Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

16 giorni



PARTENZE DI GRUPPO:
DAL 22 APRILE AL 7 MAGGIO 2018
DAL 8 AL 23 LUGLIO 2018
DAL 7 AL 22 AGOSTO  2018
DAL
12 AL 27 AGOSTO 2018
DAL 7 AL 22 OTTOBRE 2018

DAL 21 AL 6 MAGGIO 2019
DAL
7 AL 22 LUGLIO 2019
DAL 4 AL 19 AGOSTO 2019

DAL 11 AL 26 AGOSTO 2019
DAL  13 AL 28 OTTOBRE 2019


ACCOMPAGNATORE DALL'ITALIA A PARTIRE DA 10 PARTECIPANTI


UN VIAGGIO PER...
Un viaggio per chi desidera compiere un grande overland nel cuore del Tibet con avvicinamento al Paese delle Nevi attraverso le verdi valli nepalesi e la catena himalayana.


UN VIAGGIO CON...

Giovanna Aleandri accompagna la partenza dall'8 al 23 Luglio 2018

Nel 1985 consegue la Laurea in Storia ad Indirizzo Orientale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Bologna, seguendo studi in sinologia, indologia ed islamistica. Collabora con Il Tucano accompagnando viaggi e curando itinerari tesi alla conoscenza e all’approfondimento delle antiche civiltà orientali e dell'India. Negli anni ha esteso la sua esperienza  in Cina,  Subcontinente Indiano, Estremo Oriente ed Asia Centrale, una quindicina di Paesi e circa 160 viaggi. L’interesse per la storia, la filosofia e l’arte orientale motivano  la sua professione mantenendo  viva e vitale la sua curiosità ed entusiasmo per l’ affascinante cultura orientale.

Vedere il Nota bene


 


I NOSTRI SERVIZI

Alberghi
Kathmandu - KGH Hotels and Resorts (Maya Manor Boutique hotel per la partenza di gruppo ad ottobre 2018)
Syabrubesi - Namaste Guest House
Kyirong - Kyirong Hotel
Xegar - Qomolangma Hotel
Shigatse - Hotel Gesar
Gyantse - Hotel Gyantse
Tsetang - Tsetang Hotel
Lhasa - Gyanggen Hotel

Le strutture alberghiere sono di livello molto variabile (da buono a spartano) a seconda delle località. La classificazione locale non corrisponde in genere agli standard internazionali.

Mezzi di trasporto
Pullman privati a Kathmandu e sul territorio tibetano. Il percorso lungo la Transhimalayana da Kathmandu alla frontiera tibetana di Kyirong viene effettuato con vetture fuoristrada considerando un'occupazione ottimale dei mezzi (3 passeggeri per macchina).


DA SAPERE

L'altitudine media dell’altopiano tibetano, 4000 metri, presuppone buone condizioni fisiche e comporta qualche inevitabile problema di acclimatazione nei primi giorni di permanenza. In Tibet la rete stradale che collega la capitale Lhasa alle maggiori città e al confine nepalese è asfaltata e in buone condizioni, alcune deviazioni in valli laterali per la visita di monasteri implicano percorsi su strade sterrate, soggette al fango o alla polvere. Le piogge monsoniche (soprattutto in luglio e agosto) possono compromettere, anche seriamente, le condizioni della strada che conduce da Kathmandu al confine con il Tibet, provocando frane e smottamenti. Talvolta le frane possono costringere all’effettuazione di brevi tratti a piedi o all'utilizzo di mezzi di fortuna (camion locali, bus ...). Il percorso via terra dal Nepal al Tibet è comunque sempre soggetto alle autorizzazione delle competenti autorità locali. Un viaggio in Tibet, nonostante i miglioramenti delle infrastrutture turistiche in anni recenti, richiede pur sempre spirito di adattamento. Alcuni alberghi sono stati rinnovati e sono oggi accettabili, altri, specie nelle località minori, si presentano trascurati e carenti sotto il profilo della manutenzione.


Quando partireLa stagione più indicata per i viaggi in Tibet è quella compresa tra maggio e ottobre. I periodi migliori sotto il profilo della visibilità delle montagne sono la primavera e l'autunno. Nei mesi centrale estivi (metà luglio e agosto) i monsoni interessano soprattutto il versante nepalese. Sull'altopiano tibetano le precipitazioni, ostacolate dalla barriera himalayana, sono più deboli, danno comunque adito a manifestazioni di carattere temporalesco, in genere notturne, e minore visibilità dovuta cielo coperto o annuvolamenti.

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Martedì, 07 Agosto 2018
  • Domenica, 12 Agosto 2018
  • Domenica, 07 Ottobre 2018
  • Domenica, 21 Aprile 2019
  • Domenica, 07 Luglio 2019
  • Domenica, 04 Agosto 2019
  • Domenica, 11 Agosto 2019
  • Domenica, 13 Ottobre 2019
  • NEPAL E TIBET - LA TRAVERSATA DEGLI ALTOPIANI CENTRALI

    Quote a partire da € 4.480 - 16 giorni
    ESCLUSIVA TUCANO

    • Giorno per giorno

      1° giorno
      Italia - Kathmandu

      Partenza con volo di linea per Kathmandu, via Istanbul, con arrivo il giorno successivo.

      2°giorno
      Kathmandu e la sua valle: escursione a Bhaktapur

      Arrivo al mattino presto nella capitale del Nepal, situata a 1400 metri di altitudine. Trasferimento e sistemazione in hotel. Dedicheremo il pomeriggio alla visita dell’antica città-stato di Bhaktapur, su una collina che domina il fiume Hanuman.

      Pernottamento.


      3°giorno
      Kathmandu e la sua valle: escursione a Patan

      Nei dintorni di Kathmandu visiteremo Patan, la “città dei mille tetti dorati” edificata in gran parte dai re Malla, considerata la culla delle arti e dell’architettura della Valle di Kathmandu. Pomeriggio a disposizione. Sistemazione in hotel.

      Prima colazione e pernottamento.


      4°giorno
      Kathmandu - Syabrubesi

      (130 km - 8 ore circa di strada sterrata di montagna)
      Lasciamo la capitale in direzione nord, seguendo la strada che conduce a Syabrubesi, punto di partenza dei trekking nel Parco Nazionale di Langtang, le cui cime  sfiorano i 7000 metri di altezza. Il percorso corre sul filo di verdi valli himalayane, tra risaie a terrazza e nuclei rurali. Arrivo e sistemazione in guest house.

      Pensione completa.


      5°giorno
      Syabrubesi - Frontiera Nepal/Tibet - Kyirong

      (40 km, di cui 14 km di strada sterrata di montagna)
      Partenza verso la località nepalese di Rasuwagadi e passaggio della frontiera che separa la regione autonoma del Tibet dal Nepal. Proseguimento in territorio tibetano sino a Kyirong, che sorge a 2700 metri di altezza in una splendida vallata circondata dalle cime himalayane. Kyirong è la nuova porta di ingresso in Tibet per i viaggiatori che percorrono lle valli himalayane dal Nepal. Sistemazione in guest house.

      Pensione completa.

      Il percorso da Kathmandu alla frontiera tibetana (4° e 5° giorno) si snoda su una strada sterrata di montagna con il fondo spesso dissestato, che comporta frequenti rallentamenti, e le cui condizioni richiedono continui lavori di manutenzione a causa delle piogge monsoniche.
      Kyirong è il nuovo posto di frontiera che sostituisce dall'agosto 2017 la strada di Zhangmu, danneggiata dal terremoto del 2015. La località non è preparata al passaggio di turisti e non offre  ancora strutture alberghiere adeguate alle esigenze dei viaggiatori occidentali.

       

      6°giorno
      Kyirong - Xegar

      (340 km - 7 ore circa di strada asfaltata)
      Traversata  verso gli orizzonti sconfinati dell'altopiano tibetano che in presenza di buone condizioni di visibilità abbraccia le cime himalayane incappucciate di neve. Valicheremo il passo Gongtang la (5200 m) e costeggeremo il lago Peigutso. Arrivo a Xegar (4300 m) e sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      7°giorno
      Xegar - Escursione al campo base dell'Everest e monastero di Rongbuk

      (180 km tra andata e ritorno, su strada  in buona parte asfaltata)
      Partenza al mattino presto diretti al campo base dell'Everest, che si raggiunge con tre ore circa di percorso su una strada quasi del tutto asfaltata. Salita al passo Pang La (5205 m) dal quale, in condizioni di bel tempo, lo sguardo può spaziare su cinque ottomila: il Makalu, il Lhotse, l'Everest, il Cho Oyu e Shishapangma. Dopo il passo ci attende una sosta al monastero di Rongbuk considerato, insieme a Dira Puk nella zona del Monte Kailash, il più alto del mondo. Il monastero ha un grande stupa fiancheggiato da ruote di preghiera e un circuito di pellegrinaggio che attornia il complesso. Da qui si ha una veduta senza ostacoli della parete nord della montagna più alta del mondo ed è per questo motivo che lo si ritiene uno dei luoghi più suggestivi del pianeta. Gli alpinisti diretti alla vetta attraverso la parete nord devono passare nei pressi del monastero, che è quindi considerato come la porta di accesso all'Everest. Appena 8 chilometri di strada ci separano dal campo base dell'Everest, a quota 5200 metri, ai margini del ghiacciaio. Percorso di ritorno a Xegar, sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      8°giorno
      Xegar - Monastero di Sakya - Shigatse
      (300 km - 6 ore circa di strada asfaltata)
      Ci lasciamo alle spalle l’altopiano di Xegar per raggiungere uno dei più importanti complessi monastici del Tibet, il sontuoso e raffinato complesso di Sakya. L’immenso “dukhang”, la sala di preghiera con le alte colonne lignee, le statue rivestite d’oro, le pareti affrescate di dipinti preziosi, suggeriscono un profondo senso di interiorizzazione e misticismo. Proseguimento per Shigatse (3900 m), capitale dello Tsang e seconda città tibetana. Posta alla confluenza del Nyangchu con lo Tsangpo, offre al primo sguardo l'immagine di una città cinesizzata dominata dalle rovine dell'antico ed imponente Samdrup Tse Dzong. Visita del Tashilumpo, la vasta città monastica sede del Panchen Lama, seconda carica politico-religiosa del Tibet, che domina Shigatse con i suoi tetti dorati. Sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      9°giorno
      Shigatse - Monastero di Shalu - Gyantse

      (130 km - due ore circa di strada asfaltata)
      Una novantina di chilometri  di strada pianeggiante separano Shigatse da Gyantse. La piana del fiume  Nyangchu appare d'estate come una bellissima tavolozza di colori, sul fondo verde dell'erba spiccano le macchie dorate dei campi di grano e di orzo, quelle gialle della senape in fiore, il viola luminoso del grano saraceno intervallate alle pennellate argentee dei salici. Ad una ventina di chilometri da Shigatse raggiungiamo con una deviazione il monastero di Shalu. La sua fondazione risale al 1040 ed è uno tra i più antichi e rinomati di tutto il Tibet. Gyantse (3950 m) è annunciata da un enorme sperone roccioso che domina la città, che fu in passato un importante nodo strategico delle carovaniere per l'India, il Nepal e il Bhutan. Un'imponente muraglia corre lungo la dorsale della montagna fino al castello-fortezza semidistrutto, eretto sulla cima a protezione degli abitati. Visita del monastero di Palkhor Chode, fondato nel 1418 dai Sakyapa, al cui interno coabitavano pacificamente gruppi di monaci di varie sette, e del Kumbum, il “chorten delle centomila immagini”, gioello architettonico di Gyantse, elegante nella sua forma e ricco di decorazioni. Edificato nel 1420, si sviluppa su nove piani che si restringono fino alla sommità dorata sotto la quale  quattro coppie di occhi del Buddha guardano ai quattro punti cardinali. Il percorso che i fedeli seguono  per raggiungerne la cima visitando le 73 cappelle decorate con statue, altorilievi e pitture di divinità, santi, maestri e demoni, non sarebbe altro che l'ideale percorso iniziatico dell'uomo verso l'Illuminazione e il Nirvana.Sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      10°giorno
      Gyantse - Lago Yamdrok - Tsetang

      (330 km - 6 ore circa di strada asfaltata)
      Da Gyantse la strada corre in direzione est sugli altopiani centrali superando i 5010 metri del Karo La. Questo passo, segnalato da un ‟lapcha”, il tradizionale cumulo di pietre adorno di colorate bandierine di preghiera presente sulla sommità di ogni valico, è circondato da una spettacolare corona di montagne i cui immensi ghiacciai scendono a quasi lambire la strada e si affaccia sulla distesa turchese del lago Yamdrok, immenso specchio azzurro a 4300 metri di quota e terzo per dimensioni del Tibet. Ai piccoli villaggi di pastori, alle greggi di pecore e yak, alle onnipresenti bandierine di preghiera che sventolano al vento delle alte quote, si susseguono i campi di orzo. Nuovamente la strada si inerpica lungo i tornanti che portano al valico del Kamba La (4794 m) che riserva vedute mozzafiato, per poi discendere nel fondovalle del fiume Yarlung e raggiungere, nel tardo pomeriggio, Tsetang, a 3500 metri di quota.  Arrivo e sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      11°giorno
      Tsetang - Escursione ai monasteri di Samye e Yumbulakang

      (70 km - 3 ore circa)
      Visita di Samye, splendido complesso monastico sulla sponda opposta dello Yarlung, ad una quarantina di chilometri da Tsetang, luogo fra i più suggestivi e densi di richiami magici ed esoterici di tutto il Tibet. Proseguendo per una quindicina di chilometri  raggiungeremo il magnifico monastero-fortezza di Yumbulakang, arroccato su uno sperone roccioso che domina la valle. Lo sguardo d’insieme qui è spettacolare.

      Pensione completa.

       

      12°giorno
      Tsetang - Monasteri di Dranang e Mindoling - Lhasa

      (220 km - 4 ore circa)
      Oggi percorriamo in direzione ovest l'ampia valle del fiume Kyi Chu e  la valle dello Yarlung, che nasce nel Tibet occidentale, alle pendici del monte Kailash, e dopo aver attraversato tutto l'altopiano tibetano entra in  territorio indiano con il nome, più conosciuto, di Brahmaputra. Visiteremo il monastero di Dranang, di grande importanza per i suoi dipinti murali dell'XI secolo e con una deviazione raggiungeremo una suggestiva valle laterale con resti di antiche costruzioni e piccoli chorten: qui visiteremo il monastero di Mindroling, forse l'unico superstite in tutto il Tibet  tra quelli appartenenti alla setta dei Berretti Rossi (Nyingmapa). Proseguimento per Lhasa, la capitale che sorge a 3650 metri di altitudine, e sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      13°giorno
      Lhasa - Escursioni a Drepung, Sera e Norbulinka

      Giornata dedicata ad escursioni negli immediati dintorni della capitale con visita delle grandi città monastiche, centri di potere religioso e politico  sin dal Medioevo, la cui influenza fu tale da condizionare lo stesso Dalai Lama e il governo di Lhasa. In mattinata visiteremo il più grande complesso monastico del Tibet, Drepung, luogo pieno di storia e di fascino,  potente università monastica con migliaia di monaci, oggi ridotti ad alcune centinaia. Dall'alto della sua posizione potremo godere di suggestive panoramiche sulla conca di Lhasa. Nel pomeriggio visita di Sera, eterno rivale di Drepung, dove i novizi hanno mantenuto un'antica pratica verbale che consiste nella ripetizione dei testi sacri ritmati dal  secco battito delle mani dei maestri che segnalano un errore passando la parola  ad un nuovo discepolo. Concludiamo le visite con il parco di Norbulinka, che dal 1700  fu la residenza estiva dei Dalai Lama, raggiunta  ad ogni inizio estate con un fastoso corteo di dignitari, guardie e inservienti. Rientro a Lhasa e sistemazione in hotel.

      Pensione completa.

       

      14°giorno
      Lhasa: Il palazzo del Potala e il tempio di Jokhang

      Giornata dedicata alla visita del Palazzo del Potala, ex residenza dei Dalai Lama, uno degli edifici più maestosi ed impressionanti dell’intera Asia, del grande tempio di Jokhang. Termineremo le visite con una passeggiata nel pittoresco quartiere commerciale di Barkhor, nel nucleo antico della capitale.

      Pensione completa.

       

      15° giorno
      Lhasa - Kathmandu

      Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Kathmandu. Arrivo e sistemazione in hotel. Tempo a disposizione.

      Pernottamento e prima colazione.

       

      16° giorno
      Kathmandu - Italia

      Trasferimento in aeroporto al mattino presto e partenza con il volo di rientro in Italia, via Istanbul. Arrivo in Italia nel tardo pomeriggio.


      Partenze di gruppo

      Quote individuali base 10/15 partecipanti con assistenza di accompagnatore dall'Italia:

        PARTENZE 2018

      In doppia

      Supplemento
      singola
       Dal 22 Aprile al 7 Maggio

      € 4650,00

      € 625,00

       Dall'8 al 23 Luglio 
       con accompagnatore Giovanna Aleandri 

      € 4650,00

      € 625,00
       Dal 7 al 22 Agosto 

      Quota garantita fino al 06/06/18 (^):
      € 4480,00

      € 625,00
       Dal 12 al 27 Agosto

      Quota garantita fino al 08/06/18 (^):
      € 4480,00

      € 625,00
       Dal 7 al 22 Ottobre 

      € 4650,00

      € 625,00
       PARTENZE 2019

      In doppia

      Supplemento
      singola
       Dal 21 Aprile al 6 Maggio (*)

      € 4650,00

      € 625,00
       Dal 7 al 22 Luglio (*)

      € 4650,00

      € 625,00
       Dal 4 al 19 Agosto (*)

      € 4480,00

      € 625,00
       Dal 11 al 26 Agosto (*)

      € 4480,00

      € 625,00
       Dal 13 al 28 Ottobre (*)

      € 4650,00

      € 625,00

      (^) QUOTA GARANTITA: prenotando entro la data indicata, si avrà la garanzia che la quota non subirà variazioni a seguito dell’aumento delle tariffe aeree. Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a leggere le pagine del catalogo “Prenotare in anticipo conviene...”  CLICCANDO QUI

      (*) QUOTE E DATE SONO SOGGETTE A RICONFERMA. RIVOLGERSI AI NOSTRI UFFICI


      Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/10/18

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedere le coperture assicurative

      La quota comprende

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Turkish Airlines da/per Milano (classe di prenotazione speciale T/L per le partenze di Agosto 2018, classe di prenoazione Q per le altre partenze: vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), i voli interni, 20 Kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti • Sistemazione in hotel di categoria 4 stelle a Kathmandu, in hotel di categoria 3 stelle a Lhasa, Shigatse e Tsetang, nei migliori disponibili nelle altre località • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di una guida locale parlante inglese in Tibet, guida locale parlante italiano in Nepal • Assistenza di un accompagnatore dall’Italia a partire da 10 partecipanti.

      La quota non comprende

      • Visto di ingresso in Tibet (Euro 90) e Nepal (Dollari USA 30 da pagare in loco) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 310 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuali supplementi di alta stagione per le partenze di Natale, Capodanno, Pasqua • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote •  Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato.


      NOTA BENE

      - L’itinerario è stato programmato con il volo da Kathmandu a Lhasa e ritorno nell’eventualità che la Transhimalayana da Kathmandu a Lhasa non sia ancora interamente percorribile a causa del terremoto dell’Aprile 2015. Qualora la strada venga riaperta al traffico in tempo utile, il viaggio verrà regolarmente effettuato come negli anni passati con un solo trasferimento aereo e il tragitto via terra lungo la scenografico percorso che collega la capitale nepalese a quella tibetana. In tal caso sarà prevista una riduzione della quota di partecipazione.

       

      - Se per motivi non imputabili alla sua volontà, l’accompagnatore specialista non potesse condurre il viaggio – a titolo esemplificativo per motivi di malattia o altro legittimo ed improcrastinabile impedimento – provvederemo ad assegnare un altro accompagnatore con analoga specializzazione. Qualora non fosse disponibile, assegneremo uno dei nostri migliori accompagnatori professionisti.



      Cambio applicato: 1 USD = 0,8472 EUR

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop