Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

21 giorni

PARTENZE TUTTI I GIORNI

MINIMO 2 PARTECIPANTI


Un viaggio per...

chi ha la passione del viaggio itinerante, il desiderio dell’andare, del conoscere, attraverso la percezione del territorio, uscendo dalle strade più battute, per scoprire sempre nuove prospettive, siti archeologici e villaggi poco visitati, assopiti nei silenzi e nelle luci terse delle valli e degli altopiani andini.


I PLUS DEL TUCANO

la nostra assistenza

- guide locali parlanti italiano
- un autista parlante italiano con ruolo di capo spedizione per i gruppi
- telefono di emergenza 24 ore su 24 e 5 uffici sul territorio

per il vostro confort

- vetture fuoristrada di ultima generazione
- alberghi e ristoranti di categoria superiore
- all’arrivo a Lima potrete immediatamente disporre della camera in hotel
- pranzi pic nic in contesti paesaggistici spettacolari
- treno Vistadôme per Machu Picchu

oltre alle visite classiche il Tucano include...

• Una giornata nelle scenogra fie del la valle del Colca e 2 notti presso il Colca Lodge
• Le rovine archeologiche di Huari
• La traversata dell’Apurimac
• Il Canyon di Tinajani e l’isola di Suasi
• La traversata del deserto di Ica
• Lima: la collezione Larco Herrera


I vostri alberghi

Lima Casa Andina Select Miraflores 4*
Huancayo Hotel de Turistas 3*
Huancavelica Hotel Presidente 3*
Ayacucho Ayacucho Plaza Hotel 3*
Abancay Hotel de Turistas 3*
Cusco Casa Andina Premium 4*
Machu Picchu El Mapi 4*
Valle Sacra Casa Andina Premium 4*
Puno Casa Andina Premium 4*
Suasi Isla Suasi 3*
Valle del Colca Colca Lodge 4*
 Arequipa Casa Andina Premium 4*
 Nasca Casa Hacienda Majoro 4* 
Paracas La Hacienda Paracas 4*


quando partire...

Il Perù è visitabile tutto l’anno. Per approfondimenti sul clima nei vari periodi dell’anno, fare riferimento alla pagina “Viaggiare in Perù”


da sapere...

Viaggio faticoso ma intenso, che si snoda via terra lungo la rete di “carreteras” che ricama le Ande peruviane. Parte dei percorsi si svolgono su strade sterrate talvolta disagevoli e ad altitudini elevate che possono comportare nei primi giorni lievi disagi dovuti all’acclimatamento. Il circuito è realizzato con fuoristrada modello Toyota Fortuner o similare, con autista. Nella zona di Cusco si utilizzano vetture fuoristrada o minivan.


in questo viaggio il Patrimonio UNESCO

• Centro storico di Lima
• Città di Cusco
• Machu Picchu
• Centro storico di Arequipa
• Linee di Nasca
• Taquile e la sua arte tessile


PERÙ FUORISTRADA - TERRA ANDINA, TERRA DI SCOPERTA

Quote a partire da € 4.980 - 21 giorni
Partenze individuali a date libere su richiesta

  • Giorno per giorno...

    giorno 1
    ITALIA - LIMA
    Partenza con volo di linea per Madrid. Proseguimento con il volo per Lima. Arrivo verso sera nella capitale peruviana, incontro con il nostro assistente parlante italiano e trasferimento in hotel. Pernottamento in hotel.

    giorno 2
    LIMA: IL CENTRO STORICO E IL MUSEO LARCO HERRERA
    In mattinata visita del centro storico: la Plaza de Armas, la Chiesa di San Francisco e l’annesso monastero con il bellissimo chiostro, gli esterni del Palazzo Torre Tagle. Nel pomeriggio visita del Museo Larco Herrera, una collezione privata di ori e ceramiche unici nel suo genere attraverso i quali si ripercorre la storia dell’antico Peru, con una particolare attenzione al ruolo delle culture preincaiche Moche e Chimù. Pernottamento e prima colazione.

    giorno 3
    LIMA - VALLE DEL RIO CANETE LAGUNE DI HUANCAYA -HUANCAYO
    Partenza in direzione sud lungo la costa desertica fino a raggiungere il paese di San Vincente de Canete (un’ora e mezza) dove lasciamo la panamericana per iniziare ad inerpicarci lungo il versante occidentale della Cordigliera delle Ande seguendo la valle del fiume Canete. Man mano che si sale entriamo nell’ambiente solare delle Ande, cambiano i tratti somatici degli abitanti e la tipologia delle case. La vegetazione si fa più fitta fino all’altitudine di 3.800 metridove i grandi boschi di eucaliptos lasciano il posto ad enormi pascoli di icchu, ispidi cespugli che rappresentano il principale alimento dei camelidi andini. Questa vallata in passato era interamente terrazzata e abitata da migliaia di contadini molti dei quali sono emigrati verso Lima. Ansa dopo ansa si segue il bellissimo fiume fino a raggiungere delle lagune davvero sensazionali. Pic nic lunch. Lasciato il paese di Huancaya si raggiungono degli altopiani spettacolari dove la vista spazia all’infinito, per poi scendere fino a giungere nella fertile valle del fiume Mantaro situata a poco più di 3.000 metri. Nel tardo pomeriggio si raggiunge la città di Huancayo, un grande e caotico agglomerato urbano, centro di commercio a cavallo tra il mondo costiero di Lima e la zona degli altopiani centrali. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

    giorno 4
    HUANCAYO - HUANCAVELICA E MINIERA DI SANTA BARBARA
    Al mattino partenza in fuoristrada per la remota cittadina di Huancavelica, attraversando la regione delle Ande Centrali. Sosta presso il pittoresco borgo di Izcuchaca dove passa la ferrovia che collega la città di Huancayo con Huancavelica. Proseguimento lungo i versanti delle Ande attraverso zone abitate da contadini parlanti la lingua quechua. In tarda mattina si giunge a Huancavelica. Sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visita al pittoresco villaggio di Sacsamarca e all’antica miniera di Santa Barbara, ormai abbandonata ma che ai tempi della colonia spagnola rivestì una grande importanza per l’estrazione del mercurio, minerale indispensabile alla lavorazione dell’argento. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 5
    HUANCAVELICA - LAGHI DI CASTROVIRREYNA - AYACUCHO - ESCURSIONE A HUARI E ALLA PAMPA DI QUIÑUA
    Partenza in direzione della remota regione dei laghi di Castrovirreyna, una delle zone meno antropizzate del Peru. Lungo il tragitto incontreremo sperdute comunità di pastori e alcuni villaggi abbandonati durante gli anni ottanta quando queste zone erano terreno di battaglia tra le bande terroriste di Sendero Luminoso e l’esercito peruviano. Il paesaggio è grandioso, raggiunto il passo Chonta scendiamo verso i laghi di Castrovirreyna costeggiandoli per diverse decine di chilometri. Proseguiamo attraverso altopiani e vallate fino a raggiungere la “Carreterade los Libertadores”, la strada asfaltata che collega la città di Ayacucho con la la costa del Perù, cosi chiamata perché fu percorsa dall’esercito di liberazione guidato dal generale San Martin contro la denominazione spagnola. Pic nic lunch. La strada prosegue lungo una spettacolare vallata per poi attraversare altopiani coltivati a patate e mais dove il mondo rurale delle Ande mantiene intatti i suoi ritmi e le sue tradizioni. In quest’area fiorì, tra l’anno 450 e il 900 d.C., la cultura preincaica di Huari. Visita dei principali resti archeologici, situati a 3000 metridi altezza, ad una ventina di chilometri da Ayacucho. La cultura Huari, profondamente collegata a quella di Tiahuanaco, fu protagonista della più grande espansione religiosa, politica e militare precedente la fondazione dell’impero incaico. Visita della Pampa de Quiñua dove, nel 1821 si consumò la battaglia decisiva per l’indipendenza peruviana e dell’omonino paese noto per le sue botteghe di artigianato in cui si producono i famosi “retablos”. Nel pomeriggio sistemazione in hotel nella cittadina di Ayacucho. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 6
    AYACUCHO - ESCURSIONE a vilcashuaman
    Intera giornata dedicata alla visita dei resti archeologici di Vilcashuaman che si trova, al sud la città di Ayacucho. Si tratta di un importante sito archeologico, nel XV° secolo era una grande città Inca, considerata come uno dei principali centri amministrativi del Tahuantinsuyo. L'interesse di questo sito (Vilcashuaman significa "Falco sacro") è nella progettazione architettonica impressionante. Qui si possono visitare: la piazza trapezoidale, con la capienza fino 20 mila persone, l’Ushnu (Sacro trono), che era precedentemente occupato dall'Inca e il Tempio del sole, sul quale è stata costruita alla fine del XVI secolo la Chiesa di Giovanni Battista, infine accanto si trova il Tempio della luna, l’Acllawasi ed altre costruzioni minori. Al termine della visita rientro allla cittadina di Ayacucho.  Mezza pensione che includeil pranzo al sacco.

    giorno 7
    AYACUCHO - ABANCAY
    Visita di Ayacucho. Rimasta isolata per secoli, l’antica Huamanga degli Incas ha conservato le vecchie abitazioni coloniali, le chiese barocche, le piazzette e gli antichi vicoli.  Proseguimento attraverso uno dei territorio più isolati del Perù. Il percorso, di 275 chilometri, si snoda attraverso i paesaggi grandiosi e le secolari realtà del mondo rurale andino. Incontro con alcune comunita isolate di agricoltori. Molto suggestivo l’attraversamento della valle del fiume Balsa, un’oasi tropicale nel mezzo delle Ande. Si risale quindi lungo un’altra fertile vallata, dove le modeste case dei contadini costruite in mattoni di fango crudo mescolati con paglia secca si confondono con il color ocra della terra dando luogo ad un mondo in armonia con la terra e gli elementi che lo compongono. Superato l’ultimo passo si scende lungo scoscesi versanti dove i versanti delle montagne precipitano per centinaia e centinaia di metri, fino a raggiungere la cittadina di Abancay, situata in un’ampia vallata nel distretto di Apurimac, a 2378 metri di altitudine. Sistemazione in hotel. Pensione completa con pranzo al sacco e cena in hotel.

    giorno 8
    ABANCAY E VALLE DELL’APURIMAC - SAYWITE - CUSCO
    Da Abancay, capoluogo del distretto di Apurimac, si prosegue per Cusco scendendo e salendo lungo vallate e versanti andini, incontrando piccoli villaggi e comunità di “campesiños” dove il tempo pare essersi fermato, dove vita quotidiana, feste e tradizioni, sono ancora gli stessi dei secoli addietro. Qui immagini ed atmosfere ci riportano alle pagine del libro “I fiumi profondi” dello scrittore José Maria Arguedas, nativo della provincia. Pic nic lunch. Lungo il percorso visita del sito archeologico di Saywite, tra Abancay e Cusco. Visita del sito archeologico di Saywite, un guscio di granito di lavorazione incaica sulla cui superficie sono scolpiti terrazzamenti, canali d’irrigazione, felini ed oltre duecento figure fitomorfe e zoomorfe. Con gli occhi ancora pieni dei maestosi ambienti andini si giunge nella fertile conca di Cusco. Il percorso totale, 320 chilometri, impegna l’intera giornata. Arrivo nell’antica capitale degli Incas, adagiata a 3.350 metri di altitudine, e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

    giorno 9
    CUSCO: VISITA DELLA CITTÀ ED ESCURSIONE ALLE 4 ROVINE
    La città andina, situata a 3.350 metri, antica capitale dell’Impero Incas è oggi considerata la capitale archeologica del Sudamerica. In mattinata visita della fortezza di Sacsayhuaman, un’immensa costruzione su tre livelli da cui si gode di una spettacolare vista sulla città di Cusco. Proseguimento per i centri cerimoniali di Quenco e Tambo. Proseguimento della visita con l’elegante Plaza de Armas, contornata da una serie di pregiati balconi in legno di cedro risalenti all’epoca coloniale, il pittoresco Mercato di San Pedro e il tempio di Koricancha o “tempio del sole”, il più importante luogo di culto al tempo degli Incas, sulle cui fondamenta è stato costruito il Convento di Santo Domingo. Pomeriggio a disposizione per visite facoltative e acquisti. Prima colazione e pernottamento.

    giorno 10
    CUSCO - CHINCHERO, MARAS E MORAY - MACHU PICCHU PUEBLO
    In mattinata partenza per la località di Chinchero al centro del grande altopiano posto a cavallo tra la valle di Cusco e la valle del fiume Urubamba. Spettacolare vista della cordigliera dell’Urubamba. Visita del pittoresco villaggio che conserva interessanti resti archeologici e una deliziosa chiesetta interamente affrescata. Proseguimento per le Salines di Maras, da cui ancora oggi le popolazioni locali estraggono il salgemma. Attraverso l’omonimo altopiano raggiungiamo il complesso archeologico di Moray, dove in una depressione naturale sono stati ricavati enormi terrazzamenti circolari dove all’epoca degli Inca venivano testate le diverse colture. Proseguiamo lungo una strada panoramica fino a raggiungere la Valle Sacradegli Incas, solcata del fiume Urubamba. Trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza con il Treno delle Ande che conduce a Machu Picchu. Il percorso, di un’ora e mezza circa, si snoda lungo la Valle Sacradegli Incas per poi fare ingresso nell’ambiente selvaggio dell’alta valle del fiume Urubamba. Arrivo ad Aguas Calientes e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 11
    MACHU PICCHU PUEBLO - CITTADELLA DI MACHU PICCHU - VALLE SACRA DEGLI INCAS
    Percorso di una decina di chilometri in minibus per Machu Picchu (2400 m). Visita nelle prime ore del mattino dell’impressionante complesso archeologico approfittando della quiete che precede l’arrivo dei grandi flussi di turisti di cui è meta ogni giorno. Al termine della visita guidata, tempo a disposizione per effettuare la salita alla sommità del Huayna Picchu (da prenotare al momento della conferma del viaggio). Nel pomeriggio rientro ad Aguas Calientes e partenza con il treno per Ollantaytambo, da cui si prosegue per la Valle Sacra degli Incas. Arrivo e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 12
    VALLE SACRA DEGLI INCAS - CUSCO
    Escursione nella Valle Sacra degli Incas. Proseguimento per la località di Pisac le cui rovine, circondate da poderosi terrazzamenti, sono considerate uno degli esempi più pregevoli dell’architettura incaica. La particolarità di questo complesso è di presentare un insieme di siti archeologici tra cui si annoverano grandiosi terrazzamenti che seguono armoniosamente le curve dei pendii montagnosi, collegati da un sistema di sentieri protetti da muretti a secco, lungo i quali furono costruiti diversi magazzini agricoli con tecniche particolarmente ingegnose per la conservazione dei prodotti. Nella piazza del villaggio si tiene ogni giorno un pittoresco mercato artigianale. Proseguimento per Cusco, arrivo e sistemazione in hotel. In serata cena in ristorante affacciato sull’elegante Plaza de Armas. Mezza pensione che include la cena in ristorante.

    giorno 13
    CUSCO - COLLE LA RAYA CANYON DI TINAJANI - PUNO
    Partenza al mattino per la località di Puno percorrendo a ritroso la strada affrontata dai discendenti degli Incas molti secoli fa. Nel corso della giornata si attraversano grandi vallate e aridi altopiani dominati dai maestosi scenari della cordigliera andina. Nei pressi della località di Raqchi, si visita il tempio dedicato al dio Viracocha, costituito da una serie di costruzioni in pietra e fango uniche nel suo genere nell’area andina. Visita delle fontane sacre e delle “colcas”, magazzini alimentari probabilmente costruiti per rifornire in caso di siccità la zona sud dell’impero chiamata Collasuyo dal nome della cultura pre-inca Colla. Sosta sul colle La Raya (4319 m) il punto di massima altezza di fronte ai ghiacciai perenni della Cordigliera Vilcanota. Con una breve deviazione si raggiunge il Canyon di Tinajani circondato da curiose formazioni rocciose. Pranzo pic-nic. Proseguimento per la città di Juliaca attraverso lo sconfinato altopiano. Visita della suggestiva necropoli preincaica di Sillustani dove decine di torri funerarie risalenti all’epoca Inca e pre-Inca si specchiano nelle cristalline acque del Lago Umayo. Arrivo a Puno, città situata a 3827 metri sulle sponde del lago Titicaca, e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

    giorno 14
    PUNO - ESCURSIONE SUL LAGO TITICACA: ISOLE UROS E TAQUILE, ISOLA DI SUASI
    Mattinata dedicata alla visita del Lago Titicaca, tuttora considerato sacro dalle popolazioni locali. Si naviga in direzione delle Isole degli Uros, le cosiddette “Isole Galleggianti” oggi abitate da una popolazione di lingua Aymara che nulla ha a che fare con l’etnia Uros ma che ripropone sistemi di vita caratteristici di questa popolazione ormai scomparsa. Proseguimento per l’Isola di Taquile da cui si può apprezzare l’immensa superfice color blu cobalto del Lago Titicaca delimitata da una costa bizzarra e frastagliata. Breve sosta di mezz’ora per visitare una piccola comunità di agricoltori. Proseguimento per la remota Isola di Suasi situata a un’ora e mezza di navigazione dall’Isola di Taquile. L’Isola di Suasi è un vero e proprio paradiso immerso nella quiete del grande lago. Arrivo e pranzo in riva al lago. Pomeriggio a disposizione per il relax o per realizzare una serie di attività: passeggiate sull’isola, visita della “Capanna Culturale” un piccolo museo ricavato dalla casa della Sig.ra Marta Giraldo, attuale proprietaria dell’isola, pratica del Kayak canadese nella baia attorno all’isola, passeggiata accompagnati dalla guida locale fino ad un promontorio situato a una quarantina di minuti dall’hotel da cui si assiste ad un sensazionale tramonto sul lago. A disposizione degli ospiti senza alcun costo una sauna andina aromatizzata all’eucalipto. Pensione completa.

    giorno 15
    ISOLA DI SUASI - LAGO LAGUNILLAS - CASTELLI DI CALLALI - VALLE DEL COLCA
    Partenza in direzione nord verso la Valle del Colca (350 km: 6 ore circa). Al mattino attraversiamo con uno zodiac lo stretto braccio di lago che separa l’isola dalla terraferma e proseguiamo lungo la sponda orientale del Lago Titicaca, con splendide vedute della sua costa frastagliata. Si risale la valle del fiume Santa Teresa fino a raggiungere il Lago Lagunillas, l’ultimo dei grandi laghi altopianici, possibilità di avvistare branchi di fenicotteri. Continuiamo attraverso territori dai paesaggi suggestivi e sconfinati dove vivono in libertà diversi esemplari della fauna andina, tra distese quasi desertiche, laghi e curiose erosioni rocciose. Pic nic lunch. Superato il paese di Condoroma scendiamo verso i “Castelli di Callali” scenografiche erosioni rocciose, fino a raggiungere il pittoresco paesino di Sibayo che conserva l'architettura tradizionale delle case con i tetti in paglia. Arrivo nella località di Chivay capoluogo della vallata e proseguimento fino alla località di Yanque. Lungo la vallata, la vita segue ritmi lenti e ancorati a secolari tradizioni. Sistemazione in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

    giorno 16
    VALLE DEL COLCA
    In mattinata escursione lungo la valle dove il fiume impetuoso ha creato una spaccatura gigantesca con strapiombi superiori ai 3000 metri di altezza, il doppio del Grand Canyon del Colorado e una delle più profonde della Terra. Una breve passeggiata lungo un delizioso sentiero naturalistico che ha origine dal luogo chiamato “Mirador del Cura” ci porta al più famoso luogo denominato “Cruz del Condor” dove si accalcano la maggior parte dei turisti. Lungo il sentiero, lo sguardo spazia sull’impressionante solco e, con un po’ di fortuna, è possibile cogliere il volo maestoso del condor, simbolo andino della libertà. Proseguimento in direzione del paese di Cabanaconde dove con un’altra breve passeggiata sarà possibile godere di una insolita vista sul grande canyon del fiume Colca. Al termine dell’escursione ripercorriamo a ritroso la strada fino a raggiungere il paesino di Yanque, sosta presso la bella Plaza de Armas, dove si visita il piccolo ma interessante museo etnografico che aiuterà a capire la storia delle popolazioni “Collagua” e “Cabana” che hanno abitato la vallata fin da tempi remoti e a comprenderne la complessa e affascinate orografia. Curiosa la riproduzione delle principali chiesette altopianiche costruite nei vari paesi della valle durante il periodo delle cosiddette “reducciones” ovvero il riassetto demografico voluto dal viceregno di Spagna dopo il crollo demografico seguito alla conquista. Resto del pomeriggio libero per relax presso le installazioni dell’hotel. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 17
    VALLE DEL COLCA - AREQUIPA
    Partenza per la citta di Arequipa (180 km: 4 ore circa) attravero la Riserva Nazionale di Pampa Canahuas, dove vivono allo stato brado, in branchi composti talvolta da decine animali, graziose vicuñas, alpaca e lama. Arrivo e sistemazione in hotel. Fondata nel 1540 e situata nella fertile valle del fiume Chili a 2335 metri di altitudine, si tratta di una città coloniale bella e raffinata, ricca di edifici religiosi con portali, chiostri e pulpiti lignei di rara bellezza. La sua preziosa architettura ricamata nel sillar, un’arenaria dalla tonalità chiara, le ha conferito il soprannome di “Ciudad Blanca”. Pomeriggio dedicato alla visita delle sue testimonianze coloniali: la Plaza de Armas con gli eleganti porticati, la Chiesa de la Compañia, le residenze dell’antica nobiltà spagnola e il Monastero di Santa Catalina, il più importante monumento religioso del Perù. Fondato nel 1580, questo complesso è un vero e proprio gioiello coloniale con chiese, chiostri, cortili, pinacoteche private, ampi saloni e refettori dove, sino al 1970, le suore vivevano in condizioni di totale clausura. Mezza pensione che include la cena in ristorante.

    giorno 18
    AREQUIPA - PUERTO INCA NASCA
    Partenza in direzione di Nasca. Durante il percorso, che impegna buona parte della giornata (562 km: 9/10 ore) si passa dall’ambiente andino alle distese assolate e ai paesaggi lunari del deserto costiero. Il tragitto offre una sequenza di scorci panoramici estremamente vari e suggestivi sulla costa desertica e selvaggia: isolate baie di pescatori, dune di sabbie a picco sul mare, rocce erose dal vento, immense spiagge battute dalle onde dell’Oceano Pacifico. Breve deviazione per visitare la località di Puerto Inca da cui nell’antichità partiva il pesce fresco che grazie al sistema dei chasqui (i velocissimi corrieri dell’impero Inca) arrivava attraverso le Ande fino alla corte di Cusco in poco meno di 24 ore (E curioso notare che oggi la presenza di strade carrozzabili e di motori a scoppio consente di coprire il percorso da Nazca a Cusco in circa 12 ore solo la metà del tempo impiegato dai Chasqui !). Pranzo opzionale in ristorante di fronte all'Oceano pacifico. Arrivo nel pomeriggio e sistemazione in hotel. Nasca è famosa per i suoi antichi tessuti e per le ceramiche, che costituiscono uno dei più importanti risultati nel campo della policromia, ma soprattutto per le sue "linee" che rappresentano gigantesche figure di animali come il colibrì, il condor, la scimmia o forme geometriche come spirali, triangoli, trapezi, tracciate nel deserto togliendo i sassi e lasciando affiorare il suolo chiaro e rimaste intatte per quasi duemila anni. Mezza pensione che include la cena.

    giorno 19
    NASCA E IL MISTERO DELLE SUE LINEE - DESERTO DI ICA - PARACAS
    In presenza di condizioni meteorologiche favorevoli sarà possibile, per chi lo desideri, effettuare il sorvolo delle “linee di Nasca” per ammirare dall’alto l’enigmatico intreccio di linee e disegni. Partenza in direzione di Ica (144 km: 2 ore e mezza circa). Qui lasciamo la strada asfaltata per una fantastica traversata in fuoristrada attraverso una zona desertica compresa tra la cittadina di Ica e l’Oceano Pacifico chiamata Tablazo de Ica confinante conla Riserva Naturaledi Paracas. Si tratta di una zona desertica e selvaggia con ripide falesie rocciose e dune di sabbia color ocra che si stagliano contro il blu dell'oceano dove ci attende un’esplosione di intensi colori che vanno dall’ocra delle dune di sabbia al blu cobalto del mare. Costeggiamo l’oceano fino a raggiungere isolate spiagge. Pic nic lunch in un ambiente sensazionale. Nel pomeriggio accompagnati dallo spettacolo del tramonto sull’Oceano Pacifico giungiamo a Paracas. Arrivo e sistemazione in hotel. Mezza pensione che include il pranzo al sacco.

    giorno 20
    PARACAS - LIMA - ITALIA
    Prima colazione in hotel. Al mattino si effettua un’escursione in barca alle Isole Ballestas, castelli di roccia che emergono come d’incanto dall’oceano, patria di immense colonie di uccelli tra cui cormorani, pellicani, martin pescatore e gabbiani oltre che habitat naturale di animali della fauna antartica quali pinguini di humboldt, leoni marini e foche. Durante la navigazione si può ammirare il grandioso candelabro scavato in un’enorme duna. Al termine della navigazione tempo libero per relax presso le installazioni dell’Hotel. Nel primo pomeriggio partenza per Lima. Arrivo, trasferimento in aeroporto e partenza con il volo di rientro in Italia, via Madrid.

    giorno 21
    ITALIA
    L’arrivo in Italia è previsto nel pomeriggio.


    Partenze per individuali

    Quote individuali con assistenza di guide locali parlanti italiano (volo intercontinentale escluso):

      PARTECIPANTI

    In doppia

    Supplemento
      singola

    Base 7/9 partecipanti

    € 4980,00 € 1170,00

    Base 5/6 partecipanti

    € 5320,00 € 1170,00

    Base 3/4 partecipanti

    € 5250,00

    € 1170,00

    Base 2 partecipanti

    € 6320,00

    € 1170,00


    Cambio applicato: 1 USD = 0,8472 EUR

    Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/12/19

    La quota comprende

    ● Tutti i trasferimenti con moderni fuoristrada Toyota (vedi i dettagli nel“Nota bene” in calce) ● Il percorso in treno per/da la stazione di Machu Picchu Pueblo in carrozze di prima classe(Treno Vistadome) all'andata e di classe turistica (Treno Expedition) al ritorno ● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour ● I pasti dettagliati nel programma (la prima colazione è di tipo americano) ● Visite ed escursioni come da programma ● Ingressi durante le visite guidate ● Assistenza di autista parlante spagnolo per tutto il viaggio e di guide locali parlanti italiano a Lima, Arequipa, Valle Sacra, Cusco e dintorni. Guida parlante spagnolo/inglese durante l'escursione sul lago Titicaca. Guida parlante spagnolo a Huancavelica e Ayacucho ● Assistenza di accompagnatore locale parlante italiano per i gruppi a partire da 10 partecipanti • Assicurazione “Multirischi” inclusa (Annullamento Viaggio, Bagaglio, Assistenza alla Persona e Spese Mediche, Interruzione Soggiorno, Famiglia Sicura)


    La quota non comprende

    ● I voli intercontinentali ● Le tasse aeroportuali e e tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco ● Sorvolo delle linee di Nasca (consigliata la prenotazione dall’Italia - Euro 120,00 circa) ● Salita al Wayna Picchu Salita al Huayna Picchu o Montaña Vieja, in base alle disponibilità di posti (prenotabile unicamente dall’Italia - Euro 75,00 circa) ●  Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote ● Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.


    Nota bene

    ● Per le partenze individuali la tariffa dei voli intercontinentali sarà fornita al momento della prenotazione

    ● Mezzi fuoristrada
    L'intero circuito viene effettuato con fuoristrada Toyota Fortuner 2008, di ultima generazione con bagagliera per trasporto bagagli o Toyota Hilux con cassone aperto posteriore per trasporto bagagli, o Kia Sorrento, condotti da autisti esperti. Ogni mezzo ed è dotato di aria condizionata, bombole di ossigeno, attrezzatura al seguito per pranzi picnic. Sono previsti non più di 4 passeggeri per auto più l'autista.
    ● Fuoristrada previsti in relazione al numero di passeggeri:
    da 1 a 4 passeggeri: una autovettura - da 5 a 8 passeggeri: due autovetture - da 9 a 12 passeggeri: tre autovetture.
    ● Il servizio di guida privata parlante italiano è previsto solo nelle città di Lima, Cusco; Valle Sacra, Machu Picchu ed Arequipa. Nella città di Huancavelica e Ayacucho, servizio di guide locali parlanti spagnolo. Durante i trasferimenti, inclusa la visita nella Valle del Colca, è prevista solo l'assistenza di autisti parlanti spagnolo.
    ● Navigazione sul lago Titicaca
    L'escursione si realizza con una imbarcazione veloce che consente di ridurre il tempo di navigazione fino all'isola di Taquile e permette di avere maggior tempo a disposizione per visite e passeggiate sull'isola. Fino a 9 partecipanti, il servizio prevede la presenza di altri turisti e di guida parlante spagnolo/inglese.
     Sul treno che conduce a Machu Picchu Pueblo è consentito il trasporto di un solo bagaglio a mano, pertanto portare con sè il necessario per un pernottamento. I restanti bagagli verranno consegnati direttamente dal nostro staff all’hotel previsto la notte successiva.
     Il secondo ingresso a Machu Picchu (semplice o con diritto di accesso al Huayna Picchu) non è previsto così come non è previsto il servizio di guida per il secondo giorno

    ● Importante
    Il Ministero del Turismo peruviano ha introdotto di recente il numero chiuso per regolamentare l’accesso giornaliero al Complesso Archeologico di Machu Picchu al fine di ridurre l’impatto sul fragile ambiente di uno dei siti archeologici più visitati al mondo. A tutti i viaggiatori Il Tucano Perù garantisce la possibilità di accedere al sito. Vi consigliamo di prenotare il viaggio con un buon anticipo. La salita facoltativa sulla sommità del Wayna Picchu che offre uno straordinario panorama di insieme della “città perduta” degli Incas è consentita ad un numero limitato di visitatori (400 persone divise in due turni: delle ore 8 e delle ore 10) previa prenotazione dell’apposito biglietto supplementare.

RESPONSABILITà

CONCEPT STORE

TWITTER FEEDS

Informazioni Legali  |  Privacy  |  EU Safety List  |  Coperture Assicurative

Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop