Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

10 giorni


UN VIAGGIO PER...

Un viaggio per chi desidera visitare una meta di grande interesse sotto il profilo paesaggistico, con un patrimonio geologico straordinario. Nel mese di giugno si può ammirare la rigogliosa fioritura delle ortensie, un tripudio di profumi e colori.


UN VIAGGIO CON... 

LA PARTENZA DAL 15 AL 24 GIUGNO SARA' ACCOMPAGNATA DA FABIO BOURBON


LA PARTENZA DAL 6 AL 15 AGOSTO SARA' ACCOMPAGNATA DA MARIANNA SAVARESE

LA PARTENZA DALL'1 AL 10 SETTEMBRE SARA' ACCOMPAGNATA DA VITTORIO MANUNTA


I vostri alberghi

Angra do Heroismo (Terceira): Terceira do Mar Hotel 4*
Horta (Faial): Faial Resort Hotel 4*
Ponta Delgada (São Miguel): Hotel do Colegio 4*

 

Mezzi di trasporto

Durante il viaggio sono previsti spostamenti in minibus/bus privato a seconda del numero dei partecipanti. Solo per le partenze di gruppo avvengono con vetture fuoristrada per le visite a São Miguel. Il tour comporta trasferimenti aerei e via mare.

 


DA SAPERE

L’ordine cronologico delle visite ed escursioni indicate in ciascuna località può essere soggetto a variazioni per motivi di opportunità determinati da fattori contingenti, senza che ciò comporti pregiudizio alla validità del programma di viaggio. La domenica è giorno di chiusura di alcuni edifici e monumenti. L’escursione in barca per l’avvistamento delle balene è soggetta alle condizioni atmosferiche e del mare; trattandosi di animali allo stato libero, non è garantita l’osservazione dei cetacei. Se non fosse possibile effettuare l’uscita in barca per ammirare le balene, si potranno scoprire le incantevoli lagune das Empadadas e do Canário.

Vista la peculiarità dell’arcipelago e la tipologia dei percorsi di tipo naturalistico, il viaggio richiede un certo spirito di adattamento e una buona forma fisica – pur senza prevedere percorsi difficili o che richiedano spiccate capacità sportive – per godere appieno di una realtà naturale straordinaria.


QUANDO PARTIRE...

Il periodo migliore per il viaggio va da inizio aprile a fine ottobre. L’arcipelago delle Azzorre è caratterizzato da clima mite tutto l’anno, ma molto variabile. Nuvolosità e piogge sono possibili in ogni stagione e non è tanto raro sperimentare tre stagioni (l’inverno è escluso…) in una sola giornata, pertanto si consiglia di essere bene attrezzati per la pioggia e di portare qualche indumento pesante. 


In questo viaggio il patrimonio UNESCO

- centro storico di Angra do Heroismo
- i paesaggi della cultura vinicola di Pico


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Domenica, 06 Agosto 2017
  • Venerdì, 01 Settembre 2017
  • Giovedì, 14 Giugno 2018
  • Domenica, 05 Agosto 2018
  • Sabato, 11 Agosto 2018
  • Sabato, 01 Settembre 2018
  • ISOLE AZZORRE - UN PARADISO NATURALISTICO NEL CUORE DELL’ATLANTICO

    Quote a partire da € 2.190 - 10 giorni
    ESCLUSIVA TUCANO

    • Nove isole, nove piccoli mondi nel cuore dell’Oceano Atlantico con un patrimonio geologico straordinario costituito da centinaia di vulcani, oggi in gran parte spenti, che hanno generato un arcipelago di sorprendente bellezza: le Azzorre. Grotte, caldere, laghi color smeraldo che occupano antichi crateri, maestose montagne come Pico, dalla sagoma inconfondibile. Data la loro posizione, le Azzorre sono state in passato crocevia lungo le rotte dei naviganti, transito verso il Nuovo Mondo o le coste africane. Oggi le isole sono protagoniste di altre rotte: quelle delle maggiori regate internazionali di vela e quelle migratorie di numerose specie di uccelli e di cetacei quali balene, capodogli, balenottere boreali. Oggi, fortunatamente, la caccia alla balena è scomparsa ed è possibile avvicinare questi splendidi mammiferi. Sono due i “Patrimoni dell’Umanità” designati dall’UNESCO nelle Azzorre: il centro storico di Angra Do Heroismo e i paesaggi vitivinicoli di Pico. Qui la mano dell’uomo ha creato nel fertile terreno vulcanico, accarezzato da un microclima caldo e secco, vigneti che producono vini così deliziosi da essere stati scelti, in passato, addirittura dagli zar di Russia. La fertilità dei terreni vulcanici e il clima atlantico garantiscono una ricca vegetazione, in particolare di piante floreali. Le ortensie, rigogliosissime e che noi ammireremo nel periodo della sorprendente fioritura, costellano, insieme ad azalee, magnolie, camelie e ibischi, i verdeggianti declivi affacciati al mare. In queste isole variopinte, dove il celeste delle ortensie si confonde col blu dell’oceano, la natura regna incontrastata, testimoniando la sua ricchezza.

       

      Giorno per giorno

       

      Giorno 1
      ITALIA - TERCEIRA
      Partenza con i voli di linea per Terceira, via Lisbona. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. 
      Cena e pernottamento. 

      Giorno 2
      TERCEIRA
      Partenza con le visite di Terceira, la terza isola dell’arcipelago per estensione, esplorata per la prima volta dai navigatori portoghesi tra la fine del 1420 e gli inizi del 1430. Il nome Azzorre si deve proprio ai primi colonizzatori che chiamarono le isole Açores («astori»), scambiando per questi uccelli i falchi che vi nidificavano in gran numero, mentre il nome Terceira, che significa “terza”, rievoca forse l’ordine col quale le isole furono scoperte. L’isola iniziò ad essere abitata a partire dal 1470 intorno ai nuclei di Praia e Angra Do Heroismo. Quest’ultima città, fondata nel 1534, venne affermandosi quale scalo delle navi che viaggiavano fra l’Europa e l’America, assumendo grande importanza nello scacchiere politico ed economico dell’arcipelago. La scoperta di Terceira inizia dal belvedere di Monte Brasil, che regala una spettacolare vista dell’isola e sul sottostante Castello di São João Baptista, una delle maggiori fortezze erette dagli spagnoli alla fine del XVI secolo con l’intento di proteggere le armate provenienti dalle Indie e dalle Americhe. Si prosegue per São Sebastião, dove visitiamo una delle più antiche chiese dell’isola, Porto Martins e Praia da Vitória, con passeggiata nel centro cittadino. Dopo la pausa dedicata al pranzo, sosta presso il vulcano estinto di Algar do Carvão, per la visita all’interno di una spettacolare grotta di origine vulcanica. A pochi chilometri da Algar do Carvão, visitiamo poi la Gruta do Natal, sistema sotterraneo di gallerie vulcaniche pressoché unico al mondo. Dopo la visita alle piscine naturali di Biscoitos, sulla via del ritorno ad Angra do Heroismo si susseguono i piccoli e graziosi villaggi di Altares, Raminho, Serreta, Doze Ribeiras, São Mateus, abbelliti dalle variopinte cappelle dedicate allo Spirito Santo. Rientro all’hotel.
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 3
      TERCEIRA - FAIAL
      La mattinata è dedicata alla visita a piedi di Angra Do Heroismo, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, per tre secoli punto di passaggio delle rotte tra l’Europa, le Americhe e l’Africa, con un centro cittadino caratterizzato da un reticolo di vie su cui si affacciano chiese e palazzi signorili. Ne scopriremo i più significativi, tra cui il Palazzo Bettencourt, il Palazzo del Comune e il suggestivo convento di São Gonçalo. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per Faial, chiamata l’“Isola azzurra” per la profusione di ortensie nel periodo della fioritura. Arrivo, trasferimento e sistemazione in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 4
      FAIAL
      Partenza per le visite. Una sosta sul promontorio di Espalamaca ci consente di apprezzare il bel panorama sulla cittadina di Horta e sulle isole di Pico, São Jorge e Graciosa. Proseguiamo salendo all’immensa Caldeira, le cui pareti interne sono ricoperte di muschio, felci e Morella faya, l’alloro delle Azzorre; le pendici del vulcano spento sono invece punteggiate da pascoli intervallati da boschi e tipici mulini a vento. Raggiungiamo il vulcano di Capelinhos, dove il paesaggio diventa arido e selvaggio: la vegetazione riprende appena a riappropriarsi dei suoi spazi, dopo l’eruzione vulcanica avvenuta tra il 1957 e il 1958, che ha creato un paesaggio lunare di ceneri e scorie vulcaniche. Qui visitiamo il modernissimo Museo Vulcanologico e (clima permettendo) facciamo una breve camminata lungo il percorso autorizzato che si addentra tra le variopinte rocce vulcaniche. Percorso di rientro a Horta, con sosta alla baia di Varadouro e la magnifica vista sul promontorio roccioso di Castelo Branco. La baia di Horta è uno dei principali punti di approdo nel corso delle regate transatlantiche ed è anche il punto di partenza per l’osservazione dei cetacei, che ammireremo nel corso di un’escursione di tre ore circa che si svolgerà a bordo di gommoni Zodiac o catamarano. Le Azzorre sono infatti un vero e proprio santuario naturalistico per i cetacei, con 24 differenti specie – fra stanziali e migratorie – che popolano le acque dell’arcipelago. Al termine delle visite rientro in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 5
      FAIAL - ESCURSIONE A PICO
      Giornata dedicata all’escursione a Pico, che si raggiunge con un trasferimento in barca di mezz’ora circa; la vista è polarizzata dal perfetto cono vulcanico che incombe, maestoso, con i suoi 2.350 metri di altezza. Pico è caratterizzata da falesie altissime e numerosi campi di lava basaltica, testimonianza delle eruzioni vulcaniche, che la popolazione locale chiama “terras de biscoito” (terre bruciate). I paesaggi dei vigneti dell’isola, con centinaia di chilometri di muretti a secco, sono parte del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. La coltivazione della vigna, iniziata alla fine del XV secolo con i primi insediamenti sull’isola, è resa propizia dal microclima secco e dal terreno vulcanico ricco di nutrienti. Dopo aver visitato un tipico mulino a vento locale, raggiungiamo Lajes, il più antico insediamento dell’isola. Qui si trovano importanti tracce dell’ormai conclusa epopea della caccia alle balene: nel moderno Museo dei Balenieri potremo osservare fotografie, utensili, imbarcazioni e altri cimeli di un’epoca scomparsa. Dopo esserci fermati ad ammirare la piottoresca Lagoa do Capitão, si prosegue per Arcos do Cachorro, dove il mare si insinua tra spettacolari formazioni laviche. Avremo il tempo di visitare una piccola bottega di produzione di vino e liquori, quindi il vicino il Misterio de São João, striscia di terra venutasi a creare a seguito dell’attività vulcanica. Al termine delle visite rientro in barca a Horta e sistemazione in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 6
      FAIAL - SÃO MIGUEL
      Al mattino visita alla variopinta marina di Horta, meta di numerose regate internazionali, insignita della Bandiera Azzurra d’Europa dal 1987; vi sono ancorati centinaia di yacht e barche a vela ed è possibile osservare i dipinti sulla banchina realizzati dai velisti che vi fanno scalo. Sorseggeremo poi un drink nel famoso Peter’s Café Sport, dove visiteremo il suggestivo Museo dell’intaglio, che ospita una vasta collezione di opere realizzate con i denti di capodoglio. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per São Miguel, l’isola più grande dell’arcipelago con una popolazione di oltre 137 mila abitanti. Il popolamento dell’isola iniziò, ad opera dei coloni portoghesi, negli anni intorno al 1440, diventando un importante centro di coltivazione ed esportazione del frumento; una nuova espansione economica fu determinata dall’introduzione di altre colture quali arance, ananas, tè, tabacco. Arrivo, trasferimento a Ponta Delgada, capoluogo delle Azzorre, e sistemazione in hotel. Nel pomeriggio visitiamo i luoghi più suggestivi di Ponta Delgada, affacciata su un’incantevole baia: il mercato cittadino, il Museo di Arte Sacra (parte del Museo Carlos Machado), la chiesa do Colégio, la chiesa di Nossa Senhora da Esperança e i giardini botanici Antonio Borges, creati fra il 1858 e il 1861, con alberi centenari e piante rare provenienti da tutto il mondo. Si prosegue per ammirare esternamente la fortezza di São Brás, costruita intorno alla metà del 1500 per difendere la città dai continui attacchi dei pirati inglesi e francesi che ripetutamente saccheggiarono l’isola, e la facciata del Palazzo del Governo. La giornata di visita a Ponta Delgada si conclude con i tre archi delle “Portas da Cidade”, che ne delimitano il centro e nei cui pressi sorgono chiese barocche, palazzi signorili dai balconi in ferro battuto e la principale chiesa della città, São Sebastião, dalla splendida facciata in stile manuelino (*). 
      Mezza pensione che include la cena.

      (*) Per la partenza di gruppo prevista per giugno il volo da Horta a Ponta Delgada è previsto nel tardo pomeriggio. L’arrivo a Ponta Delgada in serata non permette di effettuare tutte le viste descritte, che saranno rimandate ai giorni successivi sull’isola. 

      Giorno 7
      SÃO MIGUEL
      La giornata, che riserva l’opportunità di ammirare grandiosi panorami, inizia raggiungendo lungo una strada tortuosa e molto panoramica la Lagoa do Fogo, grande lago vulcanico dalle limpide acque e spiagge di sabbia bianca. Proseguendo in direzione nord raggiungiamo Ribeira Grande: la sua “Cidade Velha” è stata il primo agglomerato coloniale nei Tropici ed emblematico passo nell’espansione europea verso l’Africa e l’Atlantico alla fine del XV secolo, diventando una strategica tappa lungo le rotte marittime che collegavano l’Europa con le coste africane, il Brasile e i Caraibi. I tipici edifici in pietra basaltica, in stile barocco, sono databili al XVII e XVIII secolo. Raggiungiamo poi la celebre piantagione di te La Gorreana, la cui visita permette di osservare le fasi di lavorazione del pregiatissimo te locale; i macchinari, perfettamente funzionanti, risalgono addirittura alla seconda Rivoluzione Industriale. Ci si dirige ora alla Lagoa das Furnas, che potremo ammirare dal belvedere del Pico de Ferro; partendo dalla romantica cappella neogotica di Nossa Senhora das Vitorias, una piacevole camminata lungo le sponde del grande lago vulcanico ci porta all’area geotermica (fumarole, fanghi caldi, geyser) dove viene cotto il piatto più celebre dell’isola, lo squisito “cozido”. Nel pomeriggio, dopo aver visitato brevemente l’area geotermica attiva che sorge nel bel mezzo dell’abitato di Furnas (qui si trova anche la Caldeira de Pero Botelho, conosciuta come “Bocca dell’Inferno”), sosta nel parco botanico Terra Nostra, tra fiori esotici, laghetti e sorgenti di acqua termale dove ci si potrà immergere. Rientro a Ponta Delgada passando da Vila Franca do Campo, la prima capitale dell’isola. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 8
      SÃO MIGUEL
      Questa giornata a São Miguel riserva la scoperta di alcuni magnifici luoghi. Da Ponta Delgada seguiamo la strada lungo la costa settentrionale; quindi ci spingiamo nell’interno fino al grandioso belvedere di Pico do Salto do Cavalo, da dove si gode di un formidabile colpo d’occhio sulla valle di Furnas e sulla parte orientale dell’isola. Da qui ci dirigiamo verso la costa meridionale, che viene raggiunta nei pressi della cittadina di Povoaçao, dove sbarcarono i navigatori portoghesi approdati per la prima volta sull’isola; si prosegue quindi verso est, inerpicandosi sulle pendici del monte Outeiro Alto lungo uno sterrato immerso in una foresta dalla vegetazione lussureggiante, punteggiata qua e là dalle inconfondibili, gigantesche sagome delle felci arboree. Si raggiunge la quieta cittadina di Nordeste per il pranzo e si prosegue quindi lungo l’antica strada litoranea che risale verso nord-ovest, fino al pittoresco parco naturale di Ribeira do Caldeiros, dove sorgono alcuni antichi mulini alimentati dalle acque di una splendida cascata. Rientriamo infine a Ponta Delgada, non prima di aver fatto sosta a uno degli spettacolari miradouros (belvederi) che si affacciano sull’Oceano. Rientro in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      Giorno 9
      SÃO MIGUEL
      Dopo una visita alle rinomate coltivazioni di ananas, ci dirigiamo verso la costa occidentale per scoprire l’intatta bellezza di São Miguel con i suoi panorami spettacolari; ci dirigiamo quindi verso l’area naturale protetta della Lagoa do Canario, da dove una breve camminata (meteo permettendo) ci porterà allo straordinario belvedere proteso sull’immensa caldera vulcanica di Sete Cidades, il cui fondo è occupato da due romantici laghi, la Lagoa Verde e la Lagoa Azul, dalle acque di colori differenti. Ci sdirigiamo ora al celebre belvedere di Vista do Rei, che – se le nubi sono assenti – regala un ulteriore scorcio di questo paesaggio fiabesco; la dolcezza del paesaggio, con le sfumature celesti delle ortensie nel periodo della fioritura, giustifica l’appellativo di “Vista del re”. Discendiamo poi verso la verdeggiante valle di Sete Cidades: un’affascinante visione dell’interno del cratere dove sorge il pittoresco villaggio omonimo, con le sue architetture tradizionali. Nel primo pomeriggio raggiungiamo la punta più occidentale dell’isola, nei pressi del pittoresco villaggio di Mosteiros, che ammireremo dal formidabile belvedere di Ponta do Escalvado. Più tardi effettuiamo una breve escursione a Ponta da Ferraria, un’area attrezzata dove si può “toccare con mano” un fenomeno straordinario: in una piccola insenatura, l’acqua dell’oceano è naturalmente riscaldata da una sorgente geotermica subacquea. Rientro in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena.

      (*) La descrizione delle visite dei giorni 8 e 9 corrisponde al programma per le partenze di gruppo, che prevede escursioni in fuoristrada. Per le partenze individuali le visite sono previste in minibus/pullman a seconda del numero di partecipanti e il programma delle visite è leggermente ridotto (considerando che con minibus anziché con il fuoristrada ci si mette più tempo per raggiungere le varie mete). È possibile effettuare queste visite in fuoristrada anche per le partenze individuali, con un supplemento (su richiesta). 

      Giorno 10
      SÃO MIGUEL - ITALIA
      Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza con il volo per l’Italia, via Lisbona, con arrivo nel tardo pomeriggio. 


      partenze di gruppo
      Base 10/15 partecipanti con accompagnatore dall'Italia:

      PARTENZE 2017
       In doppia Supplemento
        singola 

       Dal 15 al 24 Giugno con accompagnatore Fabio Bourbon

      Quota garantita fino al 13/04/17 (^)
      € 2950,00

       € 595,00

       Dal 6 al 15 Agosto con accompagnatore Marianna Savarese

      Quota garantita fino all'1/06/17 (^)
      € 3180,00

       € 595,00

       Dall'1 al 10 Settembre con accompagnatore Vittorio Manunta

      Quota garantita fino al 28/06/17 (^)
      € 2985,00

       € 595,00

      PARTENZE 2018

       In doppia

      Supplemento
        singola

       Dal 14 al 23 Giugno (*)

      € 3280,00

       € 595,00

       Dal 5 al 14 Agosto (*)

      € 3280,00

       € 595,00

       Dall'11 al 20 Agosto (*)

      € 3280,00

       € 595,00

       Dall'1 al 10 Settembre (*)

      € 3280,00

       € 595,00

      (^) QUOTA GARANTITA: prenotando entro la data indicata, si avrà la garanzia che la quota non subirà variazioni a seguito dell’aumento delle tariffe aeree. Per ulteriori informazioni, vi invitiamo a leggere le pagine del catalogo “Prenotare in anticipo conviene...”  CLICCANDO QUI

      (*) QUOTE E DATE SONO SOGGETTE A RICONFERMA. RIVOLGERSI AI NOSTRI UFFICI


      partenze per individuali

      Partenze a date, libere su richiesta

      quota individuale
      con assistenza di guide locali parlanti inglese:

       

      PARTECIPANTI

      In doppia

       Base 8/9 partecipanti

      € 2190,00

       Base 5/7 partecipanti

      € 2580,00

       Base 2/4 partecipanti

      € 3650,00

      Supplementi:

      Servizi a terra

       

      Dall’1/4 al 31/5 e dall’1/10 al 31/10

      € 120,00

      Dall’1/6 al 30/9

      € 290,00

       Supplemento camera singola

       

      Dall’1/11 al 31/3

      € 290,00

      Dall’1/4 al 31/5 e dall’1/10 al 31/10

      € 420,00

      Dall’1/6 al 30/9

      € 595,00

      Quote dei servizi a terra e tariffe aeree valide fino al 31/10/17

      Assicurazione obbligatoria non inclusa: vedi coperture assicurative

      La quota comprende

      ● I passaggi aerei internazionali con voli di linea Tap Portugal da/per Milano (classe di prenotazione G per le partenze di gruppo e : vedere paragrafo alla pagina Informazioni Generali), 23 kg di franchigia bagaglio ● I voli interni, 20 kg di franchigia bagaglio ● I trasferimenti con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti, solo per le partenze di gruppo: vetture fuoristrada per le visite a São Miguel l’8° e il 9° giorno ● Sistemazione negli alberghi indicati in apertura al tour ● I pasti dettagliati nel programma ● Visite ed escursioni come da programma ● Ingressi durante le visite guidate ● Assistenza di personale locale qualificato e di guide locali parlanti inglese durante le visite guidate (guide parlanti italiano ove disponibili, con supplemento) ● Assistenza di un accompagnatore dall'Italia per i gruppi a partire da 10 partecipanti.

      La quota non comprende

      • Le tasse aeroportuali e di sicurezza (Euro 220 circa) e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato.

    RESPONSABILITà

    CONCEPT STORE

    TWITTER FEEDS

    Informazioni Legali  |  Privacy  |  Black List Vettori Aerei

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio Srl - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 544419 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500
    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop