Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

12 giorni

VIAGGIO TRA I PAESAGGI E I POPOLI DEL SUD

PARTENZA DI GRUPPO:
DAL 26 DICEMBRE 2019 AL 6 GENNAIO 2020

3 PASSEGGERI PER AUTO FUORISTRADA
ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA DA 8 PARTECIPANTI


UN VIAGGIO PER ...

Viaggio di grande interesse etnografico e naturalistico tra i paesaggi e i popoli del sud Etiopia. Per chi desidera cogliere gli ultimi spaccati di un mondo che conserva le espressioni di un'antica ritualità ma sempre più prossimo ai grandi cambiamenti. L'effettuazione del circuito con le vetture fuoristrada anziché con i minibus consente di andare alla ricerca dei luoghi e realtà etnografiche rimasti più intatti e meno frequentati perché lontani dalle strade asfaltate e più difficilmente raggiungibili.


I PLUS DEL TUCANO


la nostra assistenza

- guida locale esperta parlante italiano per tutto il circuito

- accompagnatore dall'Italia a partire da 8 partecipanti


per il vostro coMfort

- vetture fuoristrada Toyota Land Cruiser e Nissan Patrol con aria condizionata occupate da 3 passeggeri per auto più l'autista durante l'intero circuito


- alcune camere a disposizione in hotel ad Addis Abeba sino all'ora prevista per il trasferimento in aeroporto il giorno della partenza per l'Italia.

oltre alle visite classiche il Tucano include

- un'escursione di un'intera giornata sul fiume Omo, verso il lago Turkana, con imbarcazione privata dell'organizzazione alla scoperta di insediamenti su rive o isolette fuori dai circuiti turistici


- la visita di villaggi ed etnie per il cui raggiungimento sono indispensabili i mezzi fuoristrada


- particolare attenzione abbiamo poi riservato alla visita dei mercati, osservatorio privilegiato per cogliere la vita dell’Africa, la quotidianità di un popolo.


 ALBERGHI

Addis Abeba - Saro Maria Hotel 4 *
Yirgalem - Aregash Lodge
Konso -   Kanta Lodge
Turmi - Buska / Turmi Lodge
Jinka - Eco Omo Lodge
Arba Minch - Paradise Lodge
Zway -Haile Resort Hotel


Le strutture alberghiere sono selezionate tra le migliori esistenti. La classificazione ufficiale, al di fuori di Addis Abeba, non corrisponde agli standard europei e gli alberghi possono in alcuni casi presentare carenze dovute ad una non puntuale manutenzione.

 

MEZZI DI TRASPORTO

Vetture fuoristrada (3 passeggeri per auto più l’autista) durante il circuito.

 

 


DA SAPERE
Primo operatore italiano ad effettuare un sopralluogo nel Sud dell’Etiopia, Il Tucano è anche la prima organizzazione che propone a metà degli anni ’80 l’itinerario nella Valle dell’Omo. Sulla base degli innumerevoli viaggi effettuati e la costante frequentazione dell’area, vi proponiamo un itinerario che guarda con molta attenzione agli aspetti etnografici dedicando tempo alla scoperta di luoghi e popoli spesso trascurati dai circuiti tradizionali del sud e alla visita dei mercati che rimangono un momento di grande intensità e di grande interesse.


Quando partire...
La stagione più indicata va da luglio a marzo. Per approfondimenti fare riferimento alla pagina “Informazioni prima di partire”.


In questo viaggio il Patrimonio UNESCO
• Tiya
• Paesaggio culturale di Konso
• Bassa valle dell'Omo

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Giovedì, 26 Dicembre 2019
  • ETIOPIA - IL GRANDE SUD A CAPODANNO

    Quote a partire da € 3.675- 12 giorni - Partenze a date libere su richiesta

    • Giorno per giorno

      1° GIORNO
      ITALIA - ADDIS ABEBA
      Partenza con volo di linea per Addis Abeba, via Istanbul, con arrivo dopo la mezzanotte. Trasferimento e sistemazione in hotel. Pernottamento.

      2° giorno
      Addis Abeba
      Giornata dedicata alla visita della capitale etiope che si adagia a 2400 metri di altitudine in un‘ampia conca circondata da montagne nel centro del Paese. Metropoli cosmopolita, sede dell'Unione Africana, Addis Abeba supera oggi i 4 milioni di abitanti, ospita un'ottantina di nazionalità diverse, comunità cristiane, ebraiche e musulmane che convivono una accanto all'altra. La fisionomia storica della città degli altopiani con i palazzi governativi di imperiale memoria, gli edifici in stile italiano eretti durante la breve presenza coloniale fascista, le tracce architettoniche del regime socialista di Menghistu uscito di scena all'inizio degli anni '90, i vasti quartieri popolari di casupole minuscole affastellate l'una all'altra è stata stravolta da quell'immenso cantiere che è diventata nell'ultimo decennio la capitale. Attraverseremo i luoghi salienti della città sostando presso i principali monumenti e visiteremo il Museo Etnografico e il Museo Nazionale. Il primo occupa la residenza dell'ultimo imperatore d'Etiopia, Hailè Selassiè, ed espone una bella collezione di manufatti offrendo uno straordinario spaccato culturale del popolo etiope. Il secondo museo è interessante per i reperti sabei, che testimoniano lo scambio culturale tra l'altopiano etiopico, la costa eritrea e la penisola arabica, ma soprattutto per Lucy, il piccolo scheletro ritrovato negli anni '70 nella valle dell'Awash e appartenente ad un ominide vissuto tre milioni e mezzo circa di anni fa. Mezza pensione che include la cena.

      3° giorno
      Addis Abeba - Yirgalem
      Partenza in direzione sud percorrendo la strada asfaltata che corre lungo la Rift Valley e attraversa una regione di laghi molto pescosi, habitat naturale di molte specie di uccelli. Sosta nel Parco Nazionale dei laghi Abjiata e Shala per coglierne gli estesi panorami. Arrivo e sistemazione in lodge a Yergalem, in territorio Sidamo, in un ambiente tropicale di foresta, piantagioni di caffé e pittoresche capanne in bambù. Pensione completa.

      4° giorno
      Yirgalem - I villaggi Konso
      Il nostro viaggio prosegue verso il territorio dei Konso delimitato dal fiume Sagan. Insediati in un ambiente collinare e pietroso, sedentari, i Konso abitano in villaggi frazionati e protetti da muri di pietra a secco, gli stessi che delimitano e sostengono i complicati terrazzamenti agricoli. Visita di un villaggio e del piccolo museo locale, che conserva testimonianze della cultura tribale dei Konso, tra cui le famose “waka”, le stele funerarie in legno ormai così rare e ambite dai trafficanti d'arte. Sistemazione in lodge. Pensione completa.

      5° giorno
      Konso - Turmi e il mercato degli Hamer
      Proseguimento per Turmi e visita del mercato del lunedì, punto di incontro delle genti Hamer. Quello degli Hamer è uno dei gruppi più curati dal punto di vista estetico. Le donne usano acconciarsi i capelli in deliziosi caschetti ottenuti arricciando le ciocche con argilla mescolata a burro o grasso di animale, portano collane di conchiglie cauri e indossano un tipico gonnellino in cuoio orlato con borchie metalliche ed anelli di ferro. L’ornamento caratteristico delle donne da sposare consiste in una visiera metallica detta “kallè”, le donne sposate si distinguono invece per il massiccio collare in ferro. La visita dei mercati è un momento importante del viaggio poiché consente di scoprire i prodotti di quella terra, i manufatti di una moltitudine di etnie e, attraverso la merce esposta, è possibile comprendere il modo di nutrirsi, di vestirsi, le credenze, le attività e il lavoro. Il mercato africano è luogo ricco di insegnamenti, dove ci si si scambiano le informazioni, si incontrano generazioni ed etnie diverse. Sistemazione in lodge. Pensione completa.

      6° giorno
      Turmi - I villaggi dei Karo e il popolo Nyangatom
      La parte meridionale della valle dell'Omo è considerata dagli studiosi uno dei luoghi etnicamente più interessanti del mondo ed è classificata Patrimonio dell’Umanità: in nessun altro luogo esiste una concentrazione di popolazioni così diverse dal punto di vista genetico, linguistico e sociale. Ad alimentare la straordinaria biodiversità della regione e a garantire la sopravvivenza dei suoi popoli sono le piene stagionali del fiume. Con due ore circa di pista raggiungiamo le terre ancestrali dei Karo e dei Nyangatom, che si affacciano sull'Omo e ne coltivano le sponde con l’abbassarsi del livello delle acque. L’ornamento più vistoso delle donne è rappresentato da fasci di collane intrecciate, da scarificazioni sul viso e sul corpo e dall'inserimento di ornamenti nel labbro inferiore. Gli uomini si dipingono il corpo con linee bianche di cenere ed impugnano ancor oggi la lancia, fedeli all’antico rituale di preparazione alla caccia o alla guerra. Mursi, Karo e Nyangatom, con i Dassanech che visiteremo il giorno successivo, abitano stabilmente lungo le sponde del fiume, da cui dipendono totalmente. Dopo la visita dei villaggi Karo e Nyangatom, raggiungibili solo con mezzi fuoristrada, torniamo a Turmi. Sistemazione in lodge. Pensione completa con pranzo al sacco.

      7° giorno
      Turmi - Omorate - Navigazione sul fiume Omo e visita dei villaggi Dassanech
      Partenza per Omorate, un grosso villaggio posto sulla riva dell’Omo a sud ovest di Turmi. Qui ci imbarcheremo su un'imbarcazione privata a motore per una lunga e interessante navigazione sull'ultimo tratto del fiume, che assume poi la conformazione del delta prima di immettersi nel lago Turkana. Non ci limiteremo ad una semplice traversata di pochi minuti per raggiungere i villaggi della sponda opposta ad Omorate, meta quotidiana di tutti i visitatori, ma navigheremo in direzione sud verso il Turkana. Andremo così alla scoperta di alcuni villaggi isolati, approdando sulle lontane rive dell'Omo o su qualche isoletta, in prossimità del confine con il Kenya. Questo è il territorio dei Dassanech o Galeb, un popolo dedito alla pastorizia e alla pesca, nomade o semistanziale, che vive in prossimità del lago Turkana, a cavallo del confine con il Kenya. I Dassanech sono genti dal portamento slanciato, agile ed elegante. A differenza dei popoli vicini le loro capanne sono costituite da un telaio di rami ricoperto da pelli di animali, facile da montare e smontare come è nella tradizione dei popoli legati alla transumanza. Al termine di questa intensa e affascinante giornata, che ci consente di cogliere con calma la vita sul fiume, faremo rientro a Turmi. Sistemazione in lodge. Pensione completa con pranzo al sacco.

      8° giorno
      Turmi - Il mercato di Key Afer - Jinka
      Partenza verso Jinka attraversando le terre rosse di Key Afer. Le genti che vivono sulle montagne di Jinka, grandi lavoratori di terre pietrose, non hanno nulla in comune con le tribù che vivono lungo i bordi del fiume Omo. Per il mondo moderno è impensabile che un fiume, una montagna, una pianura siano confini sociali e culturali, ma qui è da sempre così e, forse, per poco tempo ancora. Sosta in corso di viaggio al pittoresco mercato di Key Afer del giovedì e arrivo nella piacevole cittadina di Jinka e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visiteremo il piccolo museo sopra la collina di Jinka, in posizione panoramica, che ben illustra le tradizioni, la storia e la vita quotidiana di popoli ormai in via di estinzione. Pensione completa con pranzo al sacco. 

      9° giorno
      Jinka - L'incontro con i Mursi - Arba Minch
      Da Jinka proseguiamo alla volta di una delle etnie più singolari della valle dell’Omo: i Mursi. La pelle scura, il naso camuso, il corpo ben proporzionato e muscoloso tradiscono la loro origine. Fisicamente e somaticamente non è possibile confondere un Mursi con un Galeb, un Nyangatom o un Karo. I Mursi ricordano molto il tipo fisico Nuba del Sudan meridionale. Tuttavia, ciò che più colpisce di questa tribù è la macroscopica deformazione del labbro inferiore e dei lobi delle orecchie, riscontrabile in quasi tutte le donne, ottenuta con l’introduzione, sin dall’infanzia, di un piattello, generalmente di terracotta, di diametro sempre maggiore. L’origine di questa tradizione va fatta risalire, probabilmente, al periodo dei cacciatori di schiavi. Questa popolazione, forse per evitare che le donne venissero deportate, trovò un sistema per deturparne la bellezza e quello che inizialmente rendeva la donna meno ambita diventò in seguito un segno di distinzione della tribù stessa. Tra i Mursi, che apparivano un tempo come una delle etnie più primitive e singolari della valle dell'Omo, si iniziano a percepire venti di cambiamento. Con un percorso in direzione nord raggiungiamo la cittadina di Arba Minch. Sistemazione in lodge. Pensione completa.

      10° giorno
      Arba Minch - Il lago Chamo e la terra dei Dorze - Lago Zway
      In mattinata escursione in barca sul lago Chamo, habitat di coccodrilli e ippopotami, le cui rive sono abitate dalle tribù Ganjule e Guji, abili pescatori che utilizzano caratteristiche zattere realizzate con grossi tronchi d’albero. Tappa successiva il villaggio di Chencha, situato a 40 chilometri da Arba Minch e a 2700 metri di altitudine, da cui si dominano i laghi Chamo, Abaya e le terre fra essi comprese. Gli abitanti di Chencha sono i Dorze, agricoltori e abili tessitori. Gli uomini lavorano su stretti telai e fabbricano tessuti di cotone grezzo, molto semplici ma originali. Caratteristica dei Dorze sono le case, costruite con uno stile non riscontrabile altrove utilizzando un intreccio di fibra ricavata dall’albero di falso banano (enset), alte sino a dodici metri e circondate da orticelli e verdi boschetti di enset. Proseguiamo lungo la strada che risale in direzione nord lungo la Rift Valley. Arrivo e sistemazione in hotel resort nei pressi del lago Zway. Pensione completa con pranzo al sacco.

      11° giorno
      Lago Zway - Addis Abeba
      Mattinata dedicata ad un'escursione in barca sul lago Zway fino all'isola di Ghelila. Nel pomeriggio percorso di rientro ad Addis Abeba con sosta in corso di viaggio presso la cittadina di Tiya, nei cui dintorni si trova un sito archeologico costituito da 32 stele ricoperte di simboli che racchiudono un complesso cimiteriale di epoca preistorica dichiarato Patrimonio dell'Umanità, e del sito paleolitico di Melka Kunture, 50 chilometri a sud di Addis Abeba, scoperto negli anni ‘60 sull’altopiano a circa 2000 metri di altitudine. Arrivo nella capitale e camere a disposizione in hotel. Cena in ristorante, trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia, via Istanbul. Pensione completa.

      12° giorno
      Addis Abeba - Italia
      Arrivo in Italia nella mattinata. 


      Partenze di gruppo

      Quote individuali minimo 8 partecipanti con assistenza di accompagnatore dall’Italia:

       Partenze 2019/2020

      In doppia Supplemento
      singola
       Dal 26 Dicembre 2019 al 6 gennaio 2020 € 3675,00 € 350,00

      Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 30/9/2020


       LA QUOTA COMPRENDE

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines da/per Milano (classe di prenotazione H: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 20 kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti con vetture fuoristrada occupate da 3 passeggeri più l'autista • Sistemazione negli hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma (vedi anche “nota bene” in calce) • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guida/accompagnatore locale parlante italiano • Assistenza di accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 8 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

       LA QUOTA NON COMPRENDE

      • Visto di ingresso in Etiopia (50 dollari da pagarsi all’arrivo ad Addis Abeba) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 290 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato.

      Nota bene

      • Durante le escursioni o nel corso dei trasferimenti, quando non esistano strutture di ristorazione adeguate il pranzo è previsto al sacco (box lunch).

      Il cambio applicato: 1 USD = 0,8472 EUR


    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop