    7° Giorno
    EGILSSTADIR - FIORDI ORIENTALI - HÖFN
    Il percorso si snoda ora lungo le impressionanti scogliere dei fiordi orientali, tra picchi montuosi erosi dal vento che precipitano in mare formando spettacolari insenature. Questa zona è una delle regioni più antiche e più stabili dal punto di vista geologico, grazie alla distanza dalla dorsale medio-atlantica, e gode spesso di bel tempo. Lungo il tragitto sarà possibile visitare il villaggio di pescatori di Djupivogur, dove viene effettuata la salatura del merluzzo. Tra le possibili attività facoltative, suggeriamo l’escursione in barca all’isolotto di Papey, luogo di nidificazione dei pulcinella di mare, con partenza dal porticciolo di Djupivogur; oppure la visita del sorprendente museo di mineralogia Petra’s Stone Collection, nel minuscolo villaggio di Stodvarfjördur. Arrivo a Höfn, villaggio situato sull’Hornafjördur, e sistemazione in hotel. 
    Prima colazione e pernottamento.

     

    8° Giorno
    HÖFN - JÖKULSÁRLÓN - SKAFTAFELL - KIRKJUBÆJARKLAUSTUR
    In mattinata raggiungiamo la celebre laguna glaciale del Jökulsárlón, formatasi in seguito allo scioglimento di parte dell’immenso ghiacciaio Vatnajökull. L’autentica peculiarità del lago – che è possibile esplorare in barca – è costituita dai numerosi iceberg che ne solcano le gelide acque, sorprendenti per la gamma di colori che li caratterizza: accanto a quelli del tutto candidi se ne vedono infatti di blu, azzurri, gialli per la presenza di solfuri e perfino di neri a causa della cenere vulcanica inglobata in essi. La tappa successiva è il Parco Nazionale di Skaftafell, da dove si gode la magnifica vista dell’Öræfajökull (2119 metri), la più alta vetta dell’isola. Skaftafell, il secondo parco in Islanda per grandezza, presenta una vegetazione che, se rapportata a quella islandese in genere, si può definire rigogliosa; la brughiera di piante nane e fiori selvatici, che giunge a lambire il  ghiacciaio, qui si alterna ai sandir, le distese sabbiose caratteristiche dell’isola. Il parco si presta a belle camminate che consentono di ammirare da vicino il ghiacciaio Skaftafellsjökull e l’incantevole cascata di Svartifoss, circondata da snelle colonne di basalto esagonali. Più tardi, attraversando un’area desertica, si arriva a Kirrkjubaerklaustur. Qui tempo a disposizione permettendo, suggeriamo una breve escursione per ammirare la sbalorditiva vista offerta dal canyon di Fjadhrárgljúfur. Arrivo e sistemazione in hotel. 
    Prima colazione e pernottamento. 

     

    9° Giorno
    KIRKJUBÆJARKLAUSTUR - LA COSTA MERIDIONALE - REYKJAVÍK
    Attraversando distese laviche, percorriamo la strada che corre lungo la costa meridionale in direzione di Vik, per proseguire poi fino a Reykjavík. Il villaggio costiero di Vík è famoso per le sue scogliere e i suggestivi pilastri basaltici di Reynisdrangar, che sorgono come enormi zanne dalle acque dell’oceano a breve distanza dalla costa; poco lontano si erge il grandioso promontorio di Dyrholaey, alto fino a 115 metri e perforato da due enormi archi naturali. Qui si potrà compiere una rilassante passeggiata lungo la spiaggia di Reynisfiara, celebre per la sua sabbia nera come la pece e per le colonne basaltiche di ogni forma e dimensione. Meta successiva è la spettacolare cascata di Skogafoss, senza dubbio una delle più fotogeniche dell’isola, con il suo tonante muro d’acqua alto 60 metri. Nei pressi si può compiere una breve visita dello Skogar Folk Museum, vera e propria finestra aperta sulla storia antica della nazione, dall’epoca vichinga al passato recente. Una trentina di chilometri più avanti si potrà far tappa presso la pittoresca cascata di Seljalandsfoss, dove un sentiero permette di passare dietro la caduta d’acqua. Tra le possibili attività facoltative, suggeriamo l’escursione in barca alle isole Westman, con partenza dal vicino porto di Landeyjahöfn. Arrivo a Reykjavík. 
    Prima colazione e pernottamento.

     

    10° Giorno
    REYKJAVÍK - ITALIA
    Prima colazione. Trasferimento in aeroporto, consegna dell'auto a noleggio e partenza con il volo per l’Italia, con arrivo previsto nel pomeriggio.


    Partenze per individuali

    partenze giornaliere dalL'1 MAGGIO AL 30 SETTEMBRE 2019


    Quota individuale

    Formula Superior

    ( i voli intenazionali sono esclusi)

    PARTECIPANTI

    Con noleggio (Gruppo 2.0) Toyota Auris o similare

    Con noleggio (Gruppo 3.0) Toyota Avensis Sedan o similare

    Con noleggio (Gruppo 5.0) Toyota RAV4wd o similare

    Con noleggio (Gruppo 7.1) Toyota Landcruiser GX o similare

     Base 4 partecipanti

    € 2230,00

    € 2285,00

    € 2410,00

    € 2670,00

     Base 3 partecipanti

    su richiesta

    su richiesta

    su richiesta

    su richiesta

     Base 2 partecipanti

    € 2480,00

    € 2595,00

    € 2850,00

    € 3370,00

    Supplemento singola: su richiesta


    Formula Standard

    ( i voli intenazionali sono esclusi)

    PARTECIPANTI

    Con noleggio (Gruppo 2.0) Toyota Auris o similare

    Con noleggio (Gruppo 3.0) Toyota Avensis Sedan o similare

    Con noleggio (Gruppo 5.0) Toyota RAV4wd o similare

    Con noleggio (Gruppo 7.1) Toyota Landcruiser GX o similare

     Base 4 partecipanti

    € 1965,00

    € 2020,00

    € 2150,00

    € 2410,00

     Base 3 partecipanti

    su richiesta

    su richiesta

    su richiesta

    su richiesta

     Base 2 partecipanti

    € 2220,00

    € 2335,00

    € 2590,00

    € 3105,00

    Supplemento singola: su richiesta

    Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/12/19

    La quota comprende

    • Noleggio auto della categoria prescelta con chilometraggio illimitato • Assicurazione per i danni all’auto o ai terzi (CWD) e assicurazione antifurto (TP) •  Sistemazione in strutture di categoria turistica (piccoli alberghi o guest-house, con i servizi privati: vedi nota in calce) durante il circuito, con il trattamento di prima colazione e pernottamento • Assistenza di personale locale parlante inglese • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

    La quota non comprende

    • I passaggi aerei internazionali, le tasse aeroportuali e di sicurezza e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Visite ed escursioni • Trasferimenti dall'aeroporto al hotel e viceversa • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato. 

    Nota bene

    ● La tariffa dei voli internazionali sarà fornita al momento della prenotazione.

    • Sistemazioni alberghiere
    Fuori dalle città di Reykjavik ed Akureyri, esistono piccoli alberghi e guest-house, differenti tipologie di sistemazioni concentrate in determinate aree a volte distanti fra loro.  Queste strutture si trovano in piccoli villaggi immersi nella natura dove si giunge la sera al termine delle visite in tempo per la cena e il pernottamento.  Quando si effettua un viaggio in Islanda, si deve tenere conto che l’indicazione delle varie località previste nel programma, si riferisce “nell’area di / nella regione di”: ad esempio, un hotel a VIK può trovarsi anche a 2 ore dal villaggio stesso. Lo standard qualitativo delle strutture fuori dalla capitale può variare molto indipendentemente dalla classificazione ufficiale. Nelle zone più isolate, sono piuttosto semplici e si richiede pertanto un buon spirito di adattamento. La scelta delle sistemazioni e l’ordine delle visite dipendono dalla disponibilità alberghiera.

    Condizioni di autonoleggio
    - l'età minima richiesta per il noleggio è di 21 anni
    - La società di autonoleggio garantisce la categoria dell'auto prenotata, non il modello 
    - Un giorno di noleggio è inteso come 24 ore a partire dal momento della presa in consegna della vettura 
    - Per il ritiro dell'auto è necessaria la patente di guida italiana valida, posseduta da almeno un anno 
    - La vettura deve essere restituita con il pieno di carburante 
    - E' indispensabile il possesso di una carta di credito (non di tipo elettronico) 
    - La presa ed il rilascio dell'auto in due città diverse oppure la presa dell'auto presso l'hotel e il rilascio all'aeroporto o viceversa comporta l'addebito di un supplemento che verrà comunicato all'atto della prenotazione e da pagare in loco.

     

RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop