Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

11 giorni

VIAGGIO GEO-ETNOGRAFICO

ACCOMPAGNATORE DALL’ITALIA A PARTIRE DA 10 PARTECIPANTI


UN VIAGGIO PER ...

i viaggiatori che vogliano privilegiare la scoperta di regioni remote e al di fuori dei circuiti turistici. La Dancalia è un viaggio a ritroso verso un tempo primordiale o, se volete, su un lontano pianeta e richiede come contropartita spirito di adattamento e rinuncia alle abituali comodità.


 

I PLUS DEL TUCANO

la nostra assistenza

- guida locale esperta parlante italiano per tutto il circuito
- accompagnatore dall’Italia a partire da 10  partecipanti

per il vostro comfort

- vetture fuoristrada Toyota Land Cruiser e Nissan Patrol con aria condizionata occupate da 4 passeggeri per auto più l'autista durante l'intero circuito


 

I VOSTRI ALBERGHI E CAMPI

Wukro Lodge Wukro
Awash Falls Lodge
Samera Agida Hotel **
Addis Abeba Saro Maria hotel ****
Durante il circuito in Dancalia sistemazione in tenda.


DA SAPERE

Il viaggio è nel suo insieme impegnativo poiché richiede lunghi percorsi via terra su piste con tratti disagevoli. Fuori Addis Abeba gli alberghi sono modesti, nella regione dancala non esistono infrastrutture, i pernottamenti sono pertanto previsti in campi tendati mobili. La salita al vulcano Erta Ale richiede 3/4 ore circa di cammino (dislivello 500 metri) su un sentiero talvolta difficoltoso. Con i dromedari si trasporteranno viveri e vettovaglie.


Quando partire...

La stagione più indicata va da ottobre a marzo. Temperature massime molto elevate in Dancalia, regione considerata fra le più aride e torride al mondo, clima piacevole di giorno e fresco la notte sugli altopiani. Per approfondimenti fare riferimento alla pagina “Informazioni prima di partire”.

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Giovedì, 28 Dicembre 2017
  • ETIOPIA - DANCALIA, LA LUNA SULLA TERRA A CAPODANNO

    Partenza dal 28 Dicembre 2017 al 7 Gennaio 2018, 11 giorni. Quote a partire da € 3.680
    ITINERARIO PER GRANDI VIAGGIATORI

    • Giorno per giorno

      1° giorno    
      MILANO MALPENSA - ADDIS ABEBA
      Partenza in serata con volo di linea per Addis Abeba con arrivo il giorno successivo.
      Pasti a bordo del volo internazionale.

      2° giorno    
      ADDIS ABEBA - MACALLÈ - WUKRO (TIGRAI)
      Arrivo nella capitale etiope al mattino presto. Visita del Museo Nazionale, interessante sia per i reperti sabei, che testimoniano lo scambio culturale tra l’altopiano etiopico, la costa eritrea e la Penisola Arabica, sia per i suggestivi abiti indossati un tempo dalle alte cariche dell’Impero, ma soprattutto per Lucy, il piccolo scheletro ritrovato negli anni ‘70 nella valle dell’Awash e appartenente ad un ominide, l’Australopithecus Afarensis, vissuto tre milioni e mezzo circa di anni fa. Al termine delle visite, trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Macallè. Arrivo e proseguimento per Wukro, una piccola città del sud Tigrai, che dista una quarantina di chilometri. Qui visiteremo il nuovo museo archeologico e la chiesa rupestre di Wukro Chirkos, semimonolitica, in arenaria, con pianta a croce e bei pilastri cruciformi. Sistemazione in lodge. Pensione completa.

      3° giorno
      WUKRO - IL MERCATO DI BERHALE - MELABIDAY (DANCALIA)
      Questa giornata ci riserva la discesa dalle alteterre etiopiche alla depressione dancala con un cambiamento totale di paesaggio. Partenza per la visita al pittoresco mercato settimanale di Berhale, che si tiene il sabato. La visita dei mercati è un momento importante del viaggio poiché consente di scoprire i prodotti di quella terra, i manufatti di una moltitudine di etnie e, attraverso la merce esposta, è possibile comprendere il modo di nutrirsi, di vestirsi, le credenze, le attività e il lavoro. Il mercato africano è luogo ricco di insegnamenti, dove ci si si scambiano le informazioni, si incontrano generazioni ed etnie diverse. Lasciamo il villaggio di Berhale, crocevia lungo la rotta del sale, e proseguiamo per Melabiday scendendo verso una regione straordinaria: la Dancalia. La grande depressione della Dancalia segna l’inizio della Great Rift Valley, la più larga, lunga e importante frattura della crosta terrestre. Una ventina di milioni di anni fa qui un fondo marino emerse originando uno sprofondamento che scende, in alcuni punti, di 120 metri sotto il livello del mare. Deserti lavici e aree vulcaniche, piane di sale arse dal sole, 150.000 kmq di territorio divisi fra tre Paesi: Etiopia, Eritrea e Gibuti. Il fiume Awash ha scavato profonde gole nell'altopiano etiopico per scendere nella depressione e morirvi. Questo fiume è la sola fonte di sussistenza per gli Afar, anche noti con il nome di Danakil. Nomadi fieri e indipendenti, allevatori di dromedari e capre, commercianti di sale che estraggono dalla loro terra, gli Afar hanno fatto di questo nulla impressionante il loro spazio esistenziale. La strada dai 2000 metri degli altipiani scende a livello del mare a Melabiday, villaggio all’imboccatura del Saba canyon. Qui, a lato del villaggio, passa il tracciato che percorrono le carovane del sale scendendo dagli altopiani verso la depressione dancala o viceversa. Il percorso di questa giornata è di 100 chilometri circa. Sistemazione al campo. Pensione completa con pranzo al sacco.

      4° giorno
      MELABIDAY - SABA CANYON E LA STRADA DELLE CAROVANE - asso bole
      Percorso a piedi di una quindicina di chilometri lungo il greto e i tornanti rocciosi del canyon del torrente Saba seguendo il tracciato di quella carovaniera che da secoli sino ai nostri giorni (ma non sappiamo per quanto tempo ancora), ha visto il passaggio di uomini e cammelli diretti dagli altopiani alla Piana del sale. Raggiungeremo Asso Bole, un piccolo villaggio posto in posizione elevata alla fine del canyon, dove verrà montato il nostro campo. Qui, sulle rive del fiume, i carovanieri sostano per riposarsi, rifocillare gli animali e preparano il pane, la tipica “burgutta”, cotta sulle pietre. Sistemazione al campo. Pensione completa con pranzo al sacco.

      Il trekking lungo il Saba, un piccolo corso d’acqua stagionale che occorrerà attraversare diverse volte (l'acqua arriva in genere appena alla caviglia), si snoda per 5 ore circa sul greto sassoso del fiume, quasi sempre in piano, e quindi non presenta particolari difficoltà per le persone abituate a camminare, anche se non è da sottovalutare il sole e le temperature, tendenzialmente elevate. Per chi non se la sente di effettuare tutto il percorso è previsto il trasporto in fuoristrada ad Asso Bole.

      5° giorno 
      ASSo bole - SCENARI DANTESCHI A DALLOL E  PIANA DEL SALE
      Attraversando quello che una volta era il fondo di un mare ed ora è una pianura di sale che si estende a perdita d’occhio, raggiungiamo le scenografie irreali di Dallol, la “Collina degli spiriti” per le genti Afar, uno dei fenomeni vulcanici più incredibili della Terra. Qui la terra ribolle, i geyser sono in piena attività, le formazioni di cristalli formano fantastiche sculture floreali e geometrie. Sorgenti sulfuree, coni di sale, camini di fate creano un paesaggio quanto mai suggestivo. Ferite di fuoco emettono pietre roventi, volute di fumo e vapori, ribollii sotterranei generano cascate saline multicolori, disegnano intarsi e ricami di ferro e di zolfo. Percorrendo a piedi una traccia leggermente in salita raggiungiamo la piatta sommità di una modesta altura, che ci rivela una stupefacente tavolozza di colori che vanno dal verde giada al giallo zafferano, dal bianco ghiaccio al ruggine. La grande depressione della Dancalia segna l’inizio della Great Rift Valley, la più larga, lunga e importante frattura della crosta terrestre. Una ventina di milioni di anni fa qui un fondo marino emerse originando uno sprofondamento che scende, in alcuni punti, di 120 metri sotto il livello del mare. Deserti lavici e aree vulcaniche, piane di sale arse dal sole dove non si ode suono, solo un enorme, vuoto silenzio: 150.000 kmq di territorio divisi fra tre Paesi: Etiopia, Eritrea e Gibuti. Il fiume Awash ha scavato profonde gole nell'altopiano etiopico per scendere nella depressione e morirvi. Questo fiume è la sola fonte di sussistenza per gli Afar, anche noti con il nome di Danakil. Nomadi fieri e indipendenti, allevatori di dromedari e capre, commercianti di sale che estraggono dalla loro terra, gli Afar hanno fatto di questo nulla impressionante il loro spazio esistenziale. Pomeriggio a disposizione per esplorazioni nella Piana del Sale, dove ferve il lavoro di estrazione del salgemma e al lago “in movimento” di Assale. Nel pomeriggio rientro ad Asso Bole e sistemazione al campo. Pensione completa con pranzo al sacco.

      6° giorno    
      ASSO BOLE - VULCANO ERTA ALE
      Da Asso Bole procediamo in direzione sud est:  fino  all'insediamento di Ksawarat, una sorta di villaggio Far West composto da baracche di legno, sono 80  chilometri di pista  sabbiosa e polverosa, da qui alla base dell'Erta Ale sono altri  20 chilometri di pista tracciata nella lava. Quest'ultimo tratto che ci porta a Dodom, una manciata di ripari in pietra e base di partenza del trekking, implica un'andatura molto lenta dei mezzi. Verso fine pomeriggio, quando il sole diventa più clemente, inizia la salita dell'Erta Ale. Il dislivello è di soli 500 metri distribuiti su una decina di chilometri, ma occorrono circa 3/4 ore a piedi su un sentiero tracciato nella lava, in alcuni tratti disagevole. Al buio, illuminati dai vivissimi bagliori del vulcano, raggiungiamo il bordo della caldera: lo spettacolo della lava in continuo movimento e del magma che affiora dalle viscere della terra è straordinario. Qui, affermano gli studiosi, il magma sotterraneo è più vicino alla superficie di qualsiasi altro luogo del pianeta. Campo sotto le stelle, in un'area predisposta con recinti di muretti a secco. Pensione completa con pranzo e cena al sacco.

      Il magma nella caldera del vulcano Erta Ale può essere più o meno visibile a seconda dei movimenti all’interno del cratere. Frane o collassamenti interni possono ridurre la spettacolarità del fenomeno, ma non sono chiaramente prevedibili. Il percorso in salita non è difficile ma faticoso per il tipo di terreno e soprattutto in relazione alle temperature elevate.

      7° giorno    
      VULCANO ERTA ALE
      Intera giornata di esplorazione sulla sommità del vulcano. Visiteremo i due crateri del vulcano: il cratere nord e il cratere sud, osserveremo le colate recenti, le nuove fumarole, i piccoli crateri. Secondo campo sotto le stelle sulla sommità del vulcano. Pensione completa con pranzo al sacco.

      8° giorno    
      VULCANO ERTA ALE - LAGO AFRERA - SAMERA
      Discesa al mattino presto verso il campo base di Dodom e proseguimento con i fuoristrada in direzione sud sino al lago di Afrera, quel lago salato che il barone Franchetti, ultimo “esploratore” del colonialismo italiano volle dedicare al garibaldino Giulietti. Qui il sale  non viene estratto come nella Piana del Sale ricavandolo in lastre dal suolo, ma lasciando evaporare l'acqua nelle saline e quello che ne deriva è un sale bianco, il migliore della regione. Da Afrera si prosegue su strada asfaltata per la cittadina di Samera, moderno insediamento e capoluogo della regione afar. Il percorso di questa giornata si aggira sui 270 chilometri. Sistemazione in hotel. Pensione completa con pranzo al sacco. 

      9° giorno
      SAMERA - AWASH
      Mattinata dedicata alla visita delle pozze di acqua ribollenti di Alalo Bet, un luogo suggestivo e selvaggio dove le gazzelle vanno ad abbeverarsi con l’acqua che si raffredda in pozze laterali. Nel pomeriggio trasferimento ad Awash. Il percorso della giornata è di 380 chilometri. Arrivo e sistemazione in lodge. Pensione completa.

      10° giorno
      PARCO NAZIONALE  DI AWASH - ADDIS ABEBA
      Visita del Parco Nazionale di Awash, caratterizzato da sorgenti minerali e straordinarie formazioni vulcaniche alle falde del vulcano Fantalè. La fauna del parco è rappresentata  da varie specie di uccelli e da animali tipici delle savane dell'Africa orientale, tra cui orix,  scimmie colubus e babbuini, ippopotami, kudu e gazzelle. A causa della pressione demografica e della siccità degli ultimi anni, gli avvistamenti dei felini sono diventati molto rari. Proseguimento per Addis Abeba, che si raggiunge con un percorso di 220 chilometri. Tempo libero per visite individuali o acquisti, con camera a disposizione in hotel. Cena in ristorante tipico e trasferimento in aeroporto per  il volo di rientro in Italia.

      11° giorno
      ADDIS ABEBA - MILANO MALPENSA
      Arrivo a Milano al mattino molto presto.


       Partenze di gruppo

      Quote individuali base 10/15 partecipanti con l'assistenza di accompagnatore dall’Italia:

       PARTENZE 2017

       In doppia

      Supplemento
      singola

       Dal 28 Dicembre al 7 Gennaio

      Quota garantita fino al 27/10/17 (^)
      € 3680,00

       € 190,00


      (^) QUOTA GARANTITA: prenotando entro la data indicata, si avrà la garanzia che la quota non subirà variazioni a seguito dell’aumento delle tariffe aeree. Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a leggere le pagine “Prenotare in anticipo conviene...”  CLICCANDO QUI


      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedi coperture assicurative

      La quota comprende

      • I passaggi aerei internazionali con voli di linea Ethiopian Airlines da/per Milano (classe di prenotazione Q/J: vedere paragrafo alla voce Informazioni Generali), il volo interno, 20 kg di franchigia bagaglio • Tutti i trasferimenti con vetture fuoristrada  (vedi "nota bene" in calce) • Sistemazione negli hotel indicati in apertura al tour • I pasti dettagliati nel programma (vedi anche “nota bene” in calce) • Visite ed e escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guida/accompagnatore locale parlante inglese/italiano (vedi “nota bene” in calce) • Assistenza di un accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 10 partecipanti.


      La quota non comprende

      • Visto di ingresso in Etiopia (50 dollari da pagarsi all’arrivo ad Addis Abeba) • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 350 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant'altro non espressamente indicato.


      Nota bene

      Occupazione del fuoristrada con 4 partecipanti: nell'ipotesi  di occupazione del fuoristrada con 4 partecipanti, oltre ai passeggeri e all'autista prenderà posto sulla vettura anche la guida che occuperà lo strapuntino posteriore.

      • Guida locale parlante italiano: l'assistenza della guida/accompagnatore locale che parla italiano è soggetta a riconferma da parte del nostro ufficio prenotazioni per i viaggi su base individuale che si svolgono in periodi di alta stagione.
      • Durante le escursioni o nel corso dei trasferimenti quando non esistano strutture di ristorazione adeguate, il pranzo è previsto al sacco (box lunch).

      Il cambio applicato: 1 USD = 0,895 EUR

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Please enable the PHP curl extension to use the Twitter widget
    Informazioni Legali  |  Privacy  |  Black List Vettori Aerei

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop