Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

15 giorni

 

 


Un viaggio per...

L’itinerario offre una visione completa delle terre patagoniche, al cospetto di una natura incontaminata. Alcune tappe fuori dai consueti circuiti turistici - come Bahia Bustamante, che il New York Times ha definito come “la risposta argentina (e segreta) alle Galápagos” - aggiungono valore a questo viaggio eccezionale, una vera e propria scoperta del fascino selvaggio della Patagonia.


I PLUS DEL TUCANO

PER IL VOSTRO COMFORT

- all’arrivo a Buenos Aires potrete immediatamente disporre della camera in hotel
- camera a disposizione in hotel a Buenos Aires sino al tardo pomeriggio, il giorno della partenza per l’Italia

 

OLTRE ALLE VISITE CLASSICHE IL TUCANO INCLUDE

- Bahia Bustamante, una tipica estancia patagonica immersa nella natura: un paradiso tra terra e mare
- Crociera sul Lago Argentino con due notti a bordo di una confortevole motonave, tra scenari incantevoli


I VOSTRI ALBERGHI

Buenos Aires: 725 Continental 5*
El Calafate: Kostein Aike 4*
Parco Torri del Paine: Hotel del Paine 4*
El Chalten: Posada Lunajium 3*
Perito Moreno: Hotel Cueva de las manos 3*
Bahia Bustamante: Bahia Bustamante Lodge 4*

A bordo di motonave Santa Cruz (cabina Deluxe) durante la crociera sul Lago Argentino.

Per maggiori informazioni sulla motonave Santa Cruz consultare il paragrafo "Migliore ospitalità"

Per maggiori informazioni sul Bahia Bustamante Lodge consultare il paragrafo "Migliore ospitalità"

 

MEZZI DI TRASPORTO

Vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti.


DA SAPERE

Viaggio intenso e ricco di attrattive naturalistiche, che prevede escursioni e passeggiate su sentieri agevoli percorribili anche da camminatori non esperti: non sono richieste particolari capacità fisiche se non un minimo di abitudine a camminare in montagna. La Patagonia è sempre sferzata dal vento che rende le condizioni di visibilità delle montagne estremamente variabili. 


QUANDO PARTIRE...

Il periodo climatico migliore per i viaggi in Patagonia va da metà settembre a metà aprile. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “Informazioni prima di partire”.


IN QUESTO VIAGGIO IL PATRIMONIO UNESCO

- Parco Nazionale dei Ghiacciai
- Parco Nazionale Torri del Paine (Riserva della Biosfera)
- Cueva de las Manos
- Patagonia Azul (Riserva della Biosfera)
- Il tango


 

 

ARGENTINA E CILE - LUOGHI SPETTACOLARI LUNGO LA RUTA 40

Quote in preparazione - 15 giorni - Partenze a date libere su richiesta

  • Giorno per giorno

     

    1° GIORNO
    ITALIA - BUENOS AIRES
    Partenza con volo di linea per Buenos Aires, dove l’arrivo è previsto il giorno successivo. 

     

    2° GIORNO
    BUENOS AIRES
    Arrivo in mattinata nella più “europea” delle capitali sudamericane, metropoli piena di carattere e di atmosfera con eleganti palazzi, ariose e monumentali piazze, moderne “avenidas”. Trasferimento e sistemazione in hotel, dove le camere saranno disponibili immediatamente. Fondata nel 1536 dai colonizzatori spagnoli, Buenos Aires è un agglomerato di culture e di mondi diversi sorto sulle rive del Rio de la Plata. Pomeriggio dedicato alla visita dei luoghi e monumenti più significativi della città, in particolare il centro, la famosa Plaza de Mayo su cui si affaccia la Casa Rosada, i lunghi viali alberati tra cui l’Avenida 9 de Julio con il suo celebre Obelisco, il quartiere italiano de La Boca con le vecchie stradine dove i pittori espongono i loro quadri, le case in legno dipinte a vivaci colori e affrescate con murales, osterie popolari e locali tipici dove la sera aleggiano le note nostalgiche del tango.
    Pernottamento.

     

    3° GIORNO
    BUENOS AIRES – EL CALAFATE: INIZIO DELLA NAVIGAZIONE SUL LAGO ARGENTINO
    Trasferimento all’aeroporto nazionale e volo per El Calafate, punto di partenza per le escursioni sul Lago Argentino. Arrivo, trasferimento al porto e imbarco sulla motonave Santa Cruz. Inizio della navigazione verso i ghiacciai che formano il “Campo de Hielo Patagónico”, il manto di ghiaccio più esteso al mondo dopo quelli dell’Antartide e della Groenlandia, sino a Bahía Alemana, vicino alla penisola Avellaneda. Sbarco per una camminata nell’ambiente del bosco patagonico.
    Mezza pensione che include la cena.

     

    4° GIORNO
    NAVIGAZIONE SUL LAGO ARGENTINO: GHIACCIAI SPEGAZZINI E UPSALA
    Giornata dedicata all’esplorazione dell’ambiente incontaminato dei ghiacci. Navigando lungo il Braccio Nord del lago, costeggiamo tutta la penisola Avellaneda imboccando la cosiddetta Bocca del Diavolo, il passaggio più stretto di questo enorme specchio d’acqua. La vista del ghiacciaio Spegazzini sarà un’emozione straordinaria: con un fronte di 135 metri, pare un gigantesco fiume di ghiaccio che si tuffa nel lago. Nel pomeriggio sbarco a Bahia de las Vacas che offre un eccellente punto di osservazione sul ghiacciaio. La navigazione prosegue quindi fino al ghiacciaio Upsala e si addentra nel Canale Mayo.
    Pensione completa.

     

    5° GIORNO
    NAVIGAZIONE SUL LAGO ARGENTINO: IL GHIACCIAIO PERITO MORENO – EL CALAFATE
    Navigazione verso sud, con sbarco nei pressi del Perito Moreno. Sbarco e camminata nel bosco andino-patagonico con una vista emozionante sul ghiacciaio Mayor e sul ghiacciaio Negro. Riprendiamo la navigazione lungo il Canal de los Témpanos sino al ghiacciaio Perito Moreno, il ghiacciaio più conosciuto della Patagonia e sicuramente uno dei più famosi al mondo. Raro esempio di ghiacciaio in continuo, seppur lento, avanzamento - circa 2 metri al giorno, nonostante, nell’attuale epoca geologica, la maggior parte dei ghiacciai del mondo stiano retrocedendo -, il Perito Moreno offre ai suoi visitatori un fronte di oltre 4 chilometri ed una parete di ghiaccio che si innalza per circa 70 metri sulla superficie del Lago Argentino, da cui si staccano enormi strutture glaciali alte come palazzi. Lungo la Penisola di Magellano sono state posizionate diverse passerelle per godere da vicino dello spettacolo del ghiacciaio e, con un po’ di fortuna, assistere ad alcuni crolli di iceberg nel lago. Il ghiacciaio deve il proprio nome all’esploratore argentino Francisco Pascasio Moreno, detto “Perito”, ovvero “esperto", il quale tra la fine del XIX secolo e gli inizi del XX si avventurò nelle recondite terre della Patagonia e tra i primi si batté per la creazione di una rete di parchi naturali. Navigazione sino al porto privato a Bahia Tranquila, sbarco e trasferimento in hotel.
    Pensione completa.

     

    6° GIORNO
    EL CALAFATE – TORRES DEL PAINE
    Lasciamo El Calafate per dirigerci verso Cerro Castillo, alla frontiera con il Cile. Disbrigo delle formalità doganali, cambio di automezzo e proseguimento in direzione del Parco Nazionale Torri del Paine. Arrivo alla Laguna Amarga e registrazione per l’ingresso al Parco Nazionale Torri del Paine: ci attende una geografia di montagne maestose, lagune color turchese, fiumi, cascate, boschi e steppe popolate da guanacos e puma. Sistemazione in hotel.
    Prima colazione e pernottamento.

     

    7° GIORNO
    PARCO NAZIONALE TORRES DEL PAINE
    Giornata dedicata alla visita del parco, designato dall’UNESCO “Riserva della Biosfera”, con un leggero trekking guidato: è davvero un luogo unico al mondo, dominato dai giganti di granito delle tre Torri del Paine e dai Cuernos del Paine, dalla particolare tonalità bicolore per cui la roccia metamorfica scura è attraversata orizzontalmente da una sezione di granito chiaro. Il paesaggio è punteggiato da diversi laghi, ognuno di singolare bellezza, tra cui il Sarmiento, le cui rive sono bordate da uno strato bianco di carbonato di calcio, il Nordenskjöld di color smeraldo, il Pehoé dalle acque turchesi, il Grey che nasce dall’omonimo ghiacciaio da cui si staccano enormi iceberg che fluttuano nel lago. Al termine rientro in hotel. Prima colazione e pernottamento.

     

    8° GIORNO
    TORRES DEL PAINE – EL CALAFATE
    Partenza per Cancha Carrera, posto di confine tra Cile e Argentina. Disbrigo delle formalità doganali, cambio di automezzo e proseguimento in direzione di El Calafate. Sistemazione in hotel.
    Prima colazione e pernottamento.

     

    9° GIORNO
    EL CALAFATE - EL CHALTEN
    Partenza per il villaggio di El Chalten, ai piedi del massiccio del Fitz Roy. Arrivo e sistemazione in hotel. Ci troviamo in una delle più spettacolari zone di montagna del Sud America: il villaggio ed il fondovalle si trovano ad una altezza di circa 450 metri sul livello del mare; escursionisti e scalatori di tutto il mondo giungono qui attratti dalle vette e panorami più maestosi che si possano immaginare: boschi, lagune, ardite pareti di granito, imponenti e verticali, ricoperte di ghiaccio nei punti più incredibili. Il Parco Nazionale dei Ghiacciai, riconosciuto dall’UNESCO quale Patrimonio dell’Umanità, deve il proprio nome alla presenza di numerosi ghiacciai, la cui particolarità è che originano a 1500 metri di altitudine e scendono sino a 200 metri sul livello del mare, offrendo uno spettacolo facilmente accessibile eppure unico al mondo. Dal disgelo di questo vasto sistema sono nati i due grandi Laghi Argentino e Viedma, solcati da grandi iceberg. Nel pomeriggio visita al Lago del Desierto, uno dei più belli dell’Argentina, con le sue acque turchesi.
    Prima colazione e pernottamento.

    Nota bene: Lo spettacolo delle montagne è subordinato alle condizioni meteorologiche, piuttosto instabili in questa zona.

     

    10° GIORNO
    EL CHALTEN – CUEVA DE LAS MANOS PINTADAS – PERITO MORENO
    Partenza lungo la RN 40 raggiungendo la stazione di arte rupestre conosciuta come “La cueva de las manos pintadas”, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Qui sono raffigurate scene di caccia al guanaco e moltissime mani policrome che risalirebbero, secondo gli esperti, a 10 mila anni a.C. e sono considerate le pitture più antiche dell’America Latina, espressione artistica di quei cacciatori-raccoglitori che popolarono il continente attraverso lo Stretto di Bering. Proseguimento per la cittadina di Perito Moreno. Arrivo e sistemazione in hotel.
    Prima colazione e pernottamento.

     

    11° GIORNO
    PERITO MORENO - SARMIENTO E LA FORESTA PIETRIFICATA - BAHíA BUSTAMANTE
    Partenza per la città di Sarmiento, nei cui dintorni si trova il bosco pietrificato José de Ormachea: osservando gli alberi che giacciono pietrificati distesi al suolo, nell’aridità della steppa, è difficile immaginare che un tempo formassero una foresta rigogliosa. 65 milioni di anni fa, all’elevarsi della Cordigliera Andina, l’umidità proveniente dal Pacifico incontrò la barriera delle montagne e con il verificarsi di eruzioni vulcaniche la cenere diede inizio ad un lento processo di trasformazione del legno in pietra. Visita del sito e partenza per Bahía Bustamante. Arrivo e sistemazione in lodge, una estancia patagonica affacciata sul mare.
    Mezza pensione che include la cena. 

     

    12° GIORNO
    BAHíA BUSTAMANTE
    Giornata dedicata alla scoperta di questo luogo magnifico che fa parte del Parco Nazionale Patagonia Austral e della Riserva della Biosfera dell’UNESCO Patagonia Azul, oltre ad essere stato dichiarato una AICA, ovvero un’area di importanza per la conservazione degli uccelli. Sono previste due attività in condivisione con gli altri ospiti del lodge, stabilite sulla base del clima e delle condizioni del mare. La navigazione nelle acque tranquille di Caleta Malaspina consente di avvicinarci alle isole dell’arcipelago Vernacci, habitat di leoni marini (circa 4000 esemplari nell’epoca della riproduzione), Pinguini di Magellano (100 mila individui) e colonie di varie specie di uccelli marini. La Penisola Graviña con le sue spiagge di sabbia bianca, le acque cristalline e le enormi formazioni rocciose di colore rossiccio nasconde luoghi incantevoli da scoprire. Un meraviglioso tragitto in 4x4 conduce a Cabo Aristizabal, che offre molte sorprese: un antico faro, colonie di leoni marini, un’installazione artistica dell’artista francese Christian Boltanski e siti archeologici. Un’altra possibile attività è un emozionante trekking in un immenso canyon seguendo il corso di un fiume oggi in secca, tra pareti di roccia alte più di 15 metri.
    Pensione completa con pranzo al sacco. 

     

    13° GIORNO
    BAHíA BUSTAMANTE – TRELEW – BUENOS AIRES
    Trasferimento all’aeroporto di Trelew e partenza con il volo per Buenos Aires. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. In serata cena con spettacolo di tango in un tipico locale della città.
    Mezza pensione che include la cena con spettacolo di tango.

     

    14° GIORNO
    BUENOS AIRES - ITALIA
    Prima colazione. Mattinata a disposizione per visite individuali. Nel tardo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia. 

     

    15° GIORNO
    ITALIA
    Arrivo in Italia nel pomeriggio.


     

    Date e quote in preparazione 

RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop