Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

IL TUCANO INFORMA - PAROLE IN VIAGGIO - SALI D’ARGENTO - Lo straordinario viaggio di Tina Modotti

Giovedì 26 marzo alle ore 19

SALI D’ARGENTO Lo straordinario viaggio di Tina Modotti
SALI D’ARGENTO
Lo straordinario viaggio di Tina Modotti
Luca De Antonis
 
Rayuela Edizioni
 
I sali d’argento servivano allo sviluppo delle lastre realizzate dai professionisti che insegnarono a Tina Modotti la tecnica della fotografia. Nata a Udine nel 1896, Tina seguì con la sua famiglia le peregrinazioni del padre, in cerca di lavoro, tra Europa e America. 
Quando si rese indipendente, diventando una fotografa professionista, approdò con Edward Weston nella fucina culturale e artistica del Messico rivoluzionario degli anni Venti, dove conobbe Diego Rivera, Frida Kahlo e il suo vero amore, l’esule cubano Julio Antonio Mella. 
Addentratasi nell’attività politica, rimase presa in un vortice di eventi drammatici che la videro finire, esule, dapprima in Germania e poi nella Russia stalinista. 
Ormai militante nell’organizzazione del Soccorso Rosso Internazionale, si trovò quindi impegnata a fianco delle milizie repubblicane nella Guerra Civile Spagnola. Benchè importanti fotografi come Gerda Taro e Robert Capa la esortassero a riprendere la macchina fotografica per realizzare reportages di denuncia sociale, lei preferì dedicarsi con tutte le sue forze al soccorso delle vittime della guerra civile, fino agli ultimi e più tragici istanti del conflitto. L’enorme sforzo fisico, la delusione e la disperazione per la sconfitta delle forze repubblicane a vantaggio del franchismo, del fascismo e del nazismo, la portarono ad abbandonare nuovamente l’Europa per tornare in Messico, esausta e debilitata, a concludere la sua vita nell’ombra di quel paese, mentre il mondo si preparava alla follia di una nuova guerra totale.
Una vita, quella di Tina Modotti, che è stata analizzata in varie biografie, le quali talvolta si fermano ai limiti della leggenda nella quale sembra essersi avviata. Talvolta li oltrepassano, per rappresentare una figura estrema ed estremista, la cui dedizione ad una causa politica ne condizionava completamente l’esistenza, trasformandola in una sorta di suora laica oppure all’opposto, in una spia che perseguiva fini occulti. 
L’autore ha scelto di narrare la sua storia nella dimensione del romanzo, proprio con l’intento di restituirle – su questo terreno - quell’umanità che la storiografia, tanto quella imparziale che quella di parte, ha spesso alterato o negato. 
 
Questa è, innanzitutto, la storia di una donna.
 
 
Con videoproiezione e commento musicale dal vivo.
 

RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop