Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Per saperne di più, conoscere i cookie utilizzati dal sito ed eventualmente disabilitarli, accedi alla Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Ok

Facebook

YouTube

DURATA

8 giorni

 

UN VIAGGIO PER...

... il viaggiatore che si lascia sedurre dal mito e dalle leggende, per chi vuole spingersi oltre le mete classiche di un viaggio in Türkiye: andiamo oltre, verso Est, scoprendo il dipanarsi della storia e della cultura non solo anatolica, ma cruciale per la storia dell’Europa. 

 

I VOSTRI ALBERGHI 

Ankara: Occidental Hotel 4*
Çorum: Anitta Hotel 5*
Tokat: Dedeman Hotel 5*
Ordu: Anemon Hotel 4*
Trebisonda: Double Tree By Hilton Hotel 4*


MEZZI DI TRASPORTO

Auto (fino a 3 partecipanti)
Minibus (14 posti da 4 a 9 partecipanti - 26 posti da 10 a 16 partecipanti)


DA SAPERE

Sebbene non troppo impegnativo sul piano fisico, questo viaggio prevede intense giornate di escursioni e di visite. 


QUANDO PARTIRE

In tarda primavera e autunno. Il clima in questi due periodi non è troppo caldo ed è generalmente poco piovoso, con temperature che vanno da 15°C a 27°C; tuttavia alcune giornate possono essere piuttosto ventose o interessate da sporadici eventi temporaleschi.


IN QUESTO VIAGGIO IL PATRIMONIO UNESCO

- Hattuşaş: la capitale ittita


 

Questo viaggio prevede le seguenti partenze di gruppo

  • Martedì, 23 Aprile 2024
  • Domenica, 11 Agosto 2024
  • Domenica, 01 Settembre 2024
  • Domenica, 29 Settembre 2024
  • Martedì, 22 Aprile 2025
  • TURCHIA - LA STRADA PER TREBISONDA

    Quote a partire da € 2.740 - 8 giorni - Partenze di gruppo

    • Questo viaggio è un salto verso Oriente: percorriamo una parte della complessa storia dell’Anatolia centro-settentrionale attraverso la scoperta delle località più evocative ed affascinanti, luoghi che risuonano nella nostra memoria e che ci portano in tempi lontanissimi. Dal passato hittita al dominio romano, dall’impero bizantino a quello ottomano, ci addentreremo nei meandri della storia, tra paesaggi di grande suggestione, tra piccole città, altopiani pietrosi dove il vento e il silenzio sono i custodi di formidabili rovine archeologiche che, come sentinelle del tempo, ci lasciano senza parole. Verso Trebisonda, dunque, abbracciata dalla fascinazione del mito, la meta del nostro viaggio.  

      Giorno per giorno...

      1° GIORNO
      ITALIA – ANKARA
      Partenza in serata con il volo diretto ad Ankara, via Istanbul. Arrivo nel pomeriggio, trasferimento e sistemazione in hotel.
      Pernottamento.

      2° Giorno
      ANKARA
      Dedicheremo la giornata alla capitale della Türkiye, iniziando dal Museo delle Civiltà Anatoliche: una splendida immersione nella cultura e nella storia della Türkiye antica, ottima introduzione al viaggio. Qui potremo vedere i reperti di Çatal Höyük, che risalgono ad oltre 9000 anni fa, i ritrovamenti provenienti da Hattusha, capitale dell'Impero Ittita, tavole con iscrizioni cuneiformi hittite e oggetti cerimoniali, e poi la tomba di Re Mida, le statue ellenistiche e romane… un mondo straordinario si svela ai nostri occhi. Quindi si sale all’Ankara Kalesi, il Castello di Ankara. Qui la storia è un tutt’uno con le sue mura, che hanno conosciuto origini frigie, quindi galate, poi interventi importanti sotto gli imperi romano, bizantino, quindi selgiuchide e ottomano. Visiteremo quindi il Memoriale di Mustafa Kemal Ataturk, in posizione isolata su una collina, il vecchio Parlamento e, infine, il centro città. Nel 1928 l’architetto tedesco Hermann Jansen vinse il concorso di progettazione della nuova Ankara come città modello: presero vita quindi quartieri in stile modernista, grandi viali, edifici monumentali e i primi grandi edifici pubblici: l’antica Angora da villaggio fu trasformata in capitale. 
      Prima colazione e pernottamento. 


      3° Giorno
      ANKARA – PARCO NAZIONALE BOGAZKÖY ALACAHÖYÜK HATTUŞAŞ – ÇORUM
      Lasciamo Ankara per dirigerci verso est, verso il cuore dell’impero hittita. La visita del Museo delle Civiltà Anatoliche e lo sguardo sul monumento nella piazza Sihhiye di Ankara, che riproduce il disco solare in bronzo ritrovato presso Hattuşaş, sono state un’introduzione alla giornata di oggi.
      Attraversando il tipico paesaggio montuoso e aspro dell’Anatolia centrale, ci si avvicina al Parco Nazionale Bogazköy-Alacahöyük, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità e procediamo verso rovine di Hattuşaş: l’emozione è grande. Il fiume Kizilirmak, il cui nome significa “fiume rosso”, nell’antichità classica segnava il confine tra l’Asia Minore e l’Asia, ed era considerato dagli Hittiti la linea difensiva dell’impero: superato il fiume si entra dunque in territorio hittita. Settemila anni prima della nostra èra questa regione era già abitata, ma fu intorno al Duemila a.C. che la città degli Hatti divenne importante e temuta. Oggi camminiamo tra le rovine di Bogazkale, dominata da Büyük Kale, “La Grande Fortezza” e, tra leoni e sfingi di pietra, ci pare di sentire vibrare intorno a noi tutta l’energia di un popolo che aveva aperto rotte commerciali tra oriente e occidente, utilizzato la scrittura per tenere libri contabili e stendere contratti commerciali e trattati di pace. Proprio il ritrovamento dell’archivio centrale dell’impero hittita, con le sue migliaia di tavolette d’argilla impresse con iscrizioni cuneiformi, costituisce uno dei tesori che la storia ci ha restituito. Una delle tavolette più significative è quella che riporta di Trattato di Qadeš, siglato tra l’impero hittita e quello egizio dopo la battaglia del 1274 a.C., il trattato di pace più antico della storia, conservato nella sede delle Nazioni Unite di New York.
      Andiamo quindi verso il Santuario rupestre di Yazilikaya, di molto precedente la civiltà hittita, per rimanere incantati dai rilievi di divinità scolpite sulle pareti rocciose: solenni processioni rituali, movenze ieratiche la cui interpretazione è ancora discussa.
      Lasciamo Hattuşaş e procediamo verso Çorum. Dopo uno sguardo al piccolo bazaar dove si vedono gli artigiani del rame al lavoro, arrivo e sistemazione in hotel.
      Mezza pensione che include la cena.


      4° Giorno
      ÇORUM – AMASYA – TOKAT
      Ci portiamo verso Amasya. La città, che diede i natali al geografo Strabone, è un piccolo gioiello che si affaccia sulla gola del fiume Yesilirmak. Le sue caratteristiche abitazioni, i canali idrici che risalgono a duemila anni fa, le moschee e le antiche madrase, le tombe rupestri dei sovrani della regione del Ponto – della quale Amasya, insieme a Zela e Neocaesarea era una delle città principali – insomma, le sue bellezze naturali e la ricchezza della sua storia, fanno di Amasya una tappa di grandissimo interesse. Oltre al Museo archeologico, visitiamo dunque la città, indugiando tra gli antichi padiglioni ottomani, la moschea selgiuchide Burmali, del XIII secolo, il complesso di Yildirim Beyazit del XV secolo, il palazzo del XIX secolo di Hazeranlar, restaurato e restituito alla comunità. Lasciamo Amasya alla volta di Tokat, dove ci attende una città antica che ci offre l’opportunità di vivere l’atmosfera di un tempo, seguendo passo passo i momenti della sua storia. Proseguimento per Tokat (125 km).
      Arrivo in hotel e sistemazione. 
      Prima colazione e pernottamento. 

      5° Giorno
      TOKAT – ORDU
      La città si trova vicino al sito dell’antica Comana del Ponto, importante città del distretto del Ponto in età romana. Dopo il declino di Comana in epoca bizantina, Tokat ravvivò la sua fama quando divenne importante città di un principato turkmeno dall’XI al XIII secolo e quindi dei turchi selgiuchidi, per essere poi incorporata nell’impero ottomano nel 1392. Ed ecco la Cittadella ottomana, con le sue 28 torri, la moschea Garipler del XII secolo, la moschea Ali Pasa del XVI secolo e poi il Gök Medrese (Pervane Bey Darussifasi), del 1270: una antica scuola di teologia ora trasformata in museo, il Mevlevi Hane, usato un tempo dai Dervishi Mevlani, la Latifoglu Konagi, palazzina ottomana del XIX secolo.
      Partenza da Tokat. Lungo il percorso faremo sosta a Tashan per acquistare una particolare spezia aromatica ottenuta dai semi del prunus Mahaleb , una varietà di ciliegio conosciuto come “il ciliegio di Santa Lucia”, impiegato nella preparazione di dolci tradizionali.
      A Persembe, un villaggio di pescatori affacciato sul Mar Nero, ci si immette sulla vecchia strada costiera. Qui ci vengono incontro nuovamente la storia e il mito, perché ci troviamo nelle regioni dell’antica Colchide. Sono i luoghi in cui il mito vede gli Argonauti al comando di Giasone alla ricerca del Vello d’oro, il magico mantello dell’ariete alato di Zeus, e la storia ricostruisce antiche relazioni commerciali tra il mondo greco e la costa del Mar Nero: gli archeologi hanno infatti rinvenuto in questa regione ceramica attica e greco-orientale, mentre dalla Colchide – come ci è stato descritto da Erodoto, Strabone e da altri storici antichi – si esportavano legno, tessuti, metalli – tra i quali l’oro. Ancora una volta storia e leggenda si confondono.
      Dopo una quindicina di chilometri arrivo a Ordu e sistemazione in hotel. 
      Mezza pensione che include la cena. 

      6° Giorno
      ORDU – TRABZON / TREBISONDA
      Questa giornata è quella di avvicinamento alla città di Trabzon, a noi nota con il nome di Trebisonda. Prima di intraprendere quest’ultima tappa, in teleferica si raggiungerà il punto panoramico di Boztepe, dal quale sarà possibile apprezzare un bellissimo scorcio sulla città di Ordu e sul Mar Nero. Ripresa la strada costiera, sosta a Giresun e passeggiata tra le vecchie case dal caratteristico stile architettonico; nel parco che sovrasta la cittadina ci sono le rovine della fortezza dell’antica colonia greca di Cerasus. Seguendo infine la costa, si giungerà a Trabzon.
      Arrivo e sistemazione in hotel. 
      Prima colazione e pernottamento.


      7° Giorno
      TRABZON / TREBISONDA
      La giornata è dedicata alla scoperta della città, nota non solo per le vicende storiche che l’hanno vista coinvolta nei secoli, ma anche per l’espressione “perdere la Trebisonda”, legata probabilmente all’importanza che la città aveva come riferimento visivo ai naviganti che percorrevano le rotte del Mar Nero: guai a chi perde l’orientamento, la bussola.
      Visiteremo dunque questa città, che svela la sua storia complessa, sempre in equilibrio tra Oriente e Occidente, tra una religione ed un’altra, un impero ed un altro, attraverso i suoi monumenti. La visita alla suggestiva moschea Hagia Sophia è emblematica di questa complessità: fondata come chiesa bizantina, convertita in moschea, poi in museo da Ataturk e quindi nuovamente consegnata al culto islamico, mostra tutte le sue cicatrici e i traumi dei continui rimaneggiamenti. L’ultima fase dei restauri, però, ha consentito alla struttura di ritrovare un equilibrio: i pavimenti in opus sectile sono stati ricoperti da lastre di vetro, gli affreschi di argomento biblico che sovrastano gli spazi dedicati alla liturgia islamica sono oscurati da grandi dischi di plexiglas che, normalmente trasparenti, durante i riti diventano opachi quando sono illuminati da faretti. Ci attende infine il Monastero Sumela, costruito a precipizio sulle pareti del monte Zigana: una posizione strepitosa, a nido d’aquila, per questo edificio costruito forse nel IV secolo e che ha accompagnato nei secoli le vicende religiose e politiche della Türkiye.
      Prima colazione e pernottamento. 


      8° Giorno
      TRABZON / TREBISONDA – ITALIA
      Dopo la prima colazione, trasferimento all’aeroporto e partenza con volo via Istanbul per Milano Malpensa. 


       

      Partenze di gruppo

      Con assistenza di accompagnatore dall’Italia
      Quote per persona a partire da 10 partecipanti

      PARTENZE 2024 In doppia Supplemento singola
      Dal 23 al 30 Aprile € 2740,00 € 500,00
      Dal 11 al 18 Agosto € 2740,00 € 500,00
      Dal 1 al 8 Settembre € 2740,00 € 500,00
      Dal 29 Settembre al 6 Ottobre € 2740,00 € 500,00
      PARTENZE 2025    
      Dal 22 Aprile al 3 Maggio (*) € 2740,00 € 500,00

      (*) Date e quote soggette a riconferma. Rivolgersi ai nostri uffici.

      Quote valide fino al 31/10/24


      La quota comprende
      • I trasferimenti privati con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione negli hotel indicati • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guida locale parlante italiano • Assistenza di accompagnatore dall’Italia per i gruppi a partire da 10 partecipanti • Assicurazione Spese Mediche, Covid-19, Assistenza in Viaggio, Bagaglio

      La quota non comprende

      • Passaggi aerei intenazionali e interni e tasse aeroportuali e di sicurezza e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato • Assicurazione Annullamento

      Nota bene: per quanto riguarda la copertura assicurativa per l’eventuale annullamento viaggio, i nostri uffici vi forniranno tutta l’assistenza necessaria

       

      Partenze individuali

      Partenze a date libere, su richiesta

       PARTECIPANTI
      In doppia Supplemento singola
      Base 5/6 partecipanti € 2995,00 € 500,00
      Base 4 partecipanti € 3490,00 € 500,00
      Base 3 partecipanti € 3100,00 € 500,00
      Base 2 partecipanti
      € 3950,00 € 500,00

       Quote valide fino al 31/10/24


       

       La quota comprende

      • I trasferimenti privati con vetture, minibus o bus a seconda del numero di partecipanti • Sistemazione negli hotel indicati • I pasti dettagliati nel programma • Visite ed escursioni come da programma • Ingressi durante le visite guidate • Assistenza di personale locale qualificato e di guida locale parlante italiano che riveste anche le funzioni di autista • Assicurazione Spese Mediche, Covid-19, Assistenza in Viaggio, Bagaglio

      La quota non comprende
      • I voli internazionali • Le tasse aeroportuali e di sicurezza  e le tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco • Eventuale introduzione di nuove tasse governative o aumenti delle stesse e aumenti del costo dei biglietti di ingresso ai vari siti di interesse turistico, parchi o riserve naturalistiche di cui non si è a conoscenza al momento della elaborazione delle quote • Bevande, mance e quant’altro non espressamente indicato • Assicurazione Annullamento

      Nota bene: per quanto riguarda la copertura assicurativa per l’eventuale annullamento viaggio, i nostri uffici vi forniranno tutta l’assistenza necessaria



      NOTE:
      - I voli internazionali saranno forniti alla miglior tariffa al momento della prenotazione.
      - Fino a 3 partecipanti è previsto l'utilizzo di un'auto. A partire da 4 partecipanti è previsto l'utilizzo di un minibus da 14 posti.

    RESPONSABILITà



    TWITTER FEEDS

    Twitter response: "Could not authenticate you."
    Informazioni Legali | Privacy | EU Safety List | Coperture Assicurative

    Il Tucano Viaggi Ricerca di Willy Fassio & C. s.a.s. - Piazza Solferino, 20 - 10121 Torino - Tel. 011 5617061 - Fax 011 5158105 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    Iscritti nel registro imprese di Torino n° 876529 - P.Iva e codice Fiscale 07255310018 - Capitale Sociale Euro 10.500

    Tucano Viaggi Copyright © 2013 - Powered by coolshop