Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

8 giorni

PARTENZE DI GRUPPO

PARTENZE INDIVIDUALI A DATE LIBERE MINIMO 2 PARTECIPANTI


UN VIAGGIO PER...

Si trovano mille spunti per visitare il Paese delle Aquile: dalla bellezza del territorio, alle città ben conservate, dai siti archeologici alla genuinità del suo popolo, l’Albania è una terra ricca di tradizioni e storia. Un tour originale che si spinge sino in Tessaglia e nell’Epiro, nel cuore della Grecia, dove le Meteore rappresentano il connubio perfetto tra natura e religione.


I vostri alberghi

Tirana: Hotel Opera 4*
Korca: Hai I Pazarit 4*
Kalambaka: hotel Kastraki 4*
Argirocastro: Hotel Argjiro 4*
Saranda: Hotel Brilat 4*
Berat: Hotel Belagrita 4*

Mezzi di trasporto

Bus o minibus, a seconda del numero dei partecipanti.


Da sapere

Trattandosi di località rimaste ai margini del turismo sino a pochi anni fa, le infrastrutture e i servizi potrebbero denotare alcune carenze e la categoria degli hotel, seppur buona, non essere equiparabile a quella italiana.


Quando partire

In primavera ed estate, i periodi climaticamente più favorevoli. Il clima è di tipo mediterraneo sulla costa, continentale nelle zone interne.


In questo viaggio il patrimonio UNESCO

- Butrinto (Albania)
- Gjirokastra (Albania)
- Berat (Albania)
- Monasteri delle Meteore (Grecia)

ALBANIA E GRECIA - CAPOLAVORI D’ARTE, ANTICHE CHIESE E MONASTERI, AFFRESCHI E VECCHI BAZAR

Quote da € 1.670 - 8 giorni - Partenze di gruppo e a date libere su richiesta
GIOIELLI D'EUROPA

  • Un itinerario insolito che, spostandosi tra l’Albania e la Grecia, va alla ricerca di piccoli gioielli architettonici e capolavori d’arte. Molti i siti Unesco inclusi in questo viaggio, tutti suggestivi, ma così diversi tra loro per stile, epoca, collocazione.  Sospese in aria, tra la terra e il cielo, le rocce di Meteora si innalzano austere della piana della Tessaglia: i monasteri bizantini che vi si trovano  sono un luogo dello spirito, dove si percepisce il senso mistico del monachesimo e dell’ortodossia.  Gjirokastra, una delle più antiche città albanesi, conosciuta come la “Città di pietra”, per le antiche case fortificate,  le ripide vie lastricate e i ruderi delle case ormai dismesse: un insieme permeato dall’incontro delle culture greca, romana, bizantina, turca e albanese.  Butrinto, il sito archeologico più importante dell’Albania, affacciato sul mare, con l’acropoli, l’area del foro, il teatro, un ninfeo, le terme, la basilica paleocristiana, racconta una storia che attraversa i secoli. Berat è chiamata anche “la città dalle mille e una finestra” poiché le facciate delle case ottomane una accanto all’altra, sono costituite esclusivamente da finestre. Un  mix di religioni, culture e paesaggi: un viaggio che spazia dalle montagne al mare, dalle moschee ai monasteri ortodossi, dalle vecchie case e le stradine acciottolate di piccoli villaggi  all’immensa piazza Scanderbeg  di Tirana.

     

    Giorno per giorno

    1° Giorno
    Italia – Tirana
    Partenza con il volo per Tirana. Arrivo in serata, trasferimento e sistemazione in hotel.
    Pernottamento.

    2° Giorno
    Tirana - Pogradec -  Korça
    (165 km)
    Al mattino partenza per Korça che si raggiunge dopo aver costeggiato il lago Orhid, il più profondo dei Balcani.  Situata nel cuore meridionale del Paese, a 853 metri sul livello del mare e protetta dalle montagne che la circondano, Korça è un’interessante cittadina con un vecchio centro storico con i tetti di ardesia e architetture che rispecchiano influenze ottomane, francesi e rumene. Abitata fin dall’età del bronzo, viene citata per la prima volta solo nel 1280, in un documento medioevale. L’aspetto attuale è quello dell’epoca ottomana, quando la città, conquistata dai turchi nel 1440, divenne fiorente e conosciuta per la fabbricazione dei tappeti e per il bazar (oggi preservato come monumento nazionale), importante crocevia degli scambi verso l’Asia. Il centro storico, racchiuso tra Shen Gjergji e Republika Bulevardi, è piccolo e grazioso, e ha conservato la propria integrità, nonostante i grandi lavori dell’edilizia popolare socialista. Il vero gioiello della città rimane senz’altro il Museo d’Arte Medioevale Albanese, un piccolo scrigno che protegge e racchiude quanto è stato possibile salvare dai saccheggi delle chiese durante la rivoluzione culturale. La galleria principale raccoglie una bella collezione di icone, risalenti ad un periodo compreso tra il 1200 e il 1800, oltre a copertine in argento di Bibbie, crocifissi ed iconostasi istoriate. Si visita il centro storico con le vecchie case e le strade acciottolate, il bazar caratterizzato da edifici a uno o due piani affacciati su stretti vicoli e un particolare stile architettonico, la Moschea di Iljaz bej Mihrahor, il Museo delle icone. Negli immediati dintorni (a soli 3 chilometri dalla città, nel villaggio di Mborje) si trova la chiesa di Ristoz, del XIV secolo, con splendide pitture murali all’interno. Sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include la cena.

    3° Giorno
    Korça – Kastoria – Kalambaka
    Dopo colazione partenza per il confine con la Grecia. La prima città greca che si incontra è  Kastoria, nota per il commercio di pellami. Proseguimento verso la regione delle Meteore per visitare due dei monasteri dichiarati Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Sospese in aria, tra la terra e il cielo, le rocce di Meteora sono un luogo dello spirito, dove si percepisce il senso mistico del monachesimo e dell’ortodossia. Le Meteore sono anche un fenomeno geologico tra i più belli e spettacolari: un gruppo di rocce grigie, levigate, che si innalzano austere dalla piana della Tessaglia. Attualmente sono sei i monasteri abitati, ma nei secoli passati queste aspre rocce contavano altri quindici complessi monastici, ora pressoché in rovina e non facili da visitare: mentre si percorre l’unica strada che parte e ritorna a Kalambaka, se ne possono facilmente scorgere le rovine. La vista di questi eremi permette di comprendere quali privazioni comportasse la scelta monastica, il rifiuto del mondo, per dedicarsi esclusivamente alla ricerca spirituale. I monasteri che proponiamo sono facilmente accessibili, ma antiche incisioni e l’austera presenza di reti, argani e carrucole permette di comprendere come l’isolamento di questi eremi fosse quasi totale e come il contatto con il mondo esterno avvenisse esclusivamente attraverso l’utilizzo di sistemi arcaici e assolutamente precari. I monasteri raggiungono un'altezza di 600 metri e sono stati abitati dal XIV secolo. Sistemazione in hotel a Kalambaka, piccola città ai piedi di Meteora.
    Mezza pensione che include la cena. 

    4° Giorno
    Kalambaka – Metsovo – Ioannina – Argirocastro
    Dopo una sosta a Metsovo, un bellissimo villaggio greco noto per il suo formaggio affumicato, si raggiunge Ioannina, la capitale culturale e storica della regione dell'Epiro, una città in cui la storia ha lasciato indelebili tracce di dominazioni diverse, creando una suggestiva mescolanza di tradizioni e culture. Ciò che più si nota è il suo volto ottomano, rarissimo da ritrovare in Grecia, con alcuni importanti monumenti del passato islamico. Visita della Moschea Aslan Pasha e del Museo Bizantino, entrambi  all’interno delle antiche mura cittadine, che sono ancora oggi abitate. Il quartiere più antico è il Kastro a due passi dal porticciolo da cui si parte per una escursione in barca sul lago Pamvotida, sulle cui rive si affaccia la città, al centro del quale c’è un’isoletta con un piccolo borgo fatto di stradine lastricate e casette in stile tradizionale, alcune chiese decorate con magnifici affreschi e bellissimi monasteri. Proseguimento verso il confine con l’Albania sino a raggiungere Argirocastro. Sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include la cena.

    5° Giorno
    Argirocastro – Gjirokastra - Butrinto – Saranda
    Mattinata dedicata alla visita di Gjirokastra, una delle più antiche città albanesi, conosciuta come la “Città di pietra”, per le antiche case fortificate prive di balconi, ma ricche di finestre finemente lavorate. Il centro antico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per le sue caratteristiche uniche e il grande valore storico-architettonico, appare plasmato dall’incontro delle culture greca, romana, bizantina, turca e albanese. La sua origine risale al I secolo d.C., ma solo durante l’impero bizantino divenne un importante centro commerciale, per poi essere fagocitato nell’impero ottomano nel 1417. Lungo la strada per Butrinto sosta a Syri i Kaltër (ossia, l’Occhio Azzurro), una suggestiva sorgente di origine carsica situata sulle pendici del monte Mali i Gjerë; sullo sfondo della candida roccia calcarea la sorgente assume l’intensa colorazione che le è valso il nome; a tutt’oggi la profondità della sorgente non è stata accertata. Proseguiamo poi fino a raggiungere il sito archeologico di Butrinto, situato quasi al confine meridionale con la Grecia, di fronte all'isola di Corfù. Fondata da coloni greci nel VI secolo a.C., poi annessa al regno dell’Epiro e infine caduta sotto l’occupazione romana, quando vi sorsero numerosi grandi edifici pubblici, nei primi tempi della cristianizzazione la città divenne sede vescovile e vide sorgere alcune chiese. Oggi l’importanza del luogo risiede nel fatto che conserva testimonianze architettoniche di tutte le civiltà che vi si avvicendarono, dalla sua fondazione al Medioevo. I principali monumenti antichi sono l’acropoli, l’area del foro, il teatro, un ninfeo, le terme, la basilica paleocristiana. La città è ancora in parte circondata da una cinta muraria di fondazione greca (ma rafforzata in epoca romana e poi ancora dall’imperatore bizantino Giustiniano), lungo la quale si apre la bella Porta del Leone e si erge ancora una torre romana in buone condizioni; all’interno della cerchia si possono osservare anche le rovine di alcune abitazioni private, mentre a ridosso della scena del teatro si notano i resti di un tempio consacrato a Esculapio. All’interno delle terme romane nel VI secolo fu costruito un battistero, impreziosito da pavimenti a mosaico di grande bellezza. Butrinto è stata inclusa nell’elenco dei Patrimoni dell’Umanità dall’UNESCO.  Sistemazione in hotel nella vicina Saranda.
    Mezza pensione che include la cena.

    6° Giorno
    Saranda – Il castello di Porto Palermo – Il monastero di Ardenica - Berat
    Partenza verso nord lungo la strada costiera che offre una spettacolare vista sul Mar Adriatico. Sostiamo nei pressi di Himara per visitare il castello di Porto Palermo, costruito probabilmente dai veneziani e poi caduto in mano turca, oggi conosciuto anche come il castello di Alì Pascià di Tepeleni. Il piccolo ma ben conservato forte, a pianta triangolare e munito di possenti torri angolari, si erge su un piccolo promontorio che chiude a sud l’insenatura di Porto Palermo. Proseguimento per il monastero di Ardenica che fu fatto costruire dall'imperatore bizantino Andronico II Paleologo nel 1282. Bel complesso conventuale, conserva una magnifica iconostasi scolpita; sulle pareti interne dell’edificio - totalmente affrescato dai fratelli Zografi, noti pittori albanesi del Settecento che si distinguono per la fedeltà allo stile canonico bizantino anche in epoca tarda - scorrono le scene più pregnanti del Vecchio e del Nuovo Testamento effigiate con la precisione scientifica caratteristica dell’iconografia bizantina. Ardenica è l’unico monastero ortodosso attualmente in attività in Albania. Nel pomeriggio, al termine delle visite, proseguimento per Berat, una città pittoresca affacciata sulle rive di un fiume. Arrivo e sistemazione in hotel. 
    Mezza pensione che include la cena.

    7° giorno
    Berat - Kruja - Tirana
    Al mattino visita di Berat, città-museo dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall'UNESCO, chiamata anche “la città dalle mille e una finestra” poiché le facciate delle case, una accanto all’altra, sono costituite esclusivamente da finestre. Bianche e luminose, le case ottomane di Berat sono addossate ai fianchi della collina, a sua volta dominata dal castello.  Al di là del ponte sul fiume il quartiere cristiano di Gorat, con le tegole in cotto e i muri imbiancati, al di qua Mangalem, l'insediamento musulmano, punteggiato dai minareti delle moschee: due culture, due volti allo specchio. Berat, che visse anche un passato da avamposto dell'impero bizantino, custodisce il suo tesoro sulla sommità della collina che domina Mangalem: una cittadella fortificata risalente al XIV secolo, ancora abitata, a cui si arriva sudando sulle pietre levigate di un'antica stradina in salita. Pietra nuda, aspra, spigolosa avvolge la vita all'interno della cittadella, che scorre ogni giorno uguale e se stessa da secoli accanto al museo dedicato ad Onufri, il più grande pittore albanese del XVI secolo, autore delle splendide icone che vi sono custodite. Il museo è ospitato nella chiesa più grande, la Chiesa della Dormizione di Santa Maria. Meravigliosa l’iconostasi dorata, intagliata nel legno di radica. Al termine della visita partenza per Kruja, una città conosciuta soprattutto per il suo tipico bazar ottomano e per il Museo Nazionale dell'eroe nazionale Giorgio Castriota Scanderbeg nella cittadella. Proseguimento per Tirana. Tour panoramico della capitale dell'Albania con il suo centro nevralgico; la Moschea di Et'hem Bey, fondata nel 1789, il quartiere civile Blloku dove l'élite comunista ha vissuto per oltre 40 anni, il santuario dell'ordine sufi Bektashi che mescola elementi del giudaismo e del cristianesimo. Sistemazione in hotel.
    Mezza pensione che include la cena.

    8° giorno
    Tirana – Italia
    Prima colazione. Al mattino visita della città che in anni recenti sta cambiato volto arricchendosi di locali alla moda, gallerie d’arte e centri culturali. Tirana – il principale polo politico, industriale e culturale del Paese – vanta una storia millenaria, come testimoniano le vestigia archeologiche di epoca romana e bizantina, nonostante la sua fondazione ufficiale sia avvenuta in tempi relativamente brevi, ossia nel 1614 sotto la dominazione turca. Raggiungiamo dapprima piazza Madre Teresa, che fu aperta durante il periodo dell’occupazione italiana dell’Albania, sulla quale affacciano edifici costruiti nel tipico stile razionalista del Ventennio: l’Università, il Politecnico, l’Accademia delle Arti, il Museo Archeologico e il Centro degli Studi sull’Albania. Al progettista della piazza si deve anche la realizzazione del principale viale della città, il Dëshmorët e Kombit Boulevard (viale dei Martiri della Nazione), che prende inizio dal suo lato settentrionale. È poi la volta dell’immensa piazza Scanderbeg, la principale di Tirana con i suoi 40.000 metri quadrati, che prende il nome dall’eroe nazionale albanese Giorgio Castriota Scanderbeg e, idealmente, rappresenta il cuore geografico e politico del Paese. Sulla vasta spianata si affaccia tra l’altro la moschea Et’hem Bey, accanto alla quale sorge l’alta Torre dell’Orologio, completata nel 1822 durante l’occupazione turca ottomana. Nel primo pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia.


    PARTENZE DI GRUPPO

    Quote individuali minimo 6 partecipanti con l'assistenza di accompagnatore dall'Italia:

     PARTENZE 2021 In doppia  Supplemento 
      singola
     in preparazione in preparazione in preparazione
     in preparazione in preparazione in preparazione


    La quota comprende

    • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Blue Air da/per Milano (classe di prenotazione economica speciale gruppi: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 23 kg di franchigia bagaglio • I trasferimenti con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione in hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti italiano • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

    La quota non comprende

    • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 130 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

    Partenze per individuali

    Viaggio in formula self drive (con auto a noleggio): per la quota rivolgersi ai nostri uffici

    Quote individuali con assistenza di guida locale parlante italiano
    (non includono i voli):

     PARTECIPANTI In doppia Supplemento
    singola
     Base 4/5 partecipanti € 1690,00 € 290,00
     Base 2/3 partecipanti € 2150,00 € 290,00

    Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/12/21

    La quota comprende

    • I trasferimenti con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione in hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guida locale parlante italiano che riveste anche le funzioni di autista • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)

    La quota non comprende

    • I passaggi aerei internazionali, le tasse aeroportuali e di sicurezza,  le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

    Nota bene

    ● La tariffa dei voli internazionali sarà fornita al momento della prenotazione.

RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio & C. s.a.s. - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 5158105 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop