Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

26 giorni

 


UN VIAGGIO PER...

Attraversare tutto il continente americano, dall’Atlantico al Pacifico, significa, per noi europei, vivere sensazioni nuove. L’abbagliante scenografia della baia di Rio de Janeiro, la foresta e la vita animale del Pantanal, gli spazi aperti, la grandiosità del territorio, le città-gioiello coloniali sorte lungo l’antico cammino dell’oro della Estrada Real nella regione di Minas Geiras, le missioni gesuite, sino al “gran finale”: il Salar de Uyuni, la distesa blu cobalto del Titicaca, la misteriosa Machu Picchu. Per i viaggiatori appassionati di grandi traversate.


I VOSTRI ALBERGHI

Rio de Janeiro: Hotel Pestana Rio Atlantica 4* (camera vista laterale mare)
Paraty: Pousada do Sandi (camera luxo superior)
Itamonte: Pousada Ribeirão do Ouro
Tiradentes: Pousada Mãe d'Água
Ouro Preto: Pousada do Mondego
Belo Horizonte: Hotel Ouro Minas Palace 4*
Poconé: Pousada Rio Claro
Porto Jofre: Hotel Pantanal Norte 3*
Càceres: Riviera Pantanal Hotel 3*
Santa Cruz: K Misional 3*
Sucre: San Felipe 3*
Potosì: Santa Monica 3*
Uyuni: Tambo Aymara 3*
La Paz: Hotel Presidente 4*
Huatajata: Inca Utama & Cultural Resort
Puno: Casa Andina Premium 4*
Cusco: Casa Andina Premium 4*

                      

In modesto albergo locale a San Ignacio e San Josè.

 

MEZZI DI TRASPORTO

Minibus o bus, fuoristrada in Bolivia.


 

DA SAPERE

Regioni tropicali, giungla, foreste, sconfinati altopiani, candidi salares e laghi d’alta quota: l’itinerario si sviluppa tra grandiosi scenari naturali e consente di cogliere i diversi aspetti geografici e umani del Sudamerica, dalle atmosfere tropicali del Brasile alle severe scenografie dell’altopiano andino. Ciò che più colpisce di questo viaggio è la straordinaria varietà di ambienti naturali, di volti e culture. Parte dell’itinerario si svolge in altitudine per cui è consigliabile, a coloro che soffrono di malattie cardiocircolatorie, ipertensione o hanno problemi respiratori, una visita medica prima del viaggio. Alcune tappe sono inevitabilmente lunghe e i cambi di albergo (alcuni dei quali modesti) frequentissimi, ma sono scomodità insignificanti di fronte alle emozioni che ci riserva questo grande viaggio per il quale occorre comunque spirito di adattamento. Il circuito via terra si snoda anche lungo piste che - specialmente in Bolivia - sono sovente dissestate e polverose. Raccomandiamo la lettura della pagina "Viaggiare in Bolivia".


 

QUANDO PARTIRE

L’estensione del territorio attraversato comporta variazioni climatiche da una regione all’altra. Le stagioni sono opposte a quelle europee: l’inverno brasiliano va da giugno ad agosto, l’estate da dicembre a febbraio. La costa atlantica è caratterizzata da clima tropicale caldo-umido con temperature miti in inverno ed elevate in estate. A Rio de Janeiro l’estate è piuttosto calda e afosa con massime sui 27°/32°C, le minime annue variano dai 18 ai 23°C. La stagione più indicata sull’altopiano boliviano è quella invernale, da aprile a dicembre, caratterizzata da assenza di precipitazioni e cieli tersi. Le temperature sull’altopiano andino si aggirano in media sui 15°C di giorno scendendo anche di alcuni gradi sotto lo zero la notte. La stagione invernale è anche la più indicata per le regioni dei bassopiani orientali in quanto la meno piovosa. Il periodo da giugno a ottobre è il più adatto per effettuare questo viaggio.


in questo viaggio il Patrimonio Unesco

- Rio de Janeiro: i paesaggi tra la montagna e il mare
- Paraty e Ilha Grande: cultura e biodiversità
- Ouro Prêto
- Il santuario di Bom Jesus a Congonhas de Campo
- La foresta atlantica
- L’area di conservazione del Pantanal
- Le missioni gesuite di Chiquitos
- Il centro storico di Sucre
- Potosì
- L’antico centro politico e spirituale di Tiahuanaco
- Cusco
- Machu Picchu


 

BRASILE, BOLIVIA E PERU' - COAST TO COAST. UN GRANDE ITINERARIO DALLE SPIAGGE DI RIO ALLE ANDE

Quote a partire da € 11.580 - 26 giorni
LE GRANDI TRAVERSATE

  • Giorno per giorno 

     

    1° GIORNO
    ITALIA – RIO DE JANEIRO
    Partenza con volo di linea per Rio de Janeiro, dove l’arrivo è previsto il giorno successivo.

     

    2° GIORNO
    RIO DE JANEIRO
    Arrivo a Rio de Janeiro, trasferimento e sistemazione in hotel. Giornata dedicata alla visita di Rio, la “Cidade Maravilhosa”, considerata per il suo straordinario panorama urbano una delle più belle città del mondo. Qui la natura e l’uomo hanno creato un’atmosfera così esuberante che anche il più smaliziato dei viaggiatori ne rimane coinvolto e affascinato. La sua posizione naturale non teme confronti. Luccicante, vivace, travolgente, Rio innalza i suoi grattacieli e le sue architetture avveniristiche lungo l’arco della spettacolare baia di Guanabara e le sterminate spiagge che si affacciano sull’oceano, insinuandosi tra le verdi alture granitiche che la chiudono alle spalle. Visita alla vetta panoramica del Corcovado, che offre una visione a 360° sulla città. Lassù, l’immensa statua del Cristo abbraccia simbolicamente il visitatore. Proseguimento per il Pan di Zucchero, che offre un colpo d’occhio grandioso sull’ampia baia e sul complesso paesaggio di isole, spiagge e rilievi, attorno ai quali si articola scenograficamente la città.
    Mezza pensione che include il pranzo.

     

    3° GIORNO
    RIO DE JANEIRO - PARATY
    Lasciamo Rio de Janeiro non prima di aver effettuato una visita ai bellissimi giardini progettati da Burle Marx, uno dei maggiori esponenti di architettura del paesaggio del Novecento, con oltre 3500 specie di piante tropicali. Si prosegue lungo la Costa Verde che offre scenografici scorci sul mare punteggiato di isole, con sosta per il pranzo in un ristorante panoramico. Nel pomeriggio raggiungiamo un bellissimo tratto di foresta atlantica dove si trovano una cascata e una distilleria di cachaça del XVIII secolo. Arrivo a Paraty e sistemazione in tipica pousada.
    Pensione completa con cena a base di pesce e frutti di mare.

    Nota bene: i giardini Burle Marx sono chiusi il lunedì.

     

    4° GIORNO
    PARATY – ITAMONTE: LA STRADA REALE DELL’ORO
    (271 km)
    Paraty è un’incantevole cittadina coloniale affacciata, in un bellissimo contesto naturale, sulla Bahia de Ilha Grande. Qui, nel XVI secolo, si insediarono i Portoghesi e, nel secolo successivo, la località diventò una base importante per il commercio e il trasporto via mare dell’oro proveniente dalla regione di Minas Geiras e diretto in Europa. Dopo una visita alla scoperta del patrimonio storico-architettonico di Paraty, percorriamo un tratto della Costa Verde per poi salire lungo le pendici della Serra do Mar. La strada, molto panoramica, attraversa il Parco Serra da Bocaina regalando vedute spettacolari sulla foresta atlantica, belle cascate e una magnifica prospettiva sulla baia di Paraty. Dopo il pranzo nella bella cittadina di Cunha, famosa per l’artigianato, visitiamo il Parco Nazionale di Itatiaia, il primo parco ad essere stato istituito in Brasile, nel 1937. Qui si trova il Pico das Agulhas Negras (2791 m) e, nell’ambiente della foresta atlantica, effettueremo una camminata leggera sino all’incantevole cascata di Itaporani. Proseguimento per Itamonte, arrivo e sistemazione in pousada.
    Pensione completa.

     

    5° GIORNO
    ITAMONTE – CAXAMBU - TIRADENTES
    (226 km)
    Si percorrono le strade secondarie del sud di Minas Geiras, una delle regioni più belle del Brasile, tra colline lussureggianti che salgono lentamente verso la grande Serra da Mantiqueira. Si attraversano piccoli villaggi come São Vicente de Minas, terra di formaggi di grande qualità. Arrivo a Caxambu, antica città di villeggiatura nota per le sue acque curative, dove visitiamo il Parco das Águas, complesso idrominerale con 12 fonti dalle proprietà differenti. Proseguimento per l’incantevole Tiradentes, arrivo e sistemazione in pousada. Cena al ristorante Tragaluz, uno dei migliori del Brasile.
    Pensione completa.

     

    6° GIORNO
    TIRADENTES – SÃO JOÃO DEL REY - CONGONHAS DE CAMPO - OURO PRETO
    (160 km)
    Visita di Tiradentes con le belle chiese di Santo Antônio e Nossa Senhora do Rosário dos Pretos, la chiesa degli schiavi neri. A bordo di un treno d’epoca raggiungiamo l’antica città mineraria di São João del Rey (12 km), tra i bellissimi panorami della Serra di São José, dove visitiamo la chiesa di São Francisco in stile barocco. Tappa successiva è Congonhas de Campo per la visita dello straordinario gruppo statuario dei Profeti, capolavoro dello scultore Antonio Francisco Lisboa (1730-1814), conosciuto come l’Aleijadinho, e opera d’arte fra le più importanti dell’epoca coloniale. Disposte sulla scalinata della basilica del Bom Jesus, queste sculture raffiguranti i Profeti dell’Antico Testamento compongono uno dei quadri più affascinanti del barocco.  Di grande suggestione inoltre le 66 statue lignee in cedro del Libano che si trovano all’interno della basilica e rappresentano scene della Passione di Cristo. Proseguimento per Ouro Preto, arrivo e sistemazione in pousada.
    Mezza pensione che include il pranzo.

    Nota bene: il treno d'epoca opera solo da venerdì a domenica.

     

    7° GIORNO
    OURO PRETO – BELO HORIZONTE
    (123 km)
    Fondata nel 1711 con il nome di Vila Rica in seguito alla scoperta di ricchi giacimenti auriferi, monumento nazionale sotto la speciale tutela dell’UNESCO, Ouro Preto conserva il più grande insieme architettonico in stile barocco del Brasile con chiese e palazzi sontuosi, adorni di stucchi e dalla facciate complesse, creati sull’onda dell’euforia di una travolgente corsa all’oro. Visita del centro storico con le chiese di San Francesco d’Assisi e di Nostra Signora del Pilar, e quindi dell'antica miniera Passagem dove si scende sui binari fino a 120 metri di profondità. A una decina di chilometri da Ouro Preto visita di Mariana, la prima capitale di Minas Geiras. Proseguimento per Belo Horizonte, la capitale odierna dello stato di Minas Gerais. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include il pranzo.

     

    8° GIORNO
    BELO HORIZONTE – CUIABÀ – POCONÉ (PANTANAL)
    A una settantina di chilometri da Belo Horizonte visitiamo il Museo Inhotim, voluto dal magnate Bernardo Paz che per anni ha collezionato opere d’arte contemporanea acquistate in ogni parte del mondo. I padiglioni e l’immenso giardino botanico sono stati disegnati dall’architetto Roberto Burle Marx per ospitare le opere d’arte, un vero e proprio museo a cielo aperto; il Sonic Pavilion, progettato dall’artista Doug Aitken, si trova su una delle spianate più elevate del parco: al suo interno, in un foro nel parquet, sono stati posizionati microfoni a 200 metri di profondità che trasmettono l’eco della terra con l’intento di sviluppare una relazione tra arte e natura. Al termine della visita trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Cuiabà. Partenza in direzione del Pantanal passando per la cittadina di Poconé dove si imbocca la Transpantaneira, la pista che corre per 145 chilometri attraversando il Pantanal da Poconé a Porto Jofre. Arrivo e sistemazione in pousada. Dopo cena safari notturno per l’osservazione di numerosi animali come volpi, ocelotti, rapaci, centinaia di alligatori e, con un po' di fortuna, giaguari e puma. Il Pantanal è uno dei più affascinanti paradisi naturali del pianeta, un’immensa pianura alluvionale soggetta a periodiche inondazioni del fiume Paraguay e dei suoi affluenti. Da novembre a marzo il Pantanal diventa una palude sconfinata, le abbondanti piogge e i fiumi ricoprono d’acqua enormi estensioni di territorio da cui emergono solamente alcune isole. Secondo i dati del WWF, il più grande sistema di zone umide d’acqua dolce del mondo ospita la maggiore concentrazione di fauna selvatica del continente americano: 102 specie di mammiferi, 650 specie di uccelli, 270 di pesci, 177 specie di rettili e 40 di anfibi convivono in un territorio che si estende su 210.000 kmq, circa 2/3 della superficie dell’Italia.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    9° GIORNO
    PANTANAL: VERSO PORTO JOFRE
    Partenza al mattino molto presto per Porto Jofre (3-4 ore circa a seconda delle condizioni della strada) dove termina la Transpantaneira. Lungo il percorso potremo effettuare alcune soste per ammirare are, tucani e altri uccelli dal piumaggio sgargiante. Arrivo e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato ad una passeggiata ecologica in questo ambiente incontaminato e, dopo cena, safari notturno per tentare di avvistare mammiferi come il tapiro, l’ocelotto e il giaguaro, il più grande dei carnivori terrestri del Sudamerica che può arrivare ad un peso di 150 chilogrammi.
    Pensione completa.

     

    10° GIORNO
    PANTANAL: PORTO JOFRE
    Giornata interamente dedicata ad un tour in barca a motore lungo le acque del Rio Cuiabá con buone possibilità di avvistare giaguari e puma. Al termine rientro in hotel.
    Pensione completa con pranzo al sacco.

     

    11° GIORNO
    PANTANAL: PORTO JOFRE - POCONÉ
    Partenza per Poconé lungo la Transpantaneira. Arrivo e pranzo nella pousada. Nel pomeriggio escursione in canoa alla scoperta di questo ecosistema sorprendente: i suoi corsi d’acqua sono ricchissimi di pesci tra cui il temibile piranha, mentre sulle rive sabbiose si avvicendano capibara, lontre giganti e caimani, che nel Pantanal si stimano essere circa 30 milioni. Rientro alla pousada.
    Pensione completa.

     

    12° GIORNO
    POCONÉ – CÁCERES
    (185 km)
    Partenza per Cáceres, con arrivo a fine mattinata. Nel pomeriggio escursione in barca sul maestoso Rio Paraguay che in questo tratto ha un ecosistema molto ricco e peculiare. Visita del centro storico di Cáceres con i bei palazzi dei secoli XVIII e XIX. Aperitivo nella Piazza Barão do Rio Branco e sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include il pranzo.

     

    13° GIORNO
    CÁCERES - FRONTIERA BOLIVIANA - SAN MATIAS - SAN IGNACIO
    (100 km: 8 ore circa)
    Trasferimento verso la frontiera boliviana. Incontro con la guida e cambio di automezzi per proseguire in direzione di San Ignacio, passando dal villaggio di San Matias. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Pensione completa con pranzo al sacco.

     

    14° GIORNO
    SAN IGNACIO – LE MISSIONI GESUITE DELLA CHIQUITANIA - SAN JOSÈ
    Nella regione in cui ci troviamo – la Chiquitanía (o Chiquitos), racchiusa dalla selva – tra il 1691 e il 1760 i missionari gesuiti fondarono alcune riduzioni che oggi sono protette dall’Unesco, le uniche in Sud America a non essere state distrutte dopo l’espulsione dei gesuiti. Qui il gusto indigeno influenzò quello dei costruttori europei nelle sontuose decorazioni murarie delle chiese, nelle grandi colonne di legno intagliato e negli altari dorati. Oggi, in questi villaggi sospesi nel tempo, tali gioielli di arte sacra ancora assolvono alle funzioni del culto: come la riduzione di Santa Ana de Velasco, fondata nel 1755, di 280 abitanti appena, e San Rafael con la sua chiesa dalla facciata riccamente decorata. Proseguimento per San Josè, arrivo e sistemazione in hotel.
    Pensione completa.

     

    15° GIORNO
    SAN JOSÈ – SANTA CRUZ
    In questa tranquilla città visitiamo la missione di San José de Chiquitos, alla cui costruzione parteciparono circa 5 mila indigeni, l’unico complesso in pietra di questa regione, il Museo Sacro ed il mercato artigianale. Nel pomeriggio proseguimento per Santa Cruz, città dell’Oriente boliviano che sorge a 437 metri di altitudine, nel punto in cui le vallate andine digradano verso le pianure Llanos de Chiquitos. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include il pranzo.

     

    16° GIORNO
    SANTA CRUZ – SUCRE
    Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Sucre, capitale costituzionale della Bolivia e centro culturale fra i più importanti dell’America Latina. Arrivo e trasferimento in hotel. Nel pomeriggio visita della città. Situata a 2790 metri di altitudine, ai piedi della cordigliera, Sucre conserva intatto il fascino del suo centro storico coloniale con i sontuosi palazzi della nobiltà spagnola e le antiche chiese barocche dagli interni decorati in oro, argento e alabastro. Visita dei luoghi più significativi di Sucre: il Museo di Arte Indigena dove è possibile osservare i tessuti tradizionali delle culture Jalq’a e Tarabuco, la cattedrale barocca e il convento de La Recoleta, la Casa de la Libertad, in cui venne sancita l’indipendenza della Bolivia.
    Prima colazione e pernottamento.

     

    17° GIORNO
    SUCRE – POTOSÌ
    Trasferimento alla stazione degli autobus e partenza con bus di linea per Potosì, antico centro minerario della Bolivia situato a 4090 metri di altitudine ai piedi del Cerro Rico, inserito nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO per la straordinaria quantità di monumenti industriali e architettonici. Arrivo e sistemazione in hotel. Fondata dagli Spagnoli nel 1545 in seguito alla scoperta degli importanti giacimenti di argento, Potosí fu dichiarata nel 1553 città imperiale da Carlo V ed è citata da Cervantes nel Don Chisciotte proprio per le sue enormi ricchezze. Del suo passato conserva testimonianze nelle dimore private, nelle eleganti chiese come quella di San Francisco, nel palazzo della Real Casa de la Moneda, nel convento di Santa Teresa con l’annesso museo.
    Prima colazione e pernottamento.

      

    18° GIORNO
    POTOSÍ - PULACAYO - UYUNI
    In mattinata partiamo in direzione sud-ovest, verso il paese di Uyuni (4 ore circa). Nel corso del viaggio attraversiamo isolati villaggi costruiti in adobes, ossia mattoni di terra e paglia cotti al sole. Il paesaggio cambia continuamente, alternando tratti pianeggianti dove pascolano centinaia di camelidi andini a scoscese vallate sui cui versanti la natura si è sbizzarrita a inserire rocce e terre dalle mille tonalità. Nel primo pomeriggio giungiamo alla storica miniera d’argento di Pulacayo, una delle più antiche della Bolivia e la seconda più grande al mondo. Dopo la sosta proseguiamo alla volta di Uyuni, piccolo avamposto ai confini della “civiltà”, nei cui pressi si trova un enorme deserto di sale, a 3700 metri di altitudine, che è quanto resta di un immenso lago preistorico poi inariditosi. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

     

    19° GIORNO
    UYUNI – ESCURSIONE NEL SALAR DE UYUNI – LA PAZ
    Oggi ci attende una delle più suggestive tappe del viaggio, attraverso il fantastico paesaggio del Salar de Uyuni, il più grande deserto salato del mondo con un’estensione superiore ai 10.000 chilometri quadrati, simile a un’immensa distesa di ghiaccio. La grande traversata da nord a sud consente di apprezzare la maestosità di uno degli ambienti più incredibili che si possano immaginare. Nel cuore del Salar raggiungiamo l’isola Incahuasi, ricoperta da secolari cactus a candelabro, la cui crescita non supera i pochi millimetri all’anno. L’ambiente surreale, la tersa luce degli altopiani andini, il riverbero del sole sui cristalli di sale e il silenzio assoluto fanno di questo scorcio di mondo un posto unico. Al termine dell’escursione trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per La Paz. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include il pranzo.

     

    20° GIORNO
    UYUNI – ESCURSIONE AL COMPLESSO CERIMONIALE DI TIAHUANACO – HUATAJATA (LAGO TITICACA)
    Escursione a Tiahuanaco, l’affascinante complesso archeologico risalente al 580 a.C. che si adagia nel cuore dell’altopiano a nord di La Paz, simbolo di una cultura la cui influenza si estese in vaste aree del Perù e sito fra i più illustri d’America. Qui l’architettura monumentale delle costruzioni in rovina ci ha lasciato blocchi di pietra finemente lavorati, levigati con grande perfezione tecnica. Durante la mattinata visiteremo le antiche rovine, in particolare la Puerta del Sol, la piramide di Akapana, il tempio di Kalasasaya e alcuni monoliti. Al termine delle visite rientro a La Paz. Nel pomeriggio partenza con bus di linea per Huatajata, sulle rive del lago Titicaca, tutt’ora considerato sacro dalle popolazioni locali. Possibilità di effettuare la visita facoltativa all’Eco Pueblo Raices Andines oppure al Museo dell’Altiplanico. In serata visita all’Osservatorio Astronomico Alajpacha. Sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    21° GIORNO
    HUATAJATA (LAGO TITICACA) – PUNO (PERÙ)
    Navigazione in aliscafo raggiungendo l’Isola del Sole, dove visiteremo la scalinata degli Incas e la famosa "fuente sagrada". Nel pomeriggio la navigazione prosegue verso l’Isola della Luna, dove si trovano i resti del “Tempio delle vergini del Sole Iñak Uyu”, e Copacabana, piacevole cittadina affacciata sulla distesa blu del lago navigabile più alto del mondo. Visita della città con il santuario dedicato alla Virgen Morena.  Al termine dell'escursione proseguimento verso Puno, in Perù, situata anch’essa sul lago Titicaca.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    22° GIORNO
    PUNO - LA RAYA - RAQCHI - ANDAHUAYLILLAS - CUSCO
    Partenza per Cusco (405 km: 9/10 ore circa). Si viaggia lungo lo sconfinato altopiano punteggiato da sparuti borghi di pastori Aymarà. Sosta sul colle La Raya (4319 metri) di fronte alle cime innevate della cordigliera Vilcanota. Superato il colle, nei pressi della località di Raqchi, si visita il tempio dedicato al dio Viracocha, costituito da una serie di costruzioni in pietra e fango uniche nel loro genere nell’area andina. Visita delle fontane sacre e delle “colcas”, magazzini alimentari probabilmente costruiti per rifornire in caso di siccità la zona sud dell’impero, chiamata Collasuyo. Dopo 80 chilometri si visita la seicentesca chiesa di Andahuaylillas, con i preziosi affreschi. Proseguimento per Cusco, l’antica capitale incaica posta a 3.350 metri. Arrivo e sistemazione in hotel. Cena in un ristorante situato in un elegante patio coloniale.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    23° GIORNO
    CUSCO E I SITI ARCHEOLOGICI CIRCOSTANTI - MERCATO DI SAN PEDRO - TEMPIO DI CORICANCHA
    In mattinata visita della fortezza di Sacsayhuaman, immensa costruzione su tre livelli da cui si gode una spettacolare vista sulla città, e dei centri cerimoniali di Quenco e Tambomachay. Proseguimento della visita con l’elegante Plaza de Armas, su cui si affacciano pregiati balconi in legno di cedro risalenti all’epoca coloniale, il pittoresco mercato di San Pedro ed il tempio di Coricancha o “tempio del sole”, il più importante luogo di culto al tempo degli Incas, sulle cui fondamenta è stato costruito il Convento di Santo Domingo. Pomeriggio a disposizione per visite facoltative e acquisti.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    24° GIORNO
    CUSCO – ESCURSIONE ALLA CITTADELLA DI MACHU PICCHU
    Trasferimento alla stazione e partenza in treno per Machu Picchu Pueblo (ex Aguas Calientes). Il percorso, di tre ore e mezza circa, si snoda lungo l’ampia vallata per poi fare ingresso nell’ambiente selvaggio dell’alta valle dell’Urubamba con ripide pareti rivestite di fitta vegetazione.  Arrivo e percorso di una decina di chilometri in minibus per Machu Picchu. Aggrappata a 2400 metri di altezza ad un maestoso sperone di roccia che guarda la valle, Machu Picchu sembra davvero un luogo irraggiungibile, sospeso nel tempo. Visita dei diversi settori della città perduta degli Incas scoperta dallo storico nord americano Hiram Bingham: il tempio del sole, la zona presumibilmente abitata dai sacerdoti o nobili, il tempio delle tre finestre, l’Intihuatana. Al termine della visita rientro a Machu Picchu Pueblo e proseguimento in treno per Ollantaytambo. Trasferimento privato a Cusco e sistemazione in hotel. In serata cena d’arrivederci presso il ristorante MAP Cafe, inserito nel chiostro coloniale della Casa Cabrera dove è ospitato il Museo di Arte Pre-Colombina, il MAP da cui il nome del ristorante.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    25° GIORNO
    CUSCO – LIMA – ITALIA
    Prima colazione e mattinata a disposizione. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Lima. Proseguimento con il volo per l’Italia.              

     

    26° GIORNO
    ITALIA
    Arrivo in Italia. 


      

    PARTENZA DI GRUPPO DAL 1° AL 28 ottobre 2020

    Quote individuali base 8/10 partecipanti con accompagnatore dall'Italia:

    PARTENZE 2020


    In doppia

    Supplemento
    singola

    Base 8 partecipanti

    € 11950,00

    € 2280,00

    Base 9/10 partecipanti

    € 11580,00

    € 2280,00

    CAMBIO APPLICATO: 1 USD = 0,8472 EUR

    Quote dei servizi a terra valide fino al 31/10/20

    LA QUOTA COMPRENDE

    ● I passaggi aerei internazionali ed i voli interni in Brasile con voli di linea LATAM da/per Milano e voli interni in Bolivia con BOLIVIANA DE AVIACION, 23 kg di franchigia bagaglio ● Trasferimenti con veicoli fuoristrada, vetture o minibus a seconda del numero di partecipanti ● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour ● I pasti dettagliati nel programma ● Visite ed escursioni come da programma ● Ingressi durante le visite guidate ● Assistenza di personale locale qualificato e di autista/guida locale parlante Italiano ● Assistenza di un accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 8 partecipanti ● Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

    LA QUOTA NON COMPRENDE

    ● Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 400,00 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco ● Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote ● Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

     

    NOTA BENE SUGLI  HOTEL PER I VIAGGI DI GRUPPO:  Informiamo che in talune destinazioni  con scarsa capacità ricettiva,  le sistemazioni potrebbero essere previste in piccole strutture  che non hanno camere tutte uguali e della stessa categoria.  In questi casi, l’assegnazione verrà effettuata tenendo conto della data di prenotazione.


RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop